Terremoto in Nepal
SARA PAVONE, PINETESE SOPRAVVISSUTA, FONDA UNA ONG PER PORTARE AIUTI.

L’articolo pubblicato sul MESSAGGERO Abruzzo giovedě 28 maggio 2015.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Venerdě, 29 Maggio 2015 - Ore 01:30
Sara Pavone, pinetese di 28 anni, è una donna fortunata.
 
Perché era in Nepal lo scorso 25 aprile e si è salvata dal terremoto di magnitudo 7,8 che ha devastato il paese asiatico. E perché ha ritrovato dopo 6 giorni il suo compagno Pol, spagnolo, con cui viaggiava e dal quale si era separata prima del sisma per motivi logistici.
 
È lei stessa a raccontare la storia: «Ero tornata in Nepal con Pol per fare trekking e conoscere ancora di più la cultura nepalese, che tanto mi aveva affascinata in un mio precedente viaggio».
 
La donna ha chiaramente impresso in mente l’attimo della catastrofe: «Il momento in cui la terra ha iniziato a tremare è stato preceduto da un silenzio irreale e poi di colpo un frastuono violentissimo. Le scosse e le valanghe sono andate avanti per ore. Io e il gruppo, dopo varie vicissitudini, siamo riusciti a scendere verso la valle trovando riparo sotto un grosso masso. Ho creduto di morire e i giorni successivi sono stati massacranti, ma l’aiuto della popolazione nepalese è stata fondamentale per sopravvivere».
 
Sara ha vissuto giorni di attesa senza sapere niente di Pol e scrivendo il nome del suo compagno sul braccio di quelli che si dirigevano nelle zone in cui lui era andato. La fortuna li ha fatti ricongiungere a Dunche, villaggio dal quale sono stati evacuati in elicottero prima del rimpatrio a Milano.
 
Tornata a Pineto, la voglia di aiutare la popolazione nepalese fondando con il compagno la Ong “Living Nepal”, con l’obiettivo di raccogliere fondi che distribuiranno direttamente, il prossimo settembre, ai villaggi devastati dal terremoto nelle zone di più difficile accesso, come quella del distretto di Rasuwa.
 
Per sostenere “Living Nepal” saranno organizzate diverse attività di carattere socioculturale. Inoltre, è attiva una campagna di raccolta fondi sul web www.gofundme.com/ug2p94 e la pagina facebook www.facebook.com/livingnepal
 






Stampato il 02-27-2021 08:27:08 su www.roseto.com