Fischi Europei Luigi Lamonica
PARLANDO DI ARBITRI, FINORA IL MIGLIORE EUROPEO DI SEMPRE.

Luigi Lamonica, arbitro abruzzese agli Europei in Lituania, ci racconta la sua esperienza.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Sabato, 10 Settembre 2011 - Ore 03:00
Puntata 13 di venerdì 9 settembre 2011.
 
Ciao a tutti dalla lontanissima Lituania.
 
Un altro giorno è passato qui a Vilnius ed il clima ci ricorda che da queste parti l\'autunno sta per arrivare. Ormai il sole non lo si vede quasi più, il cielo è sempre grigio e non è raro che violenti scrosci di pioggia costringano i pedoni ad aprire gli ombrelli, accessori quasi obbligatori.
 
Tutti noi speriamo che alle 8 e 30 del mattino si scateni un temporale, visto che – è codificato – nell\'eventualità di pioggia siamo esentati dalla seduta di fitness della mattina. Perché, essendo la cosa più importante quella di evitare gli infortuni, con la pioggia niente seduta mattutina… cosa che fino ad ora non è mai capitata.

Il meeting delle 10.30 è stato molto più veloce rispetto a ieri, perché c’erano meno partite da analizzare. Pochi gli spunti di discussione, anche perché in campo viene fatto davvero un buon lavoro. Finora, questo è sicuramente il Campionato Europeo – e con questo sono 4 quelli ai quali ho partecipato – con il livello arbitrale migliore. In nessuna partita c\'è stato casino per il nostro lavoro, in nessuna partita gli arbitri sono stati contestati per le loro decisioni.
 
Credo che questo sia dovuto anche alla fiducia che Miguel Betancour e tutto lo staff di FibaEurope - a partire dal primo giorno di raduno,  ripetendolo ad ogni occasione, martellandoci il cervello - hanno saputo infondere ad ognuno di noi, anche ai più giovani, anche agli esordienti.

Credo che questo sia stato, fino a questo punto, il motivo del successo di questo Eurobasket. A tutti noi è stato fatto capire che ognuno deve svolgere, nell\'ambito delle proprie competenze, il proprio compito: quello di prendere delle decisioni, usando o talvolta non usando il fischietto. Ed a noi arbitri esperti è stato anche richiesto di avere fiducia nei nostri colleghi giovani, di lasciarli prendere le loro decisioni e loro ci stanno ripagando con prestazioni di altissimo livello.

Oggi la mia partita è stata Germania-Turchia.
A questo punto del torneo tutte le gare sono importanti, ma per la Germania era la classica partita della vita o della morte. Una sconfitta significava perdere tutte speranze e tornare a casa. Forse per questo motivo il primo tempo è stato inguardabile ed il punteggio... da minibasket (26-20). Questo spiega da solo gli errori commessi dalle due squadre. Poi nel terzo quarto, i giocatori NBA hanno deciso di far vedere di che pasta sono fatti. In particolare Nowitzki, che ha deliziato il folto pubblico presente con 3 o 4 dei suoi caratteristici tiri in sospensione cadendo indietro. A quel punto la partita è girata, diventando intensa con risultato altalenante.
 
È un vero piacere vedere giocare Nowitzki. Ha dei movimenti, per un giocatore della sua altezza, di un\'eleganza superiore. Un giocatore che è davvero il simbolo di questa squadra e, di fianco a lui, anche i comprimari riescono a dare il massimo, vincendo una partita importantissima divenuta a tratti spigolosa.

Tutta diversa la partita Francia-Lituania, alla quale ho assistito dalla tribuna.
Atmosfera solita, calda passionale da parte degli 11.000 spettatori, che per tutto l\'incontro hanno sostenuto la squadra di casa. Ma non c\'è stato niente da fare contro la classe di Tony Parker messa al servizio della squadra, specialmente nei momenti topici della gara, quando l\'importanza di un canestro aveva un valore doppio e lui era lì a depositare il pallone nella retina.

Sabato riposo completo, esentati dalla seduta fitness tutti gli arbitri e niente designazione. A tutto relax.
 
Il solito caloroso sorriso.
 
 
[La GARA]
GERMANIA 73
TURCHIA 67
Parziali: 6-13, 17-13, 25-20, 25-21.
 
 
[Il CAMPIONATO EUROPEO sul WEB]
 
Il sito ufficiale della FIBA (inglese)
 
Wikipedia (italiano)
 
 
ARCHIVIO > Le puntate precedenti.
 
Puntata 01 di sabato 27 agosto 2011. LITUANIA, ARRIVO!
 
Puntata 02 di domenica 28 agosto 2011. SPREMUTI, MESSI IN GUARDIA E ILLUMINATI DA RONNIE NUNN.
 
Puntata 03 di lunedì 29 agosto 2011. A SCUOLA DA MIGUEL BETANCOUR.
 
Puntata 04 di martedì 30 agosto 2011. FABIO FACCHINI: CHAPEAU!
 
Puntata 05 di mercoledì 31 agosto 2011. SUGGESTIONI SULLA VIA PER ALYTUS
 
Puntata 06 di giovedì 1 settembre 2011. DARSI ALL’IPPICA IN LITUANIA
 
Puntata 07 di venerdì 2 settembre 2011. GIORNO LIBERO A KAUNAS
 
Puntata 08 di sabato 3 settembre 2011. MACEDONIA INDIGESTA PER LA GRECIA
 
Puntata 09 di domenica 4 settembre 2011. IMMERSO FRA BOSCHI E PENSIERI
 
Puntata 10 di lunedì 5 settembre 2011. LE LACRIME DI CHI PARTE
 
Puntata 11 di mercoledì 7 settembre 2011. IL SILENZIO SULLE DESIGNAZIONI, IL BOATO DEI TIFOSI.
 
Puntata 12 di giovedì 8 settembre 2011. ASPETTANDO GLI EVENTI
 






Stampato il 04-20-2018 01:27:34 su www.roseto.com