[Ricerca Avanzata]
Lunedμ, 17 Giugno 2019 - Ore 12:25 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie B – Playoff – Finale – Salerno-Pescara
A COME AMATORI, A COME... A UN PASSO DAL SOGNO!
Pescara vince la finale e si qualifica per la Final Four di Montecatini. La gioia di coach Stefano Rajola.
[Amatori Pescara Basket]


Pescara vince la finale e si qualifica per la Final Four di Montecatini. Θ festa al PalaElettra.
[Amatori Pescara Basket]


Pescara vince la finale e si qualifica per la Final Four di Montecatini. Θ festa al PalaElettra.
[Amatori Pescara Basket]


Pescara qualificata per la Final Four di Montecatini. Coach Gabri Di Bonaventura racconta la finale fra Salerno e Pescara. Gara 4.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Mercoledμ, 05 Giugno 2019 - Ore 12:00

PESCARA-SALERNO 91-86 (3-1)

Terzo, decisivo acuto consecutivo per il Pescara di coach Rajola che, sospinto dal pubblico delle grandi occasioni, piega (91-86) l’ambizioso e coriaceo Salerno di coach Menduto e vola alla Final 4 di Montecatini (15-16 giugno)…

Dopo un primo quarto (19-24) sensibilmente favorevole agli ospiti - questi ultimi sempre con sette senior a referto ma costretti a “tirare il collo” al play under Villa (3p + 4r e 5 assist, 4 di valutazione in 37m) e all’ottimo play-guardia Diomede (21p + 4r e 3 assist, 20 di valutazione in 34m), primariamente per l’assenza del regista titolare Maggio e, parzialmente, anche per il forfait della guardia, classe 2000, Czumbel - il Pescara ritrovava compattezza difensiva e giocava una seconda frazione da antologia, perforando la retina con percentuali altissime e confezionando un parziale terrificante (30-12!) che consentiva ai biancorossi di rientrare nello spogliatoio con tredici lunghezze di vantaggio (49-36), a naso una discreta ipoteca sul weekend della settimana prossima…

Messi perentoriamente con la schiena al muro, i campani (Sanna 23, Tortù 13, Paci 11, Leggio 9) nel terzo periodo battevano un colpo, riprendendo a difendere in maniera più efficace ed entrando nel tempino decisivo con due possessi pieni da recuperare (69-63) e qualche rinnovata speranza di poter tornare al PalaSilvestri…

A 03:30 dalla sirena, un canestro nel pitturato realizzato dall’ex Bergamo Sanna riportava definitivamente in linea di galleggiamento la compagine di coach Menduto (80-79), ma l’Amatori non perdeva la testa e, nonostante una tripla velenosa di tabella griffata dall’ex Chieti Diomede che valeva il – 1 (87-86) a soli 17” dal termine, dalla lunetta (32/40, 80%) chiudeva la serie, visto che l’ultimo tentativo da dietro l’arco degli ospiti, che potenzialmente valeva l’overtime, non trovava il fondo della retina, innescando l’urlo liberatorio del popolo biancorosso, passato, in una montagna russa di emozioni, dalla cocente delusione di un’eliminazione al primo turno di playoff all’immensa gioia di un approdo alla Final 4 di Montecatini, dove gli uomini di coach Rajola avranno due corpose opportunità di compiere il salto di categoria e rendere letteralmente indimenticabile una stagione fatta di alti (secondo posto in graduatoria al termine del girone di andata e accesso alle Finali di Coppa di Lega) e bassi (rapida eliminazione in Coppa, quarto posto finale, nonostante gli arrivi degli under Gay e Pedrazzani, ed eliminazione al primo turno playoff con il vantaggio del fattore campo, invalidata giustamente dalle “negligenze” societarie del Reggio Calabria di coach Mecacci, acclarate tempestivamente dalla Federazione).

Tornando al vibrante match del PalaElettra, direi di conferire la palma di Mvp al solido (e solito!) Leonzio (22p con 1/5 da 2, 4/4 da 3, 8/9 ai liberi, 3r, 3 assist, addirittura 10 falli subìti, 29 di valutazione in 33m) a cui hanno offerto preziosa sponda l’esterno, ex Nardò, Potì (14p + 5r, 9 di valutazione in 31m), l’ispirato, ex Tigers Forlì, Carpanzano (13p con 10/10 a gioco fermo, 3 assist, 5 falli subìti, 16 di valutazione in 15m), il veterano Capitanelli (11p + 7r, 17 di valutazione in 26m) e il metronomo Caverni (12p + 3r e 3 assist, 7 di valutazione in 32m).

Game, set e match, dunque, per la franchigia del patron Di Fabio, che adesso attende la vincente di Omegna-Milano per conoscere quale sarà il primo avversario sulla strada che porta alla Terra Promessa… le sei vittorie ottenute negli ultimi sette incontri hanno legittimamente creato nella piazza adriatica un entusiasmo eccezionale e rappresentano il miglior biglietto da visita per partecipare al ballo finale… tra l’altro, con le altre tre serie inchiodate sul 2-2, anche questi giorni di riposo in più, a questo punto di una stagione così dispendiosa, rappresentano un piccolo-grande vantaggio che lo staff tecnico biancorosso sicuramente sfrutterà nel migliore dei modi, forti di una condizione mentale davvero solida.

Poi, si sa, a parità di condizioni, il fattore che crea la differenza è uno solo: l’entusiasmo.
E direi che in riva all’Adriatico adesso di entusiasmo ne hanno da vendere! 

Per il momento, questo è tutto, ci becchiamo fra dieci giorni, stay tuned!

ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

Gabri Di Bonaventura
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Roseto degli Abruzzi 2019. Qual θ la prioritΰ?
Decoro urbano
Manutenzione strade
Sicurezza territoriale
Mancanza lavoro


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2019 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft