Basket In Carrozzina
SIMONE DE MAGGI: IL CAPITANO GUIDA LA GIOVINE ITALIA ALLA QUALIFICAZIONE PER I MONDIALI 2018.

L’articolo pubblicato sul MESSAGGERO Abruzzo sabato 1 luglio 2017.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 02 Luglio 2017 - Ore 12:15

L’Italia di basket in carrozzina impegnata nel Campionato Europeo di Tenerife, che si è qualificata per il Campionato Mondiale di Amburgo 2018, ha un Capitano abruzzese.

Si tratta di Simone De Maggi, esordiente con gli Azzurri senior dopo aver giocato un Europeo Under 22 e un Mondiale Under 23.

L’atleta classe 1991, che gioca in Serie A con gli Amicacci Giulianova, è il miglior marcatore italiano e ha retto bene alla responsabilità derivante dai gradi di Capitano.

D’altronde, ci vuole ben altro per impressionare un giovane che ha rischiato la vita a causa di un cancro che lo ha fatto smettere di giocare a basket, quando era nelle giovanili del Teramo dove, entrato a 15 anni, aveva fatto la trafila dell’Under 17 e dell’Under 19 giocando anche con Achille Polonara.

De Maggi, soprannominato “Giames” perché il suo idolo è LeBron James (e infatti gioca con il numero 6), nella stagione 2008/2009 scoprì di avere un osteosarcoma alla caviglia. Una mazzata per il giovanissimo, costretto al trasferimento a Bologna per i cicli di chemioterapia e poi a subire l’intervento chirurgico con l’amputazione di una gamba.

Poi, grazie a Facebook, il contatto degli Amicacci che lo invitano a tornare a giocare a pallacanestro, stavolta in carrozzina, e una eccezionale forza di volontà che lo ha portato a bruciare le tappe, diventando in poche stagioni prima un giocatore di Serie A e oggi il Capitano degli Azzurri.

Simone De Maggi non è soltanto, quindi, un grande atleta, ma anche un perfetto esempio di resilienza, avendo affrontato la malattia con serenità e determinato a vincerla anche grazie al fondamentale apporto della famiglia.

L’atleta si schermisce e loda innanzitutto la squadra, dicendosi onorato dell’occasione avuta.

L’Italia ha ricevuto i complimenti per la qualificazione al Mondiale anche dal Ministro dello Sport, Luca Lotti, e dal presidente del CIP, Luca Pancalli.

Gli Azzurri, allenati dal veterano Carlo Di Giusto, hanno come obiettivo a lungo termine la partecipazione alle Paralimpiadi di Tokio 2020.



Stampato il 12-18-2017 13:39:00 su www.roseto.com