Serie A2 Roseto Sharks
SQUALI BATTUTI DALLE AQUILE FORTITUDINE

I numeri, la situazione in classifica e la dichiarazione di coach Di Paolantonio.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 24 Dicembre 2017 - Ore 01:00

FORTITUDO BOLOGNA 68
ROSETO 56
Parziali: 29-18; 18 -10; 11-16; 10-12.

FORTITUDO BOLOGNA: Cinciarini  12, Mancinelli  13, Legion  3, Fultz  7, Murabito  n.e., Montanari  n.e., Chillo, Gandini, Rosselli 16, Pini 2, Italiano 10, McCamey 5. Coach: Boniciolli.

ROSETO: Carlino 20, Ogide 3, Lupusor 10, Contento 8, Di Bonaventura, Lusvarghi, Zampini, Casagrande 3, Marulli 6, Infante 6. Coach: Di Paolantonio.

Roseto lotta, ma non riesce a piazzare il colpaccio natalizio al PalaDozza.

Bologna, che lascia in tribuna per turnover dei senior l’ex Bryan e Amici – tanto per capire la profondità della Fortitudo – vince fidando sui suoi italiani veterani, visto lo scarso apporto dei due stranieri (fra i quali l’ex Legion).

Certo, non era questa la partita che gli Sharks dovevano vincere, ma prima o poi non sarebbe male pizzicarne qualcuna.

Di buono, allargando il campo, c’è che Bergamo rimedia una sonora sconfitta a Ferrara e – soprattutto – Orzinuovi perde in casa per mano di Verona.

Questo significa che in coda tutto resta invariato, con Roseto a 4 punti, Bergamo e Orzinuovi a 6 e il terzetto composto da Piacenza, Treviso e Forlì a 10.

Prossimo impegno per gli Squali ancora in trasferta. Infatti, Roseto giocherà la 14^ giornata, penultima di andata prima di chiudere in casa ad anno nuovo contro Verona, venerdì 29 dicembre 2017 (20.30) a Treviso.

Tornando alla gara di Bologna, questo il commento di coach Emanuele Di Paolantonio a fine partita: «Sapevamo che sarebbe stata molto difficile e non era sicuramente questa la gara da vincere a tutti i costi per raggiungere la salvezza, però questa partita ci deve dare consapevolezza di andarci a giocare i prossimi scontri senza paura e con la convinzione dei nostri mezzi. Abbiamo pagato sul lungo periodo l’impatto fisico degli esterni di Bologna, che hanno lavorato molto bene su Carlino soprattutto nella seconda parte di gara. Noi però siamo vivi, la salvezza è alla nostra portata e questa partita ci dà un pizzico di positività in più».



Stampato il 01-24-2018 02:50:03 su www.roseto.com