[Ricerca Avanzata]
Lunedμ, 19 Novembre 2018 - Ore 16:32 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie B, Girone C – Campli, Chieti, Giulianova, Pescara, Teramo.
GIULIANOVA VINCE IL DERBY CONTRO CAMPLI, PESCARA OK, CHIETI KO, TERAMO RIPOSA.
Antonello Ricci, MVP del Giulianova vittorioso a Campli nel derby.

Il punto di coach Gabri Di Bonaventura sulle abruzzesi di Serie B. 6^ giornata di andata.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Lunedμ, 05 Novembre 2018 - Ore 19:00

Sesta di andata per le franchigie cestistiche abruzzesi impegnate nel campionato di Serie B, girone C, proviamo a riepilogare rapidamente quanto accaduto nella prima domenica di novembre, al netto dello stop forzato - a causa del noto ritiro dal torneo effettuato dal Lamezia Terme - osservato dal Teramo (2) di coach Domizioli, nel prossimo turno severamente impegnato sul parquet del quotato Bisceglie (10) dell’ex Tomasello, quest’ultimo visto nelle ultime stagioni anche a Campli e Giulianova … 

CAMPLI-GIULIANOVA
Sesta, inevitabile sconfitta consecutiva per il Campli (- 4) di coach Tarquini, battuto a domicilio (54-64) dal rimaneggiato (out Ferraro e l’ex Angelucci) Giulianova (8) di coach Ciocca…
I parziali della contesa (19-24, 33-39, 42-52) raccontano di un match non esattamente esaltante, con i giovani virgulti locali abili a tenere gli avversari sotto i 65 punti ma incapaci di perforare con continuità l’organizzata difesa ospite, che sapeva di dover affrontare un match facile soltanto sulla carta, viste le rotazioni ridotte all’osso… 
Mvp del derby senza ombra di dubbio il barbuto capitano giallorosso, ex Teramo e Roseto, Ricci (19p con 3/5 da 2, 4/7 da 3, 1/2 in lunetta, 6r, 2 assist, 21 di valutazione in 36m), che, nel momento più delicato per la sua franchigia (54-59 a 04:34 dalla sirena) griffava, con cinque punti d’autore, il parziale che chiudeva definitivamente il derby; in casa giuliese, inoltre, da rimarcare le doppie cifre del talentuoso play-guardia under De Ros (16p con 5/10 da 3, 9 di valutazione in 34m), dell’atletico esterno, ex Palestrina, Gobbato (13p con 5/11 dal parquet, 7r, 12 di valutazione in 31m) e del lungo, ex Taranto e Bisceglie, Azzaro (11p + 13r, 18 di valutazione in 28m).
Per quanto riguarda la volitiva truppa locale - rammaricata a dir poco di aver sciupato quattro possessi consecutivi dopo essere tornata sul 54-59 - direi molto bene l’ala montenegrina, ex Faenza, classe 99, Milosevic (19p con 4/7 da 2, 3/4 da dietro l’arco, 2/4 a gioco fermo, 8 carambole, 2 assist, 18 di valutazione in 30m) e il tenace play-guardia, classe 98, Miglio (12p con 4/7 complessivo, 2/3 in lunetta, 2r, 10 di valutazione in 23m).
Nel prossimo turno, Scortica (9) e gli altri in canotta farnese saranno di scena al Palatricalle per disputare il secondo derby stagionale e aggiungere che per i teatini di coach Sorgentone - determinati a riscattare l’opaca prova disputata in terra pugliese in quest’ultimo impegno - si tratterà poco più di un allenamento è sicuramente superfluo; sulla sponda giuliese, invece, spunta all’orizzonte l’insidiosa e prevedibilmente equilibrata trasferta di Senigallia (8) dove saranno in palio punti playoff visto che i marchigiani di coach Foglietti - tra l’altro reduci dal passo falso casalingo (62-68) inflitto dall’attrezzato Bisceglie (10) di coach Marinelli - possono annoverare nel proprio roster elementi da sempre incisivi in questa categoria come gli esterni Maggiotto, Gurini e Giampieri, come l’atipico, inossidabile lungo, classe 81, Pierantoni e come il play, classe 94, Giacomini; insomma, nella speranza per coach Ciocca di recuperare Ferraro e Angelucci, un test molto impegnativo che definirà in maniera più chiara le reali potenzialità della franchigia, da anni facente riferimento al factotum atriano, ma giuliese di adozione, Nicola Sacripante.

CHIETI
Dopo la larga vittoria (81-64) ottenuta sul legno amico, nell’ultima domenica di ottobre, con il Fabriano (8) di coach Fantozzi, il Chieti (6) di coach Sorgentone non riesce ad avere continuità, incappando amaramente nella terza sconfitta stagionale (80-70), al cospetto di un avversario, il Nardò (4) di coach Quarta, fortemente intenzionato a recuperare una posizione di classifica direttamente proporzionale alla qualità del proprio organico…
Dopo un primo tempo favorevole ai locali (l’ex Pescara Drigo 21 senza mai uscire dal campo, il centro Visentin 10, il play-guardia Zampolli 10), chi si aspettava una feroce reazione dei teatini rimaneva deluso, visto che gli ospiti - dopo aver sciupato con il combattivo centro Ponziani (14p con 6/10 da 2, 11r, 19 di valutazione in 25m) i due liberi del potenziale – 2 (55-51 al 27’) e aver chiuso la terza frazione sotto di quattro (60-56) – nel tempino decisivo non riuscivano mai ad impensierire i pugliesi (69-60 al 33’, 74-62 al 37’), letteralmente trascinati dal play classe 88, ex di giornata, Bonfiglio (27p con 10/22 dal campo, 4r, 4 assist, 25 di valutazione in 38m), quest’ultimo un elemento di sicuro impatto in questa categoria…
Spulciando fra le statistiche di fine match, direi che nelle fila del Chieti gli unici ad avere un rendimento positivo sono risultati, oltre al già citato pivot ex Campli, l’inesauribile play Di Emidio (21p con 6/11 da 3, 7r, 4 assist, 27 di valutazione in 38m) e il lungo classe 98, ex Teramo, Milojevic (8p con 4/5 da 2, 5r, 11 di valutazione in 18m); decisamente lontani, almeno in quest’occasione, da un livello di performance in linea con il loro vissuto cestistico le pregevolissime bocche da fuoco Gialloreto (3p in 15m) e Gueye (0p in 22m) e le collaudate ali Staffieri (8p + 3r, 6 di valutazione in 25m) e Di Carmine (5p + 6r e 3 assist, 6 di valutazione in 25m), tutti elementi potenzialmente molto incisivi in questa categoria…
Nel prossimo impegno, Rotondo (6) e compagnia, come già anticipato, ospiteranno fra le mura amiche il giovanissimo Campli (- 4) in un derby dall’esito ampiamente scontato, vista l’abissale differenza esistente fra i due organici, questi ultimi inevitabilmente la risultante - considerato anche il diverso tessuto socio economico del territorio a cui le franchigie appartengono - di due strutture societarie (almeno momentaneamente!) profondamente differenti per solidità economica, numero di appassionati presenti solitamente sugli spalti e prospettive di crescita.

PESCARA
Torna alla vittoria, come da pronostico, il Pescara (6p in cinque partite di cui tre in trasferta) di coach Rajola che al PalaElettra regola (76-66) non senza fatica l’indomito Porto Sant’Elpidio (4) di coach Schiavi…
Dopo una prima metà di gara giocata in maniera superlativa dai biancorossi (47-33), nel terzo quarto gli ospiti (Marchini 21p con 5/7 da 3, Giammò 11p + 9r e 6 assist, l’interessante esterno, classe 2000, Rosettani 8p), dopo essere scivolati sul meno 17 (53-36 al 23’), blindavano l’area e con un perentorio quanto inaspettato parziale (0-13, quindi 53-49) cambiavano, almeno momentaneamente, l’inerzia del match, obbligando i locali a rimboccarsi nuovamente le maniche per non rovinarsi la serata…
Chiuso in maniera provvidenziale il terzo periodo sopra di sette (60-53), gli adriatici (Leonzio 12 con 5/10 dal campo, Serafini 8p + 7r, Micevic 6p + 5r, Capitanelli 6p + 7r) sembravano tornare padroni assoluti del campo (67-59 al 32’) ma i marchigiani mostravano invidiabile carattere e con un canestro di Mazic (6) si riportavano nuovamente sul meno 4 (67-63 a 03:22 dalla sirena), provocando brividi sulla schiena a tutti i supporters dell’Amatori…
Nel momento di difficoltà, però, non si raffreddava la mano del bomber Potì che, con una tripla velenosa, ricacciava indietro la compagine viaggiante, indirizzando definitivamente le sorti del match e suggellando una prova da leccarsi i baffi che valeva all’esterno ex Nardò la palma di Mvp (30p con 5/8 da 2, 5/8 da 3, 5/7 in lunetta, 2r, 6 falli subìti, 29 di valutazione in 31m).  
Nel prossimo turno, Caverni (7) e soci affronteranno in trasferta la neopromossa Corato (6) di coach Verile, che tra l’altro  sarà obbligata a giocare in campo neutro, vista l’inagibilità del proprio impianto, e questo di certo non dispiacerà all’Amatori che, con una settimana di lavoro a disposizione, proverà a pianificare il secondo blitz stagionale, dopo quello compiuto (70-79) nel derby disputato a Teramo (2) alla seconda di campionato.

Bene, anche per questa settimana abbiamo dato, buon vento alle spalle, ci becchiamo la settimana prossima, we love this game!

ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

Gabri Di Bonaventura
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
SHARKS 2018-2019. Qual θ l'obiettivo del Roseto?
Salvezza
Playoff
Vittoria Campionato


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2018 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft