[Ricerca Avanzata]
Lunedμ, 11 Dicembre 2017 - Ore 2:52 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie B, Girone C – Campli, Giulianova, Ortona, Pescara, Teramo.
CAMPLI VINCE IL DERBY CONTRO GIULIANOVA A FIL DI SIRENA, KO PER TERAMO, PESCARA E ORTONA.
Il Campli festeggia la vittoria a fil di sirena del derby contro il Giulianova.

Il punto di coach Gabri Di Bonaventura sulle abruzzesi di Serie B. 11^ giornata di andata.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Martedμ, 05 Dicembre 2017 - Ore 11:00

Undicesima giornata di andata per le cinque franchigie cestistiche abruzzesi impegnate nella seconda lega dilettantistica nazionale (Campionato di Serie B, girone C), proviamo ad analizzare rapidamente quanto accaduto in questo primo weekend di un dicembre che si preannuncia di “sofferenza”, almeno per il sottoscritto che non sopporta il freddo.

CAMPLI-GIULIANOVA
Dopo la netta sconfitta (83-63) rimediata nel turno precedente sul legno del Senigallia (12), il Campli (14) di coach Millina rialza la testa, piegando proprio all’ultimissima curva (72-71), in un derby che non ha disatteso le aspettative emotive, il Giulianova (10) di coach Tisato, giunto ad un passo dal prezioso blitz in terra farnese…
La gara, che alla vigilia si preannunciava anche tecnicamente come vibrante e molto equilibrata, in realtà sembrava, a metà gara, sensibilmente indirizzata verso la costa, con gli ospiti che rientravano per la pausa lunga con un bel vantaggio (31-39), costruito primariamente su una difesa solida e sui polpastrelli educatissimi di un Preti versione deluxe (28p con 2/4 da 2, 7/8 da 3, 3/4 in lunetta, 4 falli subìti, 30 di valutazione in 30m)…
Ma al ritorno sul parquet, il caparbio Serafini (8p con 3/4 dal campo, 7 di valutazione in 20m), con un paio di brillanti giocate, restituiva fiducia alla compagine biancorossa (44-41 al 24’), con gli ospiti che però non demordevano, limitando i danni e chiudendo il terzo periodo in perfetta parità (51-51)…
Nel tempino decisivo l’equilibrio regnava sovrano, fino a quando, sul 70-70 a 9” dalla sirena, il capitano giallorosso Sacripante (6p con 2/7 dal campo, 1/2 in lunetta, 1 di valutazione in 21m) siglava dalla lunetta un tiro libero che portava avanti la franchigia del Presidente Tribuiani, mettendo grande pressione sull’ultimo decisivo possesso dei locali…
Nel concitatissimo finale, il Giulianova (Ricci 8, Criconia 6, l’ex Tomasello 5, Banchi 3) concedeva agli avversari colpevolmente un paio di doppi tiri, sull’ultimo dei quali il combattivo centro Ponziani (Mvp, perché i punti non si contano ma si pesano, 14p con 7/15 complessivo, 10 carambole, 18 di valutazione in 30m) griffava la giocata della vittoria, nell’entusiasmo del caloroso pubblico di casa, sempre vicino alle sorti di capitan Petrucci (10) e soci…
Spulciando fra le statistiche, da rimarcare, fra i locali, le prove del versatile Di Carmine (9p con 3/6 dal parquet, 3/3 a gioco fermo, 9r, 4 assist, 21 di valutazione senza mai uscire dal campo), del chirurgico terminale Cantagalli (15p 2/2 da 2, 2/2 da 3, 5/5 in lunetta, 15 di valutazione in 29m) e dell’ispirato regista Burini (11p con 3/3 da dietro l’arco dei sogni, ben 7 assist, 21 di valutazione in 33m) mentre, fra gli ospiti, l’unica doppia cifra, oltre a quella corposa del già citato Preti, riguarda l’atletica ala Bastone (10p con 5/8 complessivo, 4r, 3 assist, 9 di valutazione in 32m)…
Nel prossimo turno, Bolletta (5) e soci affronteranno in trasferta (PalaDolmen, giovedì 7 dicembre, ore 21) il redivivo Bisceglie (8) di coach Sorgentone in un match decisamente impegnativo per i colori biancorossi , vista la caratura dell’organico pugliese e soprattutto la voglia di risalire la graduatoria che anima la franchigia nerazzurra, partita con obiettivi molto ma molto ambiziosi… Campli però, rinvigorito dal secondo derby vinto fra le mura amiche, non ha nulla da perdere e quindi proverà tenacemente a rimanere attaccato agli avversari fino alle battute finali, quando la pressione – ovviamente in questo momento tutta riversata sulle spalle dei locali - potrebbe rivelarsi una preziosa alleata della franchigia farnese, ostinatamente alla ricerca del terzo blitz stagionale.
Per quanto riguarda il Giulianova, invece, tanto per cambiare derby… e che derby!
Nel prossimo turno, infatti, Di Diomede (5) e gli altri in canotta giallorossa sfideranno sul legno amico (giovedì 7 dicembre, ore 20) l’Amatori Pescara (12) in un match importante per gli uomini di coach Rajola ma “drammatico” per la franchigia guidata da coach Tisato, chiamata a scongiurare la quinta sconfitta consecutiva che aprirebbe a tutti gli effetti una crisi all’interno del sodalizio giallorosso gestito da Nicola Sacripante…
Pescara, al completo e con l’addizione dell’incisivo under Masciarelli, è squadra da primissimi posti in questo girone e parte, a mio modesto avviso, con il favore del pronostico, ma occhio perché la compagine giallorossa ha troppa voglia di recuperare quello smalto di inizio torneo, quando sembrava franchigia avviata a recitare una parte di rilievo nella zona più nobile della graduatoria, quindi mi attendo una gara molto tirata e a basso punteggio… chi scollinerà per primo i sessanta punti credo metterà le mani sulla parte buona del referto, vedremo se la sensazione che ho sarà supportata dal responso del campo… nell’attesa, mettiamoci comodi e godiamoci il derby, sperando di vedere il Palacastrum pieno di gente appassionata e rispettosa, magari con tanti bimbi al seguito potenzialmente in grado di avvicinarsi a questo sport meraviglioso (l’unico che tende al cielo!) con la necessaria educazione e correttezza che noi adulti dovremmo trasmettere alle future generazioni, come diceva il grande Totò, “a prescindere”.

ORTONA
Come prevedibile, l’Ortona (6) di coach Salomone non riesce nell’impresa di sbancare il PalaDolmen, incassando la settima, dolorosa sconfitta in fila (85-68) al cospetto di un Bisceglie (8) troppo affamato di vittoria - ma anche troppo più competitivo come roster! - per steccare l’ennesimo appuntamento casalingo…
La gara è stata costantemente comandata dai padroni di casa (20-15, 43-34, 70-47), che hanno disposto in lungo e in largo della generosa compagine abruzzese, salvo poi allentare la morsa nell’ultimo tempino, con il risultato già largamente depositato in cambusa…
Mvp, fra i locali, l’agonista ex Montegranaro Bedetti (20p con 8/11 complessivo, 2/3 in lunetta, 2r, 5 falli subìti, 19 di valutazione in 29m), ottimamente supportato dal navigato, ex Chieti, Bonfiglio (22), dal centro Antonelli (11) e dall’ala, ex di turno insieme a coach Sorgentone e al play-guardia Diomede (3), Luca Castelluccia (10) mentre, fra gli ospiti, doppia cifra per il play titolare Marchetti (12p con 5/12 dal campo, 5 perse, addirittura – 1 di valutazione in 25m) e per il tenace Crusca (18p con 7/12 complessivo, 10 di valutazione in 28m)…
Nel prossimo turno, Martelli (9) e soci affronteranno al PalaMelilla (mercoledì 6 dicembre, ore 20:30) il Cerignola (6) di coach Marinelli, con l’addizione Danilo Petrovic, ala serba classe ’99 ex Virtus Bologna, e la necessità di tamponare l’emorragia per evitare l’ottava sconfitta in fila che potrebbe gettare nello sconforto una compagine composta da molti giovani e con un head-coach alla prima esperienza in Serie B… proprio per queste ragioni, credo sia fondamentale che la società brillantemente presieduta da Valentinetti, alla terza esperienza in cadetteria, rimanga lucida, continuando ad infondere fiducia, motivazioni ed energia positiva a giocatori e staff tecnico, evitando di peggiorare le cose con le classiche iniziative (congelamento dei rimborsi, ricatti psicologici e altre amenità del genere) tipiche di quelle società gestite da individui spesso privi di cultura e sensibilità sportiva, per non dire altro. 

PESCARA
Dopo aver conquistato, nel turno precedente, la quarta vittoria nelle ultime cinque gare, battendo (77-69) la matricola Cerignola (6), il Pescara (12) di coach Rajola - ulteriormente potenziato dall’arrivo in settimana da Siena (A2) del versatile Masciarelli (20p con 3/8 da 2, 3/6 da 3, 5/7 in lunetta, 5 falli subìti, 11 di valutazione in 36m), un under (classe ’98) super per la categoria e cresciuto proprio all’Amatori – torna a mani vuote dalla Città dei Sassi, battuto (77-66) da un Matera (14) apparso in netta ripresa (quattro vittorie consecutive!) dopo un avvio di torneo non esattamente da urlo…
Dopo un primo tempo letteralmente dominato dai padroni di casa (50-33), gli adriatici (sempre out l’ala piccola, ex Cento, Bedetti) rientravano in campo con la faccia giusta, contenendo le manovre offensive dei lucani (Migliori 16, Cozzoli 12, Ravazzani 9) e trovando con Leonzio (13p con 4/12 dal parquet, 4r, 4 assist, 5 falli subìti, 14 di valutazione in 36m) la tripla del – 5 (57-52 al 27’) che di fatto riapriva la contesa...
Matera, però, non si scomponeva più di tanto e, dopo essere entrata nel tempino decisivo con un cospicuo vantaggio in doppia cifra (67-56), alzava al massimo l’intensità difensiva, concedendo agli avversari soltanto dieci punti (!) e tagliando lo striscione del traguardo con mestiere e senza grandi complicazioni…
Hombre del partido, senza ombra di dubbio, l’ala classe ’95, ex Rimini, Battistini, protagonista di una gara da leccarsi i baffi: 29p con 6/9 da 2, 4/10 da 3, 5/8 a gioco fermo, 6r, 5 falli subìti, 29 di valutazione in 35m… che roba!
In casa Amatori, detto dell’ottimo esordio di Masciarelli e della prestazione più che onesta del bomber Leonzio, da rimarcare le doppie cifre dell’ala forte, ex Palestrina, Drigo (12p con 5/11 complessivo, 9r, 3 assist, 14 di valutazione in 33m) e del play, classe ’96, ex Senigallia, Caverni (10p + 3 assist, 14 di valutazione in 30m)…
Nel prossimo turno, Capitanelli (8) e soci, come già anticipato, saranno di scena a Giulianova (10), scivolato attualmente in decima posizione in coabitazione con la matricola Nardò, con l’obiettivo di sfruttare al massimo la rotazione a dieci ora a disposizione di coach Rajola ed espugnare il fortino giallorosso, pareggiando, così, il bilancio fra derby vinti (Teramo) e persi (Ortona e Campli) nel girone di andata… cosa aggiungere?
Ah già… chi tiene polvere spara!

TERAMO
Dopo la vittoria (68-56) ottenuta nel turno precedente al Palaskà a spese della neopromossa Fabriano (6) di coach Aiello, il Teramo (12) di coach Bianchi torna con le ossa rotte (89-61) dalla trasferta di Civitanova (12), frenando la propria corsa verso la seconda poltrona, attualmente distante una vittoria e presidiata da Campli, Recanati e Porto Sant’Elpidio…
Quello che sulla carta doveva essere un match equilibrato, in realtà si è trasformato in un perentorio monologo (24-15, 46-36, addirittura 69-45) degli uomini di coach Rossi, probabilmente alla loro miglior prova stagionale nonostante l’assenza del lungo Marinelli, come testimoniano i cinque atleti finiti in doppia cifra (Coviello 19 e brillante Mvp con 7/11 dal campo, 5r, 2 assist, 6 falli subìti e 23 di valutazione in soli 24m, l’ex Tessitore 16, il veterano Francesco Amoroso 13, Cassese 12, Felicioni 11)…
Nelle fila del Teramo - impossibilitato a schierare l’ottima ala forte, classe ’98, Milojevic almeno fino al derby casalingo con il Giulianova (10) in programma il 7 gennaio 2018 – l’unico a raggiungere la doppia cifra è stato il produttivo centro Cicognani (20p con 10/13 da 2 5r, 21 di valutazione in 29m) a cui ha provato ad offrire sponda il volitivo Staffieri (8p + 8r e 3 assist, 15 di valutazione in 35m)…
Nel prossimo turno, Lagioia (8) e soci sfideranno al Palaskà (giovedì 7 dicembre, ore 20:30) la capolista imbattuta San Severo (22) guidata dal coach teatino Salvemini… il pronostico sembrerebbe sensibilmente favorevole alla franchigia giallonera, ma la formazione presieduta da Ruscitti - oltre a sperare il giusto in un calo di tensione degli avversari che a questo punto potrebbe anche risultare fisiologico, vista anche una rotazione non proprio profondissima - vorrà sicuramente riscattare l’opaca prova fornita contro la matricola marchigiana, quindi è auspicabile attendersi, se non un obiettivo di risultato, sicuramente un obiettivo di prestazione… e qualche volta, quando non hai grandi pressioni e raggiungi con entusiasmo l’obiettivo di prestazione, guarda caso raggiungi anche quello di risultato… sbaglio?   

Ho finito, la dodicesima giornata già bussa alle porte, buon vento alle spalle!

ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

ROSETO.com
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Qual θ il tuo giudizio sull'operato di Sabatino Di Girolamo, Sindaco di Roseto?
Ottimo
Buono
Sufficiente
Mediocre
Scarso


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2017 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft