[Ricerca Avanzata]
Mercoledì, 28 Febbraio 2024 - Ore 4:26 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Diario di un coach delle minors [Eugenio Sebastiani Croce]
CONQUISTATI I PLAYOFF, ARRIVANO PURE GLI AUTOGRAFI!




Il coach della squadra di Promozione dello Spoltore ci racconta la sua stagione sportiva. 17^ puntata.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Sabato, 07 Maggio 2016 - Ore 05:15

Spoltore Basket 63 - Isola Del Gran Sasso 61
 
Dopo la sosta, il calendario ci ha posto dinanzi alla sfida contro la forte formazione teramana di Isola Del Gran Sasso. Sulla carta, senza la penalizzazione in classifica avremmo affrontato questa gara in estrema tranquilità, in quanto con 24 punti avremmo gia' acquisito la qualificazione ai play off e forse avremmo potuto guardare dinanzi piuttosto che coprirci le spalle!
 
Ma non importa: il presente dice che abbiamo 21 punti, e che per ottenere il terzo posto e la qualificazione matematica dobbiamo battere il Blue Basket Isola, squadra collocata al quarto posto in classifica con 20 punti. La formazione teramana a mio parere merita questa posizione, essendo una compagine solida che vanta nel suo roster un giocatore come Pomenti, che ha calcato ben altri tipi di parquet! Un mix di giovani locali unito quindi a giocatori d'esperienza, segnale che alle pendici del Gran Sasso si voglia costruire qualcosa di bello per ciò che concerne la palla a spicchi.
 
Sicuramente non c'era da abbassare la guardia, anzi, la concentrazione doveva rimanere alta soprattutto in virtù del fatto che perdere avrebbe potuto compromettere ciò che avevamo meritato sul campo in assenza della penalizzazione. Come ho già detto nel basket, come nella vita, gli imprevisti ci sono, vanno affrontati a testa alta e soprattutto non bisogna fermarsi dinanzi agli ostacoli che ci sono nel corso del proprio cammino. Così guardando il presente abbiamo preparato la gara, motivati come sempre, con la voglia di riscatto. La sconfitta dell'andata, soprattutto per com'era maturata, bruciava ancora.
 
D'altro canto invece avevamo dinanzi una formazione motivatissima a voler conquistare con una giornata d'anticipo il pass per i playoff, pertanto abbiamo creato il solito tam tam per portare quante più persone al palazzetto. Un po' in ritardo questa volta, ma mano a mano che la partita si svolgeva gli spalti si sono riempiti come sempre. La gara, considerato la posta in palio, è stata molto tesa, da ambo le parti: io credo fermamente che la partita debba essere giocata in tranquillità a viso aperto, ma capisco anche che quando in palio ci sono due punti importanti possa prevalere la tensione.
 
Di una cosa però sono certo: il rispetto non deve mancare mai nei confronti di nessuno, motivo per cui ho richiamato al termine chi ha risposto inutilmente alle provocazioni. Qualunque cosa accada, noi dobbiamo pensare a giocare e basta!
 
Ad ogni modo, tralasciando questa breve parentesi, la partita ci ha visto sempre in vantaggio fino ad un massimo di 13 lunghezze. Poi Isola, dopo l’intervallo, è salita in cattedra credendo fortemente nella rimonta: è uscito fuori un gran Vignola che ha trascinato i suoi fino al meno 2 a 14" dalla fine, con il possesso in proprio favore. La nostra scelta è stata di difendere, ed abbiamo avuto ragione.
 
I secondi finali in un certo senso sono la fotocopia della partita dell'andata, ma a parti invertite: in quell'occasione fu Di Pietrantonio a finire chiuso dalla difesa avversaria, questa volta invece è toccato a Vignola. Ed al suono della sirena è scoppiata la festa, e siamo abbracciati dai nostri tifosi che si sono uniti a noi, come accade da un po' di tempo, nei festeggiamenti a centrocampo.
 
Obiettivo raggiunto!
 
Ho sempre creduto nella forza di questo gruppo, molto giovane e a tratti inesperto ma con un amore matto per il basket che lo trascina oltre ogni ostacolo, oltre la penalizzazione ... L'obiettivo era quello di provare a qualificarci a dispetto di squadre ben più esperte ed organizzate di noi, o con giocatori provenienti da altre categorie, con l'obiettivo di giocarci partite equilibrate, partite da dentro o fuori, partite da mille emozioni!
 
Non importa se alla fine dei giochi esse saranno di gioia oppure amare ... noi ci siamo! Saremo lì a giocarci i play off, a provare quelle emozioni, emozioni che si provano una volta all'anno e che sono riservate soltanto a poche squadre, emozioni di cui noi non possiamo fare a meno! E per questo motivo lotteremo fino alla fine con tutte le nostre forze per far si che la gioia prevalga all'amarezza.
 
Intanto c'è un entusiasmo veramente incredibile attorno a noi ... Basti pensare che al termine della partita un ragazzino ha chiesto l'autografo a Marco Di Pietrantonio!! Inoltre anche in questa partita era presente il Sindaco di Spoltore sugli spalti, simbolo che un intero paese ci assiste ed è vicino a noi: la voglia di giocare i play off sale! Prima pero' dobbiamo terminare la regular season affrontando l'Essaouira Pescara domenica 8 maggio, poi i riflettori illumineranno i parquet della post-season! Intanto rimaniamo in attesa di conoscere il nostro avversario, che sarà uno tra la Robur Pescara e Cepagatti.
 
Buon basket a tutti!
 
ROSETO.com
Diario di un coach delle minors [Eugenio Sebastiani Croce]
TUTTI GLI ARTICOLI
 
Eugenio Sebastiani Croce
Stampa    Segnala la news

Condividi su:




Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2024 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft