Una foto, un pensiero.
PREFERIBILMENTE, A TESTA ALTA.

Riflessioni sull’orizzonte allargato.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Sabato, 27 Febbraio 2016 - Ore 17:00
Quanto darei per sapere questo: cosa se ne fa tanta gente di un orizzonte allargato?
Karl Kraus
 
Karl Kraus, però, non usava i telefonini. Riscriverebbe l’aforisma oggi, appuntandolo magari sullo smartphone?
 
No, perché è di questo che si parla: la postura che ormai abbiamo in moltissimi quando camminiamo e siamo indaffarati con il telefonino. Chini, curvi, ripiegati in noi stessi.
 
E siccome lo facciamo spesso, anche se non armeggiamo col telefonino le cose non vanno meglio.
 
Testa piegata verso il basso, postura sfigata, spalle inutilmente “caricate”.
 
E allora oggi – con il telefonino – ho scattato due foto, dallo stesso punto. Cosa vedono i miei occhi cambiando semplicemente la postura e rialzando la testa.
 
La visione del mondo dallo stesso punto, a testa bassa e a testa alta.
 
Le foto le vedete: c’è un mondo di differenza. E non è un modo di dire.
 
Insomma: preferibilmente, a testa alta.
 
ROSETO.com
Una foto, un pensiero.
TUTTI GLI ARTICOLI
 




Stampato il 10-23-2017 19:02:28 su www.roseto.com