[Ricerca Avanzata]
Martedμ, 23 Gennaio 2018 - Ore 23:03 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Fischi Mondiali – Luigi Lamonica
UNA ESPERIENZA A 86 CARATI!
VISITORS
Luigi Lamonica, Anthony Jordan, Vitalis Godes, Samir Abaakil.


MOZZAFIATO
La Moschea Blu.


ITALIANO MONDIALE
Guerrino Cerebuch.


Luigi Lamonica, arbitro abruzzese ai Mondiali in Turchia, ci racconta la sua esperienza. Puntata 15 del 8 settembre 2010.

Istanbul (Turchia)
Giovedμ, 09 Settembre 2010 - Ore 02:00

Buona giornata a voi, sperando che sia veramente una bella giornata.

Inizio con un pensiero per Elvira, che oggi verrà operata per la sostituzione della valvola aortica. Anche se sono lontano, penso ad Elvira e, come ho detto in un'altra pagina di questo diario, sono sicuro che l'affetto di tutti i suoi cari e delle persone che le vogliono bene sarà la medicina migliore per la sua convalescenza. E poi, soprattutto, "correre" dietro i suoi nipoti la renderà la nonna più felice e sana del mondo, ne sono sicuro.

Stamani, visto che in programma c'era il tour nella città antica, mi sono svegliato un po’ prima e sono andato a correre. Ragazzi, che giornata meravigliosa di sole e che aria tersa, pulita, fresca che ti metteva voglia. E’ stato davvero un piacere farsi una bella sudata, ascoltando un po’ di musica.
 
Quando ho finito il percorso, sono rimasto incantato dal Mar di Marmara, dalle decine di navi in attesa in rada, dal cielo, dal colore blu intenso del mare, dalla gibigiana… che è il riflesso del sole sulle onde del mare (grazie Alessia che mi hai erudito in merito)  e che procura quell'effetto accecante, dal canale del Bosforo in lontananza, ma soprattutto da quella brezza che mi asciugava il sudore, procurando una piacevole sensazione di sollievo.
 
Sono ormai 15 giorni che sono in Turchia, tra pochi giorni questa meravigliosa esperienza sarà terminata e adesso è il momento in cui si iniziano a sovrapporre i ricordi e le esperienze: Batu e il suo gruppo di volontari a Izmir, il jet privato, la giornata di mare a Cesme, l'escursione ad Ephesos e alla casa di Maria, le emozioni provate  nei momenti di raccoglimento. E poi le partite, le risate e gli scherzi con i colleghi, soprattutto quelli conosciuti per la prima volta: Anthony, Jorge, Samir dal Marocco e Vitalis, che oltre che essere arbitro è anche segretario della Federazione del Kenia e che un giorno mi ha confessato in albergo: "Luigi, qui si mangia troppo, io non sono abituato...". Il suo sorriso, la sua pacatezza, la sua tranquillità, il suo modo di prendere questa esperienza senza aspettare la designazione per il giorno dopo (perché per lui è abbastanza essere qui), ti fa capire quanto sei stato fortunato.

E mentre tutti i pensieri si rincorrevano ed io ero fermo ad ammirare lo spettacolo della natura e a godere dei raggi del sole e della brezza del mare, un brivido commovente si è fatto sentire e mi ha fatto capire che era meglio tornare in albergo per non rischiare di scivolare sul patetico.

In mattinata, visita ad Aghia Sofia ed al Palazzo di Topkapi. Aghia Sofia è attualmente un museo dopo essere stata prima una Chiesa e successivamente, sotto il sultanato ottomano, trasformata in Moschea. Per questo motivo è l'unica costruzione al mondo dove i simboli delle 2 religioni, musulmana e cattolica, condividono la stessa struttura. In nessun altro posto del mondo è possibile avere una simile combinazione, senza provocare reazioni da parte dei praticanti delle rispettive religioni. E così, mentre su un lato si può ammirare un mosaico in oro zecchino raffigurante Mosè,  dall'altro ci sono altri simboli della religione musulmana. Le dimensioni della Basilica sono impressionanti, e nonostante i vari saccheggi, terremoti e ricostruzioni susseguitesi nel tempo, le sue dimensioni non hanno nulla da invidiare anche alla stessa Basilica di San Pietro. E' il monumento più importante dell'intera Turchia e vale la pena visitarla.

Il Palazzo di Topkapi invece è stato da sempre la sede del sultanato ottomano e gli sfarzi dei giardini e delle costruzioni ne sono la testimonianza. In un'ala  è conservato il tesoro del Sultano, fatto dei doni ricevuti e comprendente alcuni gioielli di una bellezza mozzafiato, tra cui il diamante più grande del mondo: 86 carati! Sembra che sia stato inserito un neon per quanta luce viene riflessa. L'intero tesoro è secondo al mondo solo alla celeberrima collezione di gioielli della Regina di Inghilterra, custodita presso la Torre di Londra. All'interno del palazzo del Sultano è inglobato anche il 4º più importante luogo sacro per i musulmani, dopo La Mecca, Medina e Gerusalemme. È un’attrazione non da poco, con reliquie di Maometto (un turbante e una veste) e nel percorrere le sale del museo gli altoparlanti trasmettono costantemente una preghiera.

Per tornare al diamante da 86 carati, ho pensato tra me e me: questi ci vogliono far credere che questo è il diamante più grande del mondo ed è originale. Qui, in Turchia, dove molto è imitazione, dove puoi trovare  nelle insegne scritte come "copie originali false"?! Dove sono riusciti a copiare perfettamente, tanto da non riconoscerla se non si vede la lattina, la Coca-Cola, vogliono farci credere che quella non sia una patacca?

Finita l'escursione, il comitato organizzatore ha organizzato il pranzo in un ristorante con vista mozzafiato sul Mar di Marmara e il Bosforo. Semplicemente spettacolare.

Domani ultima giornata dei Quarti. Ormai è già tempo di organizzare e pensare alle valigie per il ritorno.

Guerrino torna ad arbitrare. Gli tocca Lituania-Argentina, una grande partita che designerà, insieme ad USA-Russia, le ultime 2 squadre per le semifinali di sabato. Vai Guerrino, stai tranquillo, arbitra come sai… e sarà un successo!
 
A domani.  
 
[Il MONDIALE sul WEB]
Il sito ufficiale della FIBA (inglese)
Wikipedia (italiano)
 
Luigi Lamonica
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Antonio Norante a capo del Roseto Sharks. Cosa ne pensi?
Il primo passo verso la cessione del titolo di A2 fuori Roseto.
La mossa giusta per portare nuovi soci e continuare a Roseto.


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2018 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft