[Ricerca Avanzata]
Lunedì, 23 Ottobre 2017 - Ore 2:26 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Demis Cavina: Quelli che la LegaDue. Numero 001.
VIRTUS BOLOGNA IN POLE POSITION.
Demis Cavina, coach di Imola, squadra di Legadue.

Demis Cavina, amico di ROSETO.com, inizia il suo Diario che parlerà della seconda lega italiana (e di tutto quel che gli pare e piace). Trattandosi di coach al lavoro, gli siamo doppiamente riconoscenti.

Imola (BO)
Venerdì, 01 Ottobre 2004 - Ore 16:00

Il campionato di Legadue è alle porte e quest’anno, anche per rimanere in contatto con gli indimenticabili amici rosetani, ho deciso di relazionarvi settimanalmente sull’andamento della stagione con una sorta di diario.

L’idea è nata (guarda caso…) nel mio ristorante preferito di Roseto (il nome non si dice onde evitare pubblicità occulta, ma permettetemi di salutare Giuliano e tutti i ragazzi che frequentano l’innominabile locale) in una serata “uggiosa” di mezza estate, quando il mio “compagno di Arrosticini”, al tempo Lucone Maggitti, mi propose di scrivere questa rubrica.

La domanda è stata accolta senza esitazione ed eccomi qui davanti al pc…

Non avendo ancora materiale per la cronaca spicciola (le partite inizieranno domenica 3 ottobre) come “Prima pagina” del diario ho deciso di tentare un pronostico sul campionato, analizzando le squadre e descrivendone le caratteristiche.

La Legadue è formata da sedici squadre (due in più dello scorso anno); di queste due saliranno in serie A (la vincente della regular season e la vincente dei play off) e due retrocederanno (entrambe al termine della regular season senza quindi i play out).

Dopo le fatiche estive, la campagna acquisti ed il precampionato, sono sempre più convinto di quanto sia elevato il livello dei vari roster (le neo promosse sono quasi tutte corazzate) e di come la classifica avrà una frattura netta tra chi lotterà per la promozione (una dozzina di squadre) e da chi lo farà per non retrocedere.


PRIMO GRUPPO
(Promozione diretta.)

BOLOGNA
Per la Virus conta solo la serie A1, tant’è che nel precampionato ha giocato più volte alla pari con Treviso, Milano, Napoli. Ma il problema potrebbe essere proprio questo…guai a pensare di essere già al piano di sopra. Comunque squadra da battere.

SCAFATI
Potrei parlarvi meglio di Scafati dopo la prima giornata quando giocheremo proprio al Pala Mangano, ma avendoli visti bene nel precampionato non esito a svelarvi alcuni dettagli dello squadrone allestito dal vulcanico Longobardi. Quintetto stratosferico (Wilson e Robinson due marziani), panchina non lunghissima (potrebbe allungarsi con un colpo di mercato proprio in questi giorni), ma il campo più caldo del campionato.

FERRARA
Ha in Busca il migliore play del campionato (in termini di regia pura) e una coppia di esterni dal potenziale “cinquantello” a partita (Thomas e Williams). La panchina non è talentuosissima ma atleticamente ci sta tutta.


SECONDO GRUPPO
(Play off senza fatica.)

RIETI
Ha solo, si fa per dire, due americani (DeMarco J. e Washington) avendo saggiamente deciso di confermare il blocco di italiani che ha vinto lo scorso campionato. Se il gruppo regge andranno lontani. Il calore del pubblico reatino sarà un fattore.

CAPO D’ORLANDO
Con Oliver da italiano (ma a me darebbero così facilmente il passaporto americano?) sono da primi posti. Non faticheranno a segnare cento punti a partita…dovranno cercare di non subirne 101, ma per questo Perdichizzi è una garanzia.

NOVARA
Non hanno badato a spese i piemontesi. Il quintetto è ben allestito in tutti i suoi ruoli con Collins che trascinerà il gruppo. Per essere considerata una grande avrebbe bisogno di un paio di cambi di qualità.

PAVIA
Anche i lombardi hanno operato molto bene sul mercato. Morri, Cooper e Gregory sono “soldi in banca” (per dirla all’americana). Squadra da contropiede. Come per Novara, servirebbero un paio di cambi importanti per proiettarla al piano di sopra.


TERZO GRUPPO
(Probabili outsider, in ordine sparso.)

MONTECATINI
Monti e gli americani (Hicks, Smith e Koch) non si discutono. I tifosi termali dovranno abituarsi a Giovacchini che come modo di giocare è diametralmente opposto a Spinelli, ma probabilmente più idoneo al gioco di Calvani. Con la difesa metterà in difficoltà tutti.

MONTEGRANARO
A metà del roster della promozione si sono aggiunti degli ottimi “mori” (Childress e Tyler). Il manico del “Pilla” darà buoni frutti e non faticheranno ad arrivare nelle prime nove. Per le partite casalinghe dovranno emigrare a Porto S. Giorgio.

CASERTA
Ottimi i lunghi (Powell, Prelazzi e Foiera), ma se escludiamo il fromboliere Mack tra gli esterni non ci sono altri realizzatori di continuità. Anche per la seconda squadra campana, il fattore campo (il mitico PalaMaggiò) inciderà… in positivo o in negativo.

RIMINI
Coach Becirovic (papà del celebre giocatore) punta su due volponi del parquet come Thompson e Monroe. Metà del gruppo era già insieme nella passata stagione, segno di continuità e un bel vantaggio, anche se potrebbero sorgere dubbi sulla continuità del tiro da fuori


QUARTO GRUPPO
(Si salvi chi può.)

OSIMO
Giocheranno sempre al 100%. Anche quest’anno la squadra di Alessio avrà tante scommesse ma tutte plasmate sul gioco che predilige il coach: corri corri e corri. Gli americani “sconosciuti” Williams e Taylor hanno fatto un buon pre campionato… così come il mitico Scorrano.

FABRIANO
Visti al torneo di Ferrara mi hanno fatto una buona impressione. Hanno inserito il terzo americano pochi giorni fa e questo potrebbe rappresentare un problema iniziale. Molto giovani ma mastini in difesa.

TRAPANI
La squadra è stata assemblata tra luglio ed agosto. Il coach Banchi è di quelli “buoni” che vuole rilanciarsi in una piazza che vuole tornare importante. Ha firmato quel Clack già visto a Reggio Emilia. La panchina è giovane ma di buone speranze.

SASSARI
Ha avuto una estate travagliata. Faina è il coach più esperto in circolazione e per questo rappresenta una garanzia per un ambiente che sta vivendo un periodo difficile. E’ rimasto il giocatore simbolo (Rotondo) mentre il mercato USA si è fatto in economia.


IMOLA? Ah Ah Ah!!!
Non crederete che mi “auto piazzi”. Vi dico solo che il nostro unico obiettivo è la salvezza … non fatemi aggiungere altro.


A presto.
Demis Cavina
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
SHARKS 2017-2018. Un voto alla squadra, prima dell'inizio del campionato.
Ottimo
Buono
Sufficiente
Mediocre
Scarso


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2017 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft