AbruzzoBasket
ROSETO SU ZAMPINI, PESCARA PRENDE DRIGO, TERAMO CICOGNANI, GIULIANOVA RIPARTE DA SACRIPANTE.

L’articolo pubblicato sul MESSAGGERO Abruzzo domenica 9 luglio 2017.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Lunedě, 10 Luglio 2017 - Ore 19:00

Poker di movimenti nel basket abruzzese, con un tris ufficializzato e una quarta mossa che dovrebbe essere perfezionata nel giro di poche ore. Si comincia con quella ancora da mettere nero su bianco, che interessa il Roseto Sharks in Serie A2. Si tratta di Federico Zampini, playmaker classe 1999, Campione d’Italia Under 20 con il Moncalieri trionfando proprio nel PalaMaggetti di Roseto. L’under dovrebbe essere il cambio del regista titolare, Roberto Marulli, visto che l’altro under, Bolpin, ha preferito restare a Venezia – società che lo controlla – dopo l’esperienza a Recanati in A2 del campionato scorso.

Chi ha invece ufficializzato un ingaggio è l’Amatori Pescara in Serie B, che dopo il play Caverni e l’ala Leonzio ha messo sotto contratto Mathias Drigo, lungo del 1989 di 200 cm, lo scorso torneo in forza al Palestrina, sempre in cadetteria. Con Drigo salgono a quattro i giocatori a disposizione di coach Stefano Rajola, visto che bisogna tenere conto anche del confermato Grosso. Drigo, che nella stagione appena conclusa è arrivato in finale playoff perdendo contro il Napoli, vanta un consolidata esperienza a livello cadetto e ha dichiarato: «Sono davvero molto contento di aver scelto Pescara. Il coach mi ha trasmesso entusiasmo e positività: questo mi ha facilitato nella scelta. Anche se è luglio, sono già carico e mi sento pronto».

Lungo anche per il Teramo in Serie B, che ha ingaggiato Giacomo Cigognani, classe 1992 di 205 cm, in uscita dalla cadetteria di Forlì. Anche se giovane, Cicognani vanta già una vittoria della Serie B con il Ravenna, oltre ad essere stato un lungo in forza all’Italia Under 20 di coach Pino Sacripanti. Coach Piero Bianchi, nel commentare l’ingaggio che va a sommarsi alle conferme di Salamina, Lagioia e Nolli, ha dichiarato: «Cicognani è un giocatore dalle enormi potenzialità tecniche e fisiche, mani educate e gran rapidità di piedi per essere un due metri e cinque centimetri. Lo abbiamo scelto perché riteniamo che il nostro ambiente sia quello giusto per mettere in risalto le sue grandi qualità. Lui deve ancora esplodere definitivamente, anche perché i lunghi impiegano più tempo, e noi confidiamo nelle sue motivazioni».

Infine, sempre in Serie B, il Giulianova ha confermato il suo capitano Giuseppe Sacripante, giunto alla sua ottava stagione in maglia giallorossa.



Stampato il 10-16-2017 23:49:41 su www.roseto.com