Cronache Rosetane
FIUME TORDINO E RISCHIO IDROGEOLOGICO: IL COMUNE SOLLECITA LA REGIONE.

L’articolo pubblicato sul MESSAGGERO Abruzzo mercoledì 27 settembre 2017.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Giovedì, 28 Settembre 2017 - Ore 12:00

Il Comune sollecita la Regione per la messa in sicurezza del fiume Tordino.

Andando verso la stagione fredda, l’Amministrazione ha dichiarato che è necessario far  partire i lavori per evitare possibili alluvioni, come quella accaduta nel 2011. Per questo, da Palazzo di Città una settimana fa è partita una lettera indirizzata alla Regione (assessore e dirigenti).

Il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, Simone Tacchetti, ha spiegato: «La Regione aveva individuato, con una delibera del giugno 2016, un programma di interventi strutturali di difesa idrogeologica e idraulica, per complessivi 25 milioni di euro. E, tra quelli finanziati, si specificava l’intervento per la mitigazione del rischio sul fiume Tordino, tratto vallivo, per 1.280.000 euro. I lavori dovrebbero partire dalla foce del fiume fino a tutto l’abitato di Piane Tordino».

Circa la situazione attuale, Tacchetti ha chiosato: «Uno dei problemi maggiori è che, in territorio di Roseto, gli argini sono più bassi rispetto alla sponda opposta di Giulianova mentre, in altri tratti, il letto è addirittura più alto degli argini. Inoltre, la vegetazione cresciuta ostruisce il passaggio dell’acqua, mentre le arcate del ponte ferroviario sono quasi tutte ostruite da detriti e vegetazione. Dei lavori programmati, finora non c’è nessuna traccia. Come Comune, noi dobbiamo tutelare l’incolumità delle persone, la sicurezza delle abitazioni e delle strutture agricole, e saremo al fianco dei cittadini su questa battaglia per evitare che si vanifichino i sacrifici fatti finora».



Stampato il 10-17-2017 01:43:26 su www.roseto.com