Serie A2 Est – Mantova
ALBERTO MARTELOSSI: HO SCELTO MARCO TIMPERI PERCHE’ NON E’ UN POLLO D’ALLEVAMENTO.

Intervista al coach del Mantova, nuova squadra di Marco Timperi, ex Amatori Pescara. In calce, una sua intervista rilasciata lo scorso maggio 2016.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Venerdì, 15 Luglio 2016 - Ore 21:00
Marco Timperi, ragazzino terribile dell’Amatori Pescara 2015/2016, è stato ingaggiato dal Mantova, squadra di Serie A2 Est.
Abbiamo chiesto al suo nuovo allenatore, Alberto Martelossi, “Martello” per il basket, qualche riflessione sul pinetese Timperi.
Ecco la chiacchierata.
 
Martello, come mai Marco Timperi?
«Perché è un giocatore che ci è piaciuto subito, per due caratteristiche principali: la prima è la duttilità; la seconda il fatto che è un giocatore che viene dal basso, dalla gavetta, e che quindi ha fame, come ha dimostrato finora».
 
Ha iniziato tardi a giocare. Diciamo che non era un predestinato...
«Soprattutto, non è un pollo di allevamento di grandi settori giovanili, che sono molto reclamizzati ma spesso producono ragazzi e giocatori viziati. Anche questa cosa mi ha incuriosito».
 
Non volevi un pollo d’allevamento, quindi di certo non lo coccolerai...
«Ovviamente. Si dovrà guadagnare tutto. Nella nostra squadra ci sarà molta competizione, anche nel suo ruolo. Perciò dovrà lottare, stringere i denti, superare i momenti difficili, incazzarsi... a volte anche con me... sapendo che la sua prospettiva, data la giovane età, va oltre una sola stagione».
 
Insomma: massimo impegno, ma senza aver fretta...
«Seminare molto il primo anno, per arrivare ad avere i nervi saldi e giocare ad alto livello in un campionato come la A2 che, obiettivamente, si sta dimostrando più importante e migliore di quello che si pensasse, dopo l’assurdo ampliamento a 32 squadre».
 
Come lo hai visto in campo?
«Bene quanto ad attitudine difensiva. Mi sembra un giocatore ancora selvaggio, dal punto di vista difensivo, ma è molto presente sui palloni vaganti, pronto e con braccia lunghe. Adesso deve mettersi alla prova salendo di categoria».
 
E in attacco?
«Come sempre, parlando di giocatori di basket in A2, tiro migliorabile. Però l’ho visto con grande fiducia, anche in partite importanti. Probabilmente, deve migliorare la meccanica e la reattività di esecuzione vicino ad avversari importanti».
 
ROSETO.com > Archivio
Venerdì 27 maggio 2016
Serie B, Girone D – Pescara
MARCO TIMPERI: HA INIZIATO TARDI COL BASKET, MA STA RECUPERANDO BENE...
 




Stampato il 10-19-2017 00:20:56 su www.roseto.com