Scuola, genitori e la educazione di nostri figli...

Discussione in 'Rete Pensante' iniziata da dolceutopia, 4 Giugno 2007.

  1. Offline

    dolceutopia Nuovo iscritto

    Questi giorni mi sono trovata a discutere con delle amiche di un forum, molte di loro insegnanti preoccupate per il futuro dei loro alunni e i loro figli in una società vittima del individualismo, dove il ruolo del insegnante è spesso oltraggiato...

    Ma, voglio postarvi tracce di queste conversazioni così da aprire qui un dibattito e capire come la pensiamo tutti e magari attuare qualcosa al riguardo


    ."..Frah questa delle ammissioni senza discriminazioni è una cosa allucinante...
    C'è un livellamento che fa paura... Poi ci si lamenta dell'ignoranza e del fatto che noi docenti non siamo più trattati con rispetto.. Ma mi sembra evidente, una volta gli esami e le ammissioni erano uno spauracchio.. I docenti avevano una potente arma nelle loro mani (arma che purtroppo è anche vero non sempre hanno usato con giustizia e parsimonia...) mi ricordo quando uscivano gli scrutini e noi tutti lì col naso all' insù promossa..rimandata..bocciata..quante materie mi hanno lasciato? E I genitori che sapevano che se non stavano al loro posto poi si trovavano costretti a pagare le ripetizioni ai figli non si sognavano mai di schierarsi dalla loro parte quando questi facevano cose che non dovevano... Guarda oggi lo scempio con you tube.. L'altro giorno addirittura me ne hanno segnalato uno di uno studente che faceva streap-tease in classe con quella che "sembra" una docente presente in aula...
    Allucinante...
    Io rimetterei la bocciatura già alle elementari...così finalmente si smetterebbe di dire che noi non si lavora... E vedremo se I genitori si preoccuperebbero di far studiare I figli a casa..."


    -"sì, shod...forse questo non è il luogo giusto ....o forse sì...per quanti hanno bambini piccoli.......
    la scuola è naufragata.....e l'inizio della colata a picco non ha colore nè tempo...
    la Moratti ha solo spezzato l'ultimo pilone già smangiato dai tarli...
    Mi amareggia la complicità dei genitori....la loro paura che viene proiettata eu noi docenti ....su noi docenti....
    mi fa paura il futuro ....
    no. non so quanto resterò .....questi ultimi 3 anni li ho vissuti come un incubo...
    minacciata da genitori , non appoggiata dai verici ......trattata come una badante cui nemmeno vengono pagati i contributi ....scusa lo sfogo...ma me l'hai levato tu come mi cavassi un dente,.....
    sì....anche io riprenderei a bocciare...
    dalla prima elementare...
    ci sono bambini che a 6 anni non hanno la maturità per affrontare ua prima classe....
    mio figlio è stato uno di questi ...quell'altro è andato a scuola che sapeva già leggere e scrivere....
    ognuno ha i suoi tempi .....ed è questo omologare che uccide!
    la scuola è davvero morta!
    scusami shodoka...e scusate anche voi che dovete sorbirvi 'sti sfoghi amari.....
    che io la scuola l'amavo davvero. Pazzamente!"


    -" Beh..frah, quando ci vuole ci vuole. Ogni tanto fa bene togliersi un sassolino dalla scarpa... Mi dispiace solo che quando ci sono persone come te che amano il loro lavoro, sono in gamba ed hanno davvero qualcosa da dare agli altri... Beh queste persone vengano trattate come carne da macello... Ma quello che mi fa star ancor più male è che nessuno davvero prenda seri provvedimenti al riguardo...."

    dolceutopia: "
    Credo che non solo sia colpa dalla scuola, ma soprattutto di noi genitori che non permettiamo ai nostri figli di essere indipendenti e con le nostre apprensività le facciamo crescere insicuri e pigri! Poi il fatto che il genitore vuole intervenire a tutti costi nella attività della scuola, non lasciando via libera a gli insegnanti nella educazione, non mi sta sempre bene. E' l'insegnante che ha studiato e ha le basi pedagogiche per compiere il suo ruolo di insegnante.
    Certo, ci sono casi in che il genitore dovrà intervenire per chiarire certi aspetti nella educazione di suo figlio. Ma che non sia di intralcio poi nella buona gestione di tutto l'operato del insegnante.

    Una volta quando I figli tornavano a scuola con una nota di mal comportamento u altro... Era il genitore che affiancato all'insegnate richiamava ulteriormente al ragazzo invitandolo a correggere un errato comportamento... Ora invece la maggior parte delle volte il genitore prende subito la parte del ragazzo e punta il dito a torto o meno contro l'insegnante. Solo per salvaguardare il suo ruolo di genitore. E questo non sempre può essere saggio, perchè interferisce nel corretto rapporto di rispetto verso l'insegnante e nella educazione stessa del ragazzo."

    ..." La scuola è diventata lo specchio di una società in cui si è persa la definizione dei ruoli....in un'omologazione massiccia che schiaccia le individualità e premia l'abulìa.
    E' vero quello che hai scritto, Evi....non mi era mai capitato , intanti anni di carriera, mai .....di aver a che fare con genitori dalla minaccia facile.....genitori che dimeticano la differenza dei ruoli che peroprioperchè diversi consentono la creazione di un dialogo...
    i genitori, di fatto, hanno paura....
    le stesse nostre paure...io ho figli grandi....ma nutro lo stesso paura per il loro futuro.....una scuola che si omologa....una scuola che non ha più vertici in nome di una falsa autonomia, che è sterile alibi per non assumere le proprie responsabilità ....è una scuiola che non fa crescere...
    dobbiamo tollerare, in nome di un falso concetto di libertà, abbigliamenti indeceti da parte di ragazzine tredicenni....e non poter far nulla perchè le madri , le mamme vestono uguali...o parlano della libertà ...ma liberà di che?
    liberta' di che?
    il disagio giovanile sta crescendo.....stanno aumentandoi casi di ragazzi limite.....sta esplodendo malgrado centinaia di progetti ilfenomeno del bullismo....
    e questo già alle elementari....
    e noi?
    noi si fa quel che si può
    con molta amarezza...
    vado a scuola più tardi oggi...
    il primo giorno in cui non ho lo spazio panino...
    "spazio panino"..... che ce lo siamo ionventate ....per adempiere ai desiderata morattiani....
    ussignur che tristezza!"

    A voi!

    dolceutopia
  2. Offline

    dolceutopia Nuovo iscritto

    Un'altro parere:

    "io l'ho sempre detto che da quando sono entrati i genitori nella scuola nei lontani anni 70 si e' rovinato tutto
    gia' allora si cominciava ad interferire invece che collaborare
    io faccio parte della schiera che se prendeva una nota scuola (e ne prendevo parecchie) a casa prendevo il resto
    ora come avete detto se prendono una nota il genitore parte a menare l'insegnante quando non e' il ragazo stesso che lo fa
    sono casi estremi e' vero non tutti fanno cosi'
    ma cio' non toglie che esistono e gli insegnanti stessi dicono di avere le mani legate
    ora non dico di far inginocchiare i bambini sui ceci o bacchettarli sulle dita come ai tempi di mia madre
    ma credo che la severita' serve
    la paura e' brutta pero' io quando avevo paura della sgridata studiavo o almeno ci provavo
    ora con la scusa di non bocciare piu' chi si impegna?
    ho passato tante estati a studiare a ripetizione per settembre
    come si fa ad avere rispetto per un insegnante quando un genitore per primo non lo insegna?
    mi sono trovata tante volte a riprendere bambini con madri li' presenti e mi sento dire "e' solo un bambino"
    e che mi frega e quando glielo insegni il rispetto e l'educazione quando avra' 20 anni?
    non tutti naturalmente sono cosi'
    poi c'e' da dire che oggi non e' come allora
    tante madri oggi lavorano e non possono seguire come si deve i figli
    una volta la madre stava in casa la mia mi seguiva per quel poco che poteva
    oggi purtroppo la vita e' cara e se no si lavora non si va avanti
    e i bambini a volte sono lasciati un po' a loro stessi
    e si delega tutto alla scuola salvo poi che se interviene severamente ci si incacchia
    buona giornata a tutti"
  3. Offline

    runner Utente senior

    Una volta la famiglia e la scuola crescevano ed educavano i ragazzi...Ora c'è internet,la televisione,dove trovi di tutto....
    Il rispetto per le persone viene sempre più a mancare...In questo caso verso gli insegnanti,sono i genitori stessi a non averne....
  4. Offline

    Capitan Jack Sparrow Nuovo iscritto

    prima quando aNDAVI A SCUOLA, ALLE ELEMETARI SE TI COMPORTAVI MALE CI PRENDEVI GLI SCHIAFFI
    ORA INVECE C'è IL TELEFONO AZZURRO E I RAGAZZINI HANNO ALZATO LA CRESTA
    CMQ ANCHE LA SCUOLA è RIMASTA INDIETRO
    GLI INSEGNANTI DI OGGI SONO TROPPO INQUADRATI E LONTANI DALLA REALTà
    FORSE LORO VORREBBERO GLI ALUNNI COME I ROBOT

    PER QUANTO RIGUARDA I GENITORI, è MEGLIO CHE NON SI INTROMETTONO
    IO ABOLIREI LE RIUNIONI CHE SI FANNO OGNI TRIMESTRE

    LE NOTE NON SERVONO A NIENTE, CI VOGLIONO GLI SCHIAFFI (senza esagerare) PER FAR IMPARARE, COME SUCCEDEVA PRIMA
  5. Offline

    mattonella Utente senior

    Ma non ti vergogni per niente a scrivere certe idiozie........ :evil: :evil: :evil:



    Lucaaaaaaaaaaaaaaaaaa,
    serve il tuo intervento...cosa ne dici :ban:
  6. Offline

    mattonella Utente senior



    Sante parole... [smilie=hail.gif] [smilie=hail.gif] [smilie=hail.gif]
  7. Offline

    mattonella Utente senior



    Sante parole... [smilie=hail.gif] [smilie=hail.gif] [smilie=hail.gif]
  8. Offline

    JohnTheBomb Nuovo iscritto

    quoto, a piene mani.
  9. Offline

    JohnTheBomb Nuovo iscritto

    Provo a tradurre.

    Un tempo i ragazzi si abituavano al confronto, e, anche con qualche epiccola intemperanza o esagerazione, imparavano il rispetto per gli altri. Forse un tempo si esagerava a lasciare i ragazzi in balia di se stessi, ora magari l'interventismo eccessivo rischia di scardinare le logiche educative della Scuola, perchè troppo spesso i genitori non avendo tempo da dedicare ai figli petendono prima che se ne occupi la scuola, sostituendosi a loro, poi si lamentano eccessivamente se il ragazzo magari impartisce o subisce qualche prepotenza. Ci sono poi reazionie sagerate che fomentano "l'impunità" dei ragazzi e ne alimentano la prepotenza e l'arroganza.
  10. Offline

    runner Utente senior

    Preferisco il Capitano.....CI VOGLIONO GLI SCHIAFFI,non il telefono azzurro....
  11. Offline

    mattonella Utente senior

    :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
    :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
    :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
    :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
    CON GLI SCHIAFFI NON SI ARRIVA DA NESSUNA PARTE :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
  12. Offline

    salieri Nuovo iscritto

    oh mattonè, je li schiff li so pijt e pir assì!!! :D
    E molti di questi ancora li ricordo, in primis quando imbrattammo col cerone di carnevale (nero) il muro dell'aula! Marò quante mazzate!!! :D :D
    Gli schiaffi, quando servono, possono anche essere educativi. Anche perchè, prova a spiegare a stì bambini che questo è giusto, quello va bene, l'altro è sbagliato ecc. ecc. (e tu lo dovresti sapere meglio di me). Cioè, dopo due secondi lo schiaffo è automatico!! Ti se li tirano, che ci vuoi fare? :D
  13. Offline

    runner Utente senior

    Mi riferivo al messaggio....John non ha saputo tradurre il telefono azzurro....
  14. Offline

    ilbiankoniglio Nuovo iscritto

    ddu' cazzutin'

    Reminiscenze d'infanzia.

    Mattina presto, mi reco al panificio "lu 'rro'" per acqustare la mia solita pizza rossa.

    Una madre si rivolge alla fornaia in questi termini:

    "Je se a li fije mi' la matin gni ding ddu' cazzuttin, chill nn va a la scol'"...

    Che crudeltà!

    Torno a casa trafelato, e racconto a mia madre l'accaduto.

    Scopro così che in dialetto rosetano "li cazzuttin" sono quei panini tondi chiamati comunemente "rosette".... oltre che i "cazzottoni sul naso".

    Equivoco ci fu... :roll:
  15. Offline

    mattonella Utente senior

    Re: ddu' cazzutin'




    [smilie=risatona.gif] [smilie=risatona.gif] [smilie=risatona.gif] [smilie=risatona.gif] [smilie=risatona.gif]
  16. Offline

    domsera Nuovo iscritto

    La mia scuola aveva la maestra come ombelico del mondo. E le note, se le prendevo, per la paura avevo imparato a falsificare la firma. Ma bastava una sberla della maestra per evitare di prenderne altre ( di note ). Perciò la rispettavi e magari la ascoltavi pure. Uscito da scuola se non studiavo andavo al campo dei preti, e se eri fortunato facevi due tiri a pallone...ma quando arrivavano quelli piu grandi neanche provavi ad opporti ( certo, non era rispetto, forse paura ), ma comunque vedevi i più grandi come chi ne ha e ne sa piu di te. Ora mentre guido la macchina e mi sorpassa ( a destra !!! ) un ragazzetto, magari senza casco e gli suoni per dirgli che beep fai....se non si ferma e ti minaccia sei fortunato. Ho un po di paura per il futro dei nostri figli, scuola compresa, che era il nostro ingresso in società...bell'inizio...
  17. Offline

    JohnTheBomb Nuovo iscritto

    Già... purtroppo è una anailis giusta...
  18. Offline

    Capitan Jack Sparrow Nuovo iscritto

    ESATTO, QUINDI NON ERA MEGLIO PRIMA CHE SE FACEVI LO SVELTO PRENDEVI GLI SCHIAFFI?...E IMPARAVI QUALCOSA
    NON ERA MEGLIO?
    OPPURE VI Và BENE COME SI COMPORTANO I RAGAZZINI OGGI?
    E CMQ I RAGAZZINI DI OGGI, RISPETTO A COME ERAVAMO NOI NON CAPISCONO NIENTE, SONO SOLO PLAYSTATION E POKEMON
  19. Offline

    mattonella Utente senior

    O meglio::::::::SONO SOLO: CHIACCHIERE E DISTINTIVI :D
  20. Offline

    zuRu Nuovo iscritto

    signori
    prendete nota

    per la prima volta concordo con sparrow...
    non ci credo neanche io...

    Qualche bello schiaffatone quando si cresce, assestato al momento giusto, per me vale molto più di tante raccomandazioni. (anche se non parlo di scuola ma di vita familiare... anche se poi le note a scuola si tramutavano magicamente in mazzate a casa).
    Anche sui giovani d'oggi, sempre più classificabili come Cellanguli... 16enni che si credono i padroni del mondo e della scuola, che vivono come i 25/30enni, ma con la coccia di un ragazzino.

Condividi questa Pagina