Serie A2 Est Roseto Sharks
E SE TORNASSE BRANDON SHERROD?

Altri nomi caldi: Simone Pierich e Marco Spanghero.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 10 Giugno 2018 - Ore 12:15

Per riportare il sereno dopo i mugugni relativi all’accordo biennale con la Stella Azzurra e al fatto che la squadra farà base a Roma per gli allenamenti, venendo nel Lido delle Rose soltanto nel fine settimana quando gioca in casa, non c’è niente di meglio che fare una squadra vincente, che faccia dimenticare le questioni logistiche.

Così gli Sharks lavorano al clamoroso ritorno in maglia rosetana di Brandon Sherrod, centro statunitense classe 1992.

Il giocatore, uscito nel 2016 dalla prestigiosa università di Yale, ha già militato nel Roseto da matricola, arrivando in corsa nella stagione 2016/2017 e conquistando con gli Squali i playoff, arrivando fino ai quarti di finale. Nel suo campionato rosetano, Sherrod giocò 26 partite di stagione regolare a oltre 13 punti e 8,5 rimbalzi di media in 28 minuti, mentre nelle 8 partite di playoff chiuse con quasi 12 punti e 7 rimbalzi nello stesso minutaggio.

Lo scorso campionato, Sherrod ha giocato in A2 Ovest a Scafati, arrivando secondo al termine della stagione regolare e uscendo agli ottavi dei playoff contro Ferrara. Nonostante una frattura al piede che gli ha fatto perdere 8 partite di campionato, in 22 gare con la compagine campana Sherrod ha chiuso in “doppia doppia” di media (15,5 punti e 10,5 rimbalzi), giocando poi 5 gare di playoff sempre in “doppia doppia” (10+10), avendo sempre circa 32 minuti di impiego medio.

Numeri eccellenti che gli hanno fatto vincere la classifica del miglior rimbalzista della A2 Ovest e che hanno attirato l’attenzione di Germano D’Arcangeli, prossimo ad essere ufficializzato come nuovo coach del Roseto, che la scorsa stagione ha avuto anche modo di seguirlo un paio di volte dal vivo.

Le richieste economiche (si parla di 70mila euro) dell’agente di Sherrod sembravano essere uno scoglio all’affare, tanto che sul giocatore erano piombate sia Montegranaro sia Biella, oltre a una squadra belga. Le ultime voci dicono invece che il giocatore voglia a tutti i costi tornare a giocare a Roseto e che l’affare possa concludersi positivamente. Nel suo anno rosetano, Sherrod ha anche inciso un disco donando con il suo gruppo (Brandon Sherrod & The Sharks) 10.000 euro in beneficenza, finanziando con 5.000 euro un progetto di beneficenza a Montorio al Vomano e con altri 5.000 euro due progetti nella sua città (Bridgeport, Connecticut, USA).

Un altro atleta dato per molto vicino, o addirittura sicuro, a Roseto è Simone Pierich, stagionata ala classe 1981, la scorsa stagione fra Verona ed Eurobasket Roma.

Altro nome che circola è quello di Marco Spanghero, play classe 1991 reduce da una stagione in A2 con Tortona, dove ha vinto la Coppa Italia e giocato i playoff.



Stampato il 11-17-2019 12:59:02 su www.roseto.com