Serie A2 Est Roseto Sharks
ROSETO-PIACENZA: LE PAGELLE DI LORENZO SETTEPANELLA.

I voti ai giocatori del Roseto, giunti alla sesta sconfitta consecutiva.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 05 Novembre 2017 - Ore 23:45

ROSETO 72
PIACENZA 88

Parziali: 14-25; 22-22 (36-47); 15-17 (51-64); 21-24 (72-88).
La partita, le interviste e le foto su ROSETO.com.
http://www.roseto.com/scheda_news.php?id=16640

DARELL COMBS 4
Un avvio così impalpabile da costringere il coach a toglierlo dopo appena 5 minuti. Difende con le sopracciglia, mentre in attacco, eccezion fatta per un paio di canestri estemporanei nel secondo quarto, tutto quello che nasce dalle sue mani o è un piccione viaggiatore o una randellata che fa tremare i ferri del PalaMaggetti. E l'impressione che si ha dal di fuori è che anche i compagni inizino a manifestare segnali di rigetto nei confronti di questo corpo estraneo. Pensavamo fosse una questione di tempo. Purtroppo no, è solo maledettamente scarso. Da accompagnare in aeroporto, prima possibile.

ION LUPUSOR 4,5
Una prima frazione in cui sbaglia tutto quello che può sbagliare e anche di più, ed un seconda in cui, malgrado l'impegno, non riesce mai ad invertire il trend negativo. Si salva solo a rimbalzo (6, in 33 minuti), da dietro la lavagna per tutto il resto (2/8 al tiro, 6 palle perse). Può solo migliorare.

MARCO CONTENTO 6
L'unico in grado di creare qualcosa dal palleggio e di far viaggiare con profitto la palla nel cuore dell'area a beneficio di un Infante in stato di grazia, ma le sue percentuali, purtroppo, peggiorano terribilmente nella seconda frazione, fino ad arrivare ad un deludente 3/14. Uno di quelli che maggiormente risentono dell'assoluta inconsistenza del collega di reparto americano.

GIORGIO DI BONAVENTURA 6
Impegno che non manca (difesa e ben 3 rimbalzi in meno di 8 minuti), ma non la butta mai dentro.

FEDERICO ZAMPINI 6,5
L'indisponibilità di Marulli lo scaraventa in quintetto, ed il ragazzo risponde presente. Alla fine, un po' per merito, un po' per circostanza, rimane in campo per 33 minuti recando in dote difesa (tigna e due recuperi), rimbalzi (4) e qualche buon canestro (12 punti con 5/7 dal campo). Qualche evitabile svarione in fase di costruzione, ma i miglioramenti iniziano a vedersi.

RICCARDO CASAGRANDE 6,5
Una condizione fisica assai precaria non gli permette di esprimersi al meglio, ma non gli impedisce di lottare alla morte in difesa e a rimbalzo (5 in 32 minuti). Gioca sul dolore, e fa più di quello quello che potrebbe in quelle condizioni. Averne di gente così.

FRANCESCO INFANTE 8
Assolutamente incontenibile. Una forza della natura che tiene in partita gli Sharks quasi da solo nei primi due quarti. Brillante tanto spalle quanto faccia a canestro, duro, deciso, presente. Cala inevitabilmente alla distanza, ma non è oggettivamente lecito chiedergli di più: 23 punti (con 9/14 dal campo) e 8 rimbalzi in 34 minuti. Da applausi.

COACH EMANUELE DI PAOLANTONIO 6
Ogni considerazione tecnica diventa secondaria se si riflette sul fatto che quello che ora ha tra le mani è probabilmente il Roseto più scarso di sempre. Quindi fa quello che può con quello che ha a disposizione, che purtroppo è poca roba. Ogide non c'è (e quando c'è non se ne accorge nessuno, manco gli avversari), l'ormai lungodegente (visto che ha saltato 4 gare su 6) Marulli nemmeno, Combs sì (ma sarebbe meglio se non ci fosse), e il resto della truppa, fatta di onesti comprimari, è con la fiducia ai livelli minimi storici. Solo un innesto in grado di garantire qualità, leadership, ottimismo, può salvare gli Sharks da uno psicodramma ormai conclamato.







Stampato il 11-23-2017 06:37:38 su www.roseto.com