[Ricerca Avanzata]
Marted์, 21 Novembre 2017 - Ore 16:33 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie A – Sutor Fabi Montegranaro
UNITED COLORS OF MONTEGRANARO
PAISA’
Anthony Maestranzi.
[LegaBasket]


PIOVRA NERA
Sharrod Ford.
[LegaBasket]


MAGHETTO
Daniele Cavaliero.
[LegaBasket]


Pilla Boys di rincorsa… Pilla Boys alla riscossa!

Montegranaro (FM)
Luned์, 01 Novembre 2010 - Ore 12:00

FABI SHOES MONTEGRANARO 79
BENETTON TREVISO 72
Parziali: 20-25; 20-17 (40-42); 17-18 (57-60); 22-12 (79-72).
 
FABI SHOES MONTEGRANARO: Ford 13 (4/10 da due, 5/8 liberi, 12 rimbalzi); Jones 14 (2/2 da due, 3/5 da tre, 1/1liberi, 6 palle recuperate); Antonutti 5 (1/2 da tre, 2/2 liberi, 4 rimbalzi, 1 assist); Cavaliero 13 (1/2 da due, 3/6 da tre, 2/2 liberi); Maestranzi 10 (1/2 da due, 2/5 da tre, 2/2 liberi, 1 assist); Ray 9 (2/7 da due, 0/1 da tre, 5/6 liberi, 4 rimbalzi, 3 assist); Cinciarini 5 (1/2 da due, 1/2 da tre); Ivanov 10 (5/15 da due, 11 rimbalzi). Coach: Stefano Pillastrini.
 
BENETTON TREVISO: Smith 16 (4/5 da due, 2/6 da tre, 2/2 liberi, 3 rimbalzi); Markovic 8 (3/5 da due, 0/2 da tre, 2/3 liberi); Bulleri 9 (2/4 da due, 0/2 da tre, 5/5 liberi); Nicevic 4 (2/3 da due, 3 rimbalzi); Montiejunas 9 (2/2 da due, 1/1 da tre, 2/2 liberi); Gentile 6 (1/1 da due, 1/1 da tre, 1/2 ai liberi); Peric 5 (2/4 da due, 0/1 da tre,1/2 liberi, 3 rimbalzi); Brunner 4 (1/3 da due, 2/2 liberi, 1 rimbalzo, 2 recuperate); Toolson 11 (4/6 da due, 1/7 da tre). Coach: Jasmin Repesa.
 
Una vittoria di squadra per la Fabi shoes Montegranaro che dopo aver rincorso i trevigiani per tre quarti di gara mette la freccia nell’ultimo periodo grazie agli extra possessi concessi dai ben 40 rimbalzi totali di cui ben 19 offensivi contro i 25 della Benetton. Una Benetton quasi perfetta per 30 minuti, che però appena superata non ha più la forza di rientrare e palesa tutti gli errori di gioventù che prima non si erano evidenziati con un’infinta sequenza di palle perse e tiri sbagliati. Una vittoria del collettivo per questa Sutor in cui grosso merito spetta anche al suo allenatore Pillastrini, che per 5 interminabili minuti all’inizio dell’ultima frazione mette in campo una squadra senza colored, del tutto atipica e piena di italiani (Maestranzi, Cinciarini e Cavaliero con Antonutti nello spot 4 e Ivanov da pivot) in grado di firmare un parziale decisivo di 10-0, a cavallo della terza e dell’ultima frazione di gioco (da 55-60 a 65 -60).
 
1° QUARTO
La Sutor entra in campo con la sua formazione tipo che vede Maestranzi in cabina di regia, Ray a guardia e Jones ad ala mentre il pitturato è territorio di Ivanov a 4 e Ford come pivot. Treviso risponde con Markovic a play, Toolson e Smith sui lati Nicevic come quattro e Motiejunas nello spot 5. Brunner dato per incerto alla vigilia siede regolarmente in panchina mentre la Fabi shoes deve fare a meno del belga Ongenaet ai box per almeno 15 giorni. Pronti via e subito Treviso fa vedere le sue intenzioni, decisa a portare a casa l’intera posta in palio. L’idea di Repesa appare chiara fin da subito e cioè sfruttare l’atletismo e la lunghezza del proprio reparto lunghi a scapito di una Sutor che ha proprio nel reparto in questione le maggiori lacune. Treviso in palla proprio con il giovane lituano che segna il primo canestro e poi replica anche da tre per il 6-11. La forbice si dilata sul 6-14 con la bomba di Smith, una vera spina nel fianco per la Sutor costretta sempre ad inseguire. Siamo a metà primo quarto e fatto eclatante è lo zero nella casella falli di squadra per la Fabi mentre la Benetton ha già speso il suo bonus, segnale di maggiore aggressività della squadra di coach Repesa. E proprio la lunetta salva la Sutor che trova grosse difficoltà in attacco con Maestranzi che fa prima 2/2 e poi mette la sua prima bomba che riavvicina Montegranaro sull’11-14. Ancora lunetta, questa volta per Ray e la Sutor è sul meno 1 (13-14). Contro break Treviso che piazza un mini parziale di 6-0 grazie alle folate di Toolson e Smith. Maestranzi ben assistito da Ray frena l’emorragia da 3. Esce uno spaesato Ford e Ivanov diventa il pivot con l’ingresso di Antonutti nello spot 4. Ma dall’altra parte un Bulleri imbeccato dal pubblico ne fa 5 consecutivi per il 18-25 Treviso con ancora 26” da giocare. Ray segna dalla lunetta ed il quarto termina con un tiro di Smith da tre a fil di sirena che non va a canestro per il 20-25 Benetton.
 
2° QUARTO
Dopo un canestro di Ray a rimorchio su un errore di un Ivanov impreciso quanto sfortunato, Treviso sfrutta a pieno una frittata di Cinciarini che si fa rubare palla sulla pressione e commette un antisportivo: il canestro di Gentile dopo due tiri liberi di Bullo completa l’opera per il 22-30 Benetton. Momenti di confusione in campo con errori anche banali per entrambe le formazioni ma quello che si nota è la difficoltà in attacco della Sutor che si trova spesso a tirare dopo giochi rotti allo scadere dei 24”. Cavaliero inventa una bomba ad un secondo dalla sirena dei 24” dopo che la Sutor ha capito ben poco in attacco e subito dopo Cinciarini si invola in transizione dopo una palla rubata da Ivanov per il 27-30 Treviso. Subito Time Out per Repesa e la squadra risponde con due punti. Poi però show time al Palasavelli con un duello presente-passato ai piani alti grazie ad una imperiosa stoppata di Ford su Brunner ormai sicuro di segnare. Pubblico in delirio e Cavaliero che si esalta con la bomba del 30-32. Smith rimette a tacere le tribune del Palasavelli con una bomba magistrale a cui risponde però un Jones tuttofare in un duello veramente avvincente tra i numeri 3 più forti del campionato. Sutor a meno uno e come nel primo quarto bonus presto raggiunto da Treviso con Cavaliero in lunetta con 4’ e 52” sul cronometro per il 36-37 Benetton. Azione seguente e la zona fronte dispari gialloblù produce una palla recuperata non sfruttata per ben due volte. Anzi la Benetton controbrecca fino al 36-42 con una bomba di un discontinuo Toolson. Sagra degli errori sul finire di quarto che si chiude con un 2/2 di Ford per il 40-42 Treviso.
 
3° QUARTO
Le squadre rientrano in campo con gli stessi quintetti iniziali , unica differenza è Brunner a posto di Montiejunas già gravato di tre falli. In un amen la Benetton è sul 40-47 con la bomba di Gentile e con Ford che continua a sbattere sul muro studiato da Repesa tra Brunner e Nicevic. Ma un solido e positivo Jones sorregge al baracca gialloblù prima con una bomba e poi con una palla recuperata (saranno ben 6 a fine partita). Ma la Benetton fa male con Smith e con Markovic in entrata ed è ancora sul più 7 (45-52). Con un Ivanov troppo impreciso anche da sotto è il solo Jones a creare problemi alla difesa di Treviso ed una sua entrata propizia il 2+1 del 48-52 unito al quarto fallo di Montiejunas che però si rifà subito in attacco con una schiacciata in solitaria dopo un errore di accoppiamento difensivo. Entra Antonutti per uno spento Ivanov ma il risultato non cambia, anzi il terzo fallo di Ford manda il giovane lituano in lunetta per il nuovo massimo vantaggio Benetton 48-56. Ford, viste le difficoltà di giocare spalle a canestro, decide di segnare prima in entrata e poi dalla media mentre Antonutti ingaggia un bel duello con Peric e proprio due tiri liberi dell’ex Snaidero riavvicinano la Sutor sul 57-60 con meno di 30 “ sul cronometro. Jones sulla rimessa fa una magia causando un’altra palla persa Benetton e la Sutor ha per ben due volte nelle mani di Ford il possibile meno 1, ma l’ americano sbaglia clamorosamente da sotto canestro. Un grande quarto per l’ex teramano Bobby Jones che ne mette a referto 9 (14 totali) , 3 falli subiti e 3 palle recuperate tutto in un quarto. Per Treviso Smith continua a martellare ed è già a quota 16 con l’ultimo quarto da giocare.
 
4° QUARTO
Il Pilla mescola le carte per l’ultimo quarto esaltando il made in Italy: Maestranzi, Cinciarini, Cavaliero e Antonutti insieme con Ivanov a cinque. Scelta coraggiosa per il Pilla che sorprende negli accoppiamenti difensivi la Benetton e come in un amen la Sutor si era trovata sotto ad inizio di terzo quarto, così in un amen Treviso viene prima raggiunta da una bomba ignorante del maghetto Cavaliero e poi addirittura superata dall’altra bomba di Cinciarini in transizione. Break di 6-0 e primo sorpasso Sutor confezionato in soli 58” di gioco. Sospensione Treviso con Repesa infuriato ma la difesa Sutor non lascia un centimetro e anche Ivanov diventa un fattore in questa frazione andando ad arpionare ogni rimbalzo per trasformarlo in due punti in attacco. Antonutti a 4 e il bulgaro a 5 propiziano il canestro di quest’ultimo per il 65-60, il canestro più difficile rispetto a tiri precedenti non andati a segno. Ancora Ivanov ed ancora dopo un rimbalzo offensivo segna il 67-62 che diventa 70-62 Montegranaro con la bomba di un rinato Antonutti, molto positivo su entrambe i lati del campo.
A 6’, 35” dal termine con il risultato fissato sul 70-62 Sutor, Repesa chiama l’ultimo TO a sua disposizione nel quarto pur di scuotere i suoi ed invertire la rotta, vedendo la partita sfuggire di mano dopo averla avuta per tre quarti in pungo. A cinque minuti dal termine rientrano i titolari Ford e Ray per i positivi Cavaliero ed Antonutti e proprio su assist di Ray, Ford va a schiacciare imperiosamente il 72-64 Sutor. Toolson prima sbaglia da tre poi realizza da due in contropiede ma Ivanov ricaccia indietro i bianco verdi con un ennesimo canestro da rimbalzo offensivo( 6 punti nel quarto) e lo stesso fa Ford abile a riprendere palla dopo un suo errore per il 76-68 Montegranaro a meno di due minuti dal termine 1’,54”. In sequenza Markovic, Toolson e Smith sbagliano dai 6,75 metri e con la Sutor che gestisce gli ultimi possessi anche e con un po’ di affanno per il 79-72 finale.
 
Paolo Mariani
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
SHARKS 2017-2018. Ingaggiato Matt Carlino. Il tuo giudizio?
Ottimo
Buono
Sufficiente
Mediocre
Scarso


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2017 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft