Serie A2 Est Roseto Sharks
HARAKIRI

Roseto comanda per tre quarti, poi collassa. I tabellini, la gara, le foto di Cusano Photo.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 01 Dicembre 2019 - Ore 23:00

ROSETO 56
FORLÌ 69
Parziali: 16-15; 18-12 (34-27); 12-14 (46-41); 10-28 (56-69).

ROSETO: Lattin 11, Giordano 1, Menalo 2, De Fabritiis, Mouaha 8, Canka 8, Nikolic 7, Oliva, Fokou, Ciribeni n.e., Bayehe 14, Pierich 5. Coach: D’Arcangeli.

FORLÌ : Rush 15, Kitsing, Giachetti 12, Campori 5, Watson 6, Petrovic 8, Marini 4, Cinti n.e., Dilas n.e., Oxilia n.e., Benvenuti 15, Bruttini 4. Coach: Dell’Agnello.

Arbitri: Moretti, Gonella, Giovannetti.

Roseto - Tiri da 2: 19/42 (45%). Tiri da 3: 2/19 (10%). Tiri liberi: 12/17 (70%). Rimbalzi: 39 (27+12).
Forlì - Tiri da 2: 27/59 (45%). Tiri da 3: 9/24 (37%). Tiri liberi: 6/11 (54%). Rimbalzi: 39 (30+9).


Gli Squali perdono, in un sol colpo, tutti i denti nell’ultimo quarto e vengono battuti 56-69 dal Forlì che, dopo aver inseguito per 30 minuti, con un esiziale 10-28 demolisce il Roseto che aveva comandato nei primi tre quarti conclusi avanti 16-15, 34-27 e 46-41.

Un crollo tanto clamoroso quanto spiegabile solo a livello psicologico, che consegna al Roseto la terza sconfitta consecutiva.

Alla palla contesa, gli Squali partono con Nikolic in regia, Canka e Menalo esterni, Bayehe e Lattin sotto canestro. Forlì - priva dell'infortunato Ndoja - schiera Watson play, Marini e Rush esterni, Petrovic e Benvenuti sotto i tabelloni.

La prima frazione vede Bayehe giganteggiare, rintuzzato da Benvenuti, e le squadre equivalersi andando al 10° sul 16-15. Nella seconda frazione, sale di colpi Lattin che segna 6 punti e Roseto va a bere il the del riposo avanti 34-27.

Nella ripresa, gli Sharks iniziano svagati e Forlì piazza un break di 0-8, prima che coach D’Arcangeli cambi le guardie dando spazio a Canka e Mouaha che rimettono in carreggiata il Roseto con le loro scorribande. Al 30°, Squali avanti 46-41.

Le cose sembrano mettersi per il meglio per i padroni di casa, nonostante l’imprecisione da tre punti (2/19 alla fine), per provare a vincere una gara a punteggio basso, quando nell’ultima frazione avviene una apocalisse cestistica che annichilisce i rosetani.

Capitan Pierich commette il 4° e il 5° fallo nel giro di pochi secondi, la squadra implode su se stessa e Forlì ne approfitta prendendo coraggio canestro dopo canestro e assestando un esiziale break di 1-22. La partita è praticamente finita con un po’ di anticipo e i minuti finali servono soltanto a sancire il 56-69.

Una cosa positiva dell’incontro? Il ritorno in campo nelle file del Roseto, a quasi un anno dall’infortunio di gennaio 2019 avvenuto negli Stati Uniti, giocando in NCAA, di Pierfrancesco Oliva.

A fine partita, in sala stampa, coach D’Arcangeli vede il bicchiere mezzo pieno, sottolineando come il Roseto abbia gli stessi punti dello scorso campionato dopo 11 giornate ed evidenziando progressi rispetto alla disfatta di Piacenza.

Dopo di lui, il presidente Antonio Norante e il direttore sportivo Giacomo Rossi annunciano l’ingaggio di Bobby Jones, che arriverà dal Giappone in questa settimana, appena l’ambasciata statunitense in terra nipponica concederà il visto.

La società ha smentito le cessioni di Ciribeni e Lattin, che restano nelle disponibilità di D’Arcangeli, precisando la scelta tecnica di conservare Menalo nel ruolo di secondo straniero, sostituendo Lattin con Jones.

LE IMMAGINI DI CUSANO PHOTO
Ecco il link dell’album su Facebook, che contiene le belle foto della partita di Cusano Photo.
https://www.facebook.com/mimmo.cusano/media_set?set=a.10216006025804146&type=3





Stampato il 09-22-2020 20:18:39 su www.roseto.com