[Ricerca Avanzata]
Mercoledμ, 14 Aprile 2021 - Ore 10:29 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie B, Girone C2 – Giulianova, Roseto, Teramo.
ROSETO PUNITA A FABRIANO, GIULIANOVA SI AGGIUDICA IL DERBY CONTRO TERAMO.
Gianluca Di Carmine, MVP del derby Giulianova-Teramo.

Il punto di coach Gabri Di Bonaventura sulle abruzzesi di Serie B. 3^ giornata di ritorno.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Martedμ, 09 Febbraio 2021 - Ore 19:45

Terza di ritorno nella terza categoria nazionale (Serie B, gironcino C2), proviamo a riassumere rapidamente quanto accaduto alle tre franchigie cestistiche abruzzesi in questa prima domenica di febbraio.

GIULIANOVA-TERAMO
Come da pronostico, viste le pesanti defezioni in casa biancorossa del play titolare Francesco Faragalli e dell’ala forte Esposito, il Giulianova (10) di coach Zanchi conquista la quinta affermazione stagionale piegando (61-56) sul legno di casa, nel derby di giornata, la matricola Teramo (6) guidata dal coach teatino Salvemini…
Dopo un avvio di gara decisamente favorevole ai giallorossi (11-0 al 4’), l’ingresso in cabina di regia del play, classe 2000, Cristiano Faragalli (3p con 0/4 dal campo, 3/4 ai liberi, 3r, 3 di valutazione in 27m), che sostituiva lo spento Di Bonaventura (3p con 1/3 dal parquet, 1/4 in lunetta, 2r, 3 palle perse, -1 di valutazione in 17m da dimenticare), restituiva fluidità e fiducia al quintetto ospite, che tamponava l’emorragia (15-11 al 10’, 31-31 a metà match) anche grazie ad una match-up poco digerita da Cacace (9p con 3/7 complessivo, 2/3 ai liberi, 4r, 4 falli subìti, 6 di valutazione in 20m) e soci…
Al rientro in campo dopo la pausa lunga, l’equilibrio restava sovrano e così si arrivava nel tempino decisivo con le due compagini - entrambe con soli cinque senior iscritti a referto, anche se Giulianova non utilizzava, come spesso accade, l’ala Cantarini - praticamente incollate una all’altra (47-48)…
Il 7-0 a favore dei giuliesi con cui si apriva l’ultima frazione (54-48 al 34’) pesava in maniera sensibile sulle sorti del derby e quando l’esperto Di Carmine (Mvp, 17p con 5/13 da 2, 2/4 da 3, 1/1 a gioco fermo, 4r, 4 assist, 11 di valutazione in 37m) scagliava colpevolmente indisturbato la tripla del +8 (59-51 a 03:12 dal termine), il referto rosa prendeva quasi definitivamente la strada della franchigia adriatica, soprattutto considerando l’imprecisione dell’attacco teramano (soltanto 8 punti nell’ultimo quarto)…
Ad onor del vero, gli ospiti generosamente tornavano sul -4 (59-55 a 02:16 dalla fine) ma il velenoso pick & roll giocato nel possesso successivo dalla premiata ditta Panzini/Thiam confezionava nuovamente il +6 (61-55 al 38’) che in pratica archiviava l’incontro a favore degli uomini di coach Zanchi, con i biancorossi che, più che la difesa avversaria, rimpiangeranno a lungo il deficitario 15/26 (58%) registrato in lunetta, mentre il solido Giulianova realizzava un chirurgico 9/10…
Oltre al già citato hombre del partido Di Carmine, da rimarcare, fra i locali, le prestazioni del vincente regista Panzini (8p + 8r e 5 assist, 15 di valutazione in 33m), del play moldavo, classe 2002, Dron (12p con 4/9 complessivo, 2/2 a gioco fermo, 4r, 2 assist, 13 di valutazione in 33m) e dell’atletico centro, classe 98, Thiam (8p + 6r, 8 di valutazione in 32m) mentre, nelle fila dei teramani, che schieravano per la prima volta il volitivo lungo, classe 96 ed ex Guerriero Padova, D’Andrea (7p + 2r in 21m, 8 di valutazione), tre risultavano gli atleti in doppia cifra: il capitano Serroni (14p con 3/4 da 2, 2/7 da 3, 2/5 ai liberi, 3r, saldo attivo di 2 fra perse e recuperate, 4 assist, 15 di valutazione in 34m), la guardia Rossi (13p con 3/6 da 2, 1/9 da dietro l’arco, 4/6 in lunetta, 6r, 5 falli subìti, 8 di valutazione in 37m) e il lungo Tiberti (12p con 5/9 complessivo, 2/4 ai liberi, 15 carambole, 5 falli subìti, 24 di valutazione in 37m).
Tornata brillantemente in quarta posizione solitaria, la franchigia del Presidente Iozzo, nel prossimo turno, domenica 14 febbraio alle ore 18, affronterà in esterna il giovanissimo Jesi (8) di coach Ghizzinardi, reduce da una beffarda sconfitta casalinga (82-84) all’overtime con il tenace Civitanova (8) di coach Mazzalupi; le possibilità di vendicare la bruciante sconfitta casalinga (59-60) patita all’andata sono a mio avviso decisamente consistenti, considerando che i marchigiani hanno di fatto nel loro roster soltanto tre senior (gli esterni Giampieri e Magrini più il centro Quarisa), visto che il veterano Rizzitiello, per problematiche fisiche, non è mai finito a referto in questa prima parte di torneo.
In casa Tasp Teramo, incassata amaramente la quarta sconfitta in fila e scivolata mestamente all’ultimo posto solitario della graduatoria, la franchigia presieduta da Fabio Nardi tenterà, nel prossimo turno, sempre domenica 14 febbraio ma alle ore 17, di violare la Bombonera di Montegranaro (8) per ridare fiato ad una classifica che è diventata inevitabilmente scomoda, anche se va detto che la squadra lotta fino alla fine con tutte le avversarie e se avesse ottenuto un paio di vittorie in più non avrebbe di certo rubato nulla; coach Salvemini spera (necessariamente, aggiungerei!) di poter tornare a schierare il suo play titolare (Francesco Faragalli) e di poter recuperare l’ala forte Esposito per avvalersi di assetti più equilibrati e provare a contrastare la compattezza della formazione veregrense – quest’ultima allenata dal giovane coach Ciarpella - che ha nell’inossidabile veterano Bonfiglio, nei lunghi Romanò, Tibs e Stanzani, negli esterni Minoli e Cipriani e nell’ottimo play mancino under Gallizzi i punti di riferimento tecnici più rilevanti.  

ROSETO
Niente da fare per il Roseto (14) guidato da coach Trullo, che torna a mani vuote dalla trasferta marchigiana di Fabriano (14), dove l’attrezzatissima compagine di coach Pansa sgretola (91-69) la resistenza dei biancoblu, fortemente penalizzati dall’assenza per infortunio dell’ala forte Serafini e anche dalle condizioni fisiche non propriamente ottimali delle prime punte Amoroso e Lucarelli…
Il match-clou disputato al PalaGuerrieri, iniziato con un perentorio 22-6, è stato praticamente un monologo dei determinati cartai, che al rientro negli spogliatoi per la pausa lunga (45-23) avevano già messo in ghiaccio l’ambita posta in palio, tra l’altro ribaltando agevolmente anche il -5 del match di andata, terminato 72-67 in favore degli abruzzesi…
Nel secondo tempo, i padroni di casa (Scanzi 15, l’olimpionico totem Garri 13, l’ex Radonjic 12, l’ex Papa 10, Paolin 10) entravano comodamente in amministrazione controllata (69-46 al 30’), guidati al meglio dal metronomo Merletto (16p, 2/4 da 2, 4/5 da 3, 6r, 6 cioccolatini e 25 di valutazione in 32m), assoluto Mvp che pilotava i suoi verso lo striscione del traguardo senza incontrare ostacoli rilevanti…
Per la cronaca, quattro gli elementi rosetani arrivati in doppia cifra a fine match: il dinamico lungo under, ex Rieti, Nikolic (19p con 8/12 dal campo, 3/6 in lunetta, 8r, 19 di valutazione in 28m), l’ala Lucarelli (14p con 4/10 da 2, 1/4 da 3, 3/4 dalla lunetta, 7r, 4 falli subìti, 2 assist, 16 di valutazione in 33m), il veterano Amoroso (12p con 4/10 complessivo, 3/3 a gioco fermo, 7r, 5 falli subìti, 19 di valutazione in 21m) e il navigato Ruggiero (11p con 5/10 dal parquet, 1/2 in lunetta, 4r, 7 di valutazione in 28m).
Nel prossimo turno, domenica 14 febbraio alle ore 18, la franchigia del Presidente Ciafardoni, sempre al comando della graduatoria ma ora in coabitazione con il Fabriano, affronterà sul legno del PalaMaggetti l’ambiziosa Ancona (12) di coach Rajola, che ha un quintetto estremamente competitivo per la categoria (Caverni, Centanni, Potì, Leggio e Paesano) ma, con l’indisponibilità momentanea dell’affidabile under Rossi, poche armi dalla panchina, oltre alla discreta guardia, classe 2000, Oboe; Roseto avrà, prevedibilmente, un estremo desiderio di riscatto e cercherà di ottenere un approccio al match decisamente diverso da quello visto in terra marchigiana, quindi immagino che i dorici dovranno sudare le proverbiali sette camicie per uscire indenni dal fortino rosetano.

Ho finito, ci becchiamo la settimana prossima, buon vento alle spalle.

ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI

http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

Gabri Di Bonaventura
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Amministrative Roseto 2021. Qual θ la tua intenzione di voto?
Destra
Centro-Destra
Centro
Centro-Sinistra
Sinistra
Liste Civiche
Movimenti


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2021 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft