[Ricerca Avanzata]
Domenica, 15 Dicembre 2019 - Ore 4:44 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie C Gold – Abruzzo, Marche, Umbria.
BALZO IN AVANTI DEL LANCIANO
Il Lanciano festeggia la doppietta.

Il punto di Davide Di Sante sul campionato di Serie C Gold Abruzzo, Molise, Marche, Umbria. 10^ giornata di andata.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 01 Dicembre 2019 - Ore 23:15

Grande balzo in avanti per l’Unibasket Lanciano che, dopo la vittoria nel recupero del sesto turno sul campo del Bramante Pesaro in settimana, si aggiudica anche il derby della decima giornata del campionato di Serie C Gold Abruzzo, Marche ed Umbria contro il Magic Basket Chieti ed aggancia il gruppo in seconda posizione all’inseguimento della Vigor Matelica, che ha conquistato la vetta solitaria della graduatoria sbancando il terreno di gioco del Vasto Basket grazie a due tiri liberi di Sydney Donaldson nei secondi conclusivi.
 
L’Unibasket Lanciano (Martelli 27, Mordini 14, Cukinas 12 e 11 rimbalzi), nel frattempo rinforzatasi anche  con il giovane ex Chieti Basket (C Silver) Vlad Bantsevich, si aggiudica nettamente il derby con il Magic Basket Chieti (Di Giandomenico 25, Pichi 11, Mennilli 10) ed entra di prepotenza nelle zone che contano della classifica, agganciando al secondo posto Basket Foligno e Pisaurum Pesaro, a due sole lunghezze dalla capolista Vigor Matelica, salvatasi sulla sirena a Vasto. L’avvio di gara è favorevole all’Unibasket, che con Martino, Cukinas ed Agostinone in evidenza prendono subito il controllo delle operazioni (13-7 al 6’), per poi effettuare il primo allungo significativo nella seconda metà della prima frazione, chiusa poi sul 25-17. La musica non cambia in avvio di secondo periodo, con i frentani che continuano a spingere sull’acceleratore e volano addirittura a +16 sul 37-21 al 15’ grazie ai canestri di un super capitan Martelli, Cukinas e Mordini, con il Magic in totale confusione ed in grossa difficoltà in fase offensiva, con Samija incappato in una serata decisamente negativa al tiro (appena 4 punti con 2/14 al tiro per lui tra cui 0/7 da tre). Berlic e Di Giandomenico provano a mettere in gara gli ospiti, che tornano a -10 sul 42-32 al 18’, ma i canestri di Maralossou e Fabio D’Eustachio consentono all’Unibasket di riprendere un margine di sicurezza in prossimità dell’intervallo lungo, con le due squadre che rientrano negli spogliatoi sul 46-32. La gara sembra già segnata, tanto che nel terzo periodo si assiste sostanzialmente ad una gestione del margine accumulato da parte di Cukinas e compagni, che riescono a tenere gli avversari sempre intorno alle quindici lunghezze di distanza, toccando il +20 sul 57-37 al 25’, per poi chiudere al suono della terza sirena sul 61-44. Il Magic proprio non ne ha e nemmeno un time out dopo poco meno di un minuto dall’avvio dell’ultima frazione chiamato da coach Castorina riesce a scuoterlo, con l’Unibasket che può così controllare senza patemi la gara fino alla sirena finale, conquistando così una vittoria che, unita a quella ottenuta nel recupero infrasettimanale in casa del Bramante Pesaro, la proietta verso le zone alte della classifica.

I tiri liberi di Sydney Donaldson (17 punti) a pochissimi istanti dalla sirena finale regalano alla Vigor Matelica (Boffini 21, E. Donaldson 11) di violare il terreno di gioco di un mai domo Vasto Basket (Oluic 28 e 14 rimbalzi, Di Tizio 16, Ucci 12), che dopo aver inseguito per tutto l’incontro vede la sua prodigiosa rimonta spegnersi proprio sul più bello. Parte bene Matelica, che grazie ai canestri dei due Donaldson e Boffini si porta sul 7-14 dopo cinque minuti di gioco, mentre i padroni di casa faticano molto in fase offensiva, sbagliando anche diverse conclusioni apparentemente agevoli. Il solito Oluic prova a scuotere i suoi (17-18 all’8’), ma non è supportato dal resto della squadra, con gli ospiti che riescono a chiudere la prima frazione avanti di sette lunghezze sul 19-26, allungando in modo più deciso in avvio di secondo periodo sul 21-32. Vasto prosegue nelle sue difficoltà in fase offensiva, realizzando appena otto punti nei secondi dieci minuti, ma riesce a tenere abbastanza bene in fase difensiva e, di fatto, limitando i danni all’intervallo di metà gara, con Matelica che conduce di dodici lunghezze sul 27-39. In avvio di ripresa la musica non cambia granchè, con la compagine marchigiana che riesce a tenere sempre a distanza di sicurezza gli uomini di coach Gesmundo, toccando il +17 sul 37-54 al 26’, prima che una fiammata di Oluic ed Ucci consentissero ai padroni di casa di confezionare un parziale di 10-2 grazie al quale dimezzano sostanzialmente il margine allo scadere della terza frazione sul 47-56. Il break positivo prosegue anche nell’ultimo quarto, con Di Tizio ed Ucci che danno prezioso supporto ad Oluic in fase offensiva e consentono al Vasto di riaprire completamente i giochi e di impattare sul 62-62 a 2’49” dalla sirena finale. Gli ultimi minuti sono concitati e palpitanti, con le due squadre che, bloccate dalla paura di vincere, sbagliano molto, ma Vasto, grazie a due tiri liberi di Di Tizio, trova il primo vantaggio della partita sul 66-65 ad un minuto dalla fine; si procede sul filo della tensione, fino a che Sydney Donaldson viene fermato fallosamente da Oluic mentre scocca una conclusione da oltre l’arco, regalando così il match point al Matelica: l’inglese resta freddissimo dalla linea della carità ed infila i primi due tiri liberi che valgono il sorpasso, sbagliando il terzo ed impedendo di fatto a Oluic e soci di replicare. Si salva, quindi, la Vigor Matelica, che sfruttando il turno di riposo del Basket Foligno conquista la vetta solitaria della graduatoria ed a respingere l’assalto delle sempre più agguerrite inseguitrici.
 
Tiene la scia del gruppo di testa il Pisaurum Pesaro (Vichi 20, Chessa 18, Giunta S. 17) che viola il terreno di gioco del fanalino di coda Perugia Basket (Marsili 25, Spagnolli 13, Trevisan  10), ancora a secco di vittorie in questa stagione. Partono bene i marchigiani, che con i canestri di Pierucci, Chessa e Cercolani chiudono la prima frazione sul 21-28, mantenendo poi il vantaggio anche nel corso del secondo periodo (34-43 al 16’), subendo però il rientro dei padroni di casa, che con Spagnolli in evidenza riescono a dimezzare il distacco all’intervallo lungo sul 45-49. Il Pisaurum riesce a tenere la testa dell’incontro anche nella ripresa, toccando di nuovo il +8 sul 47-55 al 24’, ma Perugia non molla e torna nuovamente sotto fino al -1 (59-60) di fine terzo periodo dopo una tripla a fil di sirena di Marsili, il quale in apertura di ultima frazione replica sempre dall’arco, regalando il vantaggio ai suoi sul 62-60. Ma sale in cattedra Simone Giunta, che immediatamente riporta i suoi avanti e, con il contributo di Vichi, è l’artefice dell’allungo decisivo degli ospiti, i quali confezionano un terrificante parziale di 1-13 che taglia le gambe al Perugia a poco più di due minuti dalla conclusione sul 63-73, mettendo di fatto fine ai giochi.

Seconda sconfitta interna consecutiva per il Bramante Pesaro (Ricci 23, Giampaoli e Pipitone 9) che dopo il passo falso nel recupero con l’Unibasket Lanciano cede in volata al cospetto del Sambacanestro (Stonkus 22, Tarolis 15), una delle formazioni più in forma del momento con la terza vittoria consecutiva conquistata. La squadra di coach Aniello domina nei primi venti minuti, grazie soprattutto ai suoi due stranieri Stonkus e Tarolis, chiudendo sul 25-39 a metà gara, subendo però il rientro rabbioso nel corso del terzo periodo da parte dei padroni di casa, i quali trascinati soprattutto da Ricci impattano proprio sulla sirena del trentesimo minuto sul 49-49. Stonkus e compagni provano a riallungare in avvio di ultimo quarto (49-55 al 33’), ma il Bramante non ci sta e recupera in breve tempo il gap, mettendo in più occasioni anche il naso avanti (64-62 a 3’12” dalla conclusione) fino al convulso finale, durante il quale risultano decisivi un canestro di Tarolis ed un tiro libero di Orenzi a 10 secondi dalla sirena, con Ricci che fallisce il canestro del potenziale overtime.

Dopo quattro sconfitte consecutive torna al successo il Val di Ceppo (Casuscelli 14, Meschini e Giovagnoli 12) che si aggiudica il derby con la Virtus Assisi (Capezzali 13, Matejka Meccoli 12) e rientra in zona play off. Gara sostanzialmente equilibrata per i primi venti minuti, con Casuscelli e compagni che guidano la contesa sempre però con vantaggi minimi (31-25 al 20’), allungando però nel corso della terza frazione, grazie soprattutto ai canestri di Speziali, Casuscelli e Giovagnoli, e toccando il +13 al trentesimo minuto sul 51-38, controllando poi nell’ultimo quarto tutti i tentativi di rimonta da parte di Assisi, peraltro neanche troppo convinti.

Infine pesante successo in chiave salvezza per il Falconara Basket (Centanni E. 21, Gurini 18, Kouyate 16) che supera all’overtime una Robur Osimo (Dubois 27, Pierucci 19, David 10) in attesa di inserire il rinforzo di lusso German Sciutto, ala argentina classe 1978  dai lunghi trascorsi in A2 con le maglie, tra le altre, di Ragusa, Trapani e Viola Reggio Calabria. Dopo un buon avvio dei padroni di casa (20-13 al 10’), Dubois e soci provano a prendere il controllo della partita nel  corso della seconda frazione (36-35 all’intervallo lungo), per poi allungare in maniera decisa in avvio di ripresa, con il terzo periodo chiuso sul 46-54, dopo aver toccato anche la doppia cifra  di vantaggio. Ma negli ultimi dieci minuti Falconara torna alla carica ed annulla il gap, fino ad impattare a fil di sirena con un canestro di Edoardo Centanni che forza la gara all’overtime, durante il quale saranno decisivi i canestri di Kouyate e Federico Centanni per una vittoria che permette di staccare di quattro lunghezze il fondo della classifica occupato dal Perugia Basket.
 
Risultati decima giornata
Unibasket Lanciano-Magic Basket Chieti 85-65
Val di Ceppo-Virtus Assisi 73-63
Bramante Pesaro-Sambacanestro 66-68
Vasto Basket-Vigor Matelica 65-66
Perugia Basket-Pisaurum Pesaro 69-76
Falconara Basket-Robur Osimo 83-79 dts
Ha riposato: Basket Foligno
Recupero sesta giornata
Bramante Pesaro-Unibasket Lanciano 76-82
 
Classifica
01 Vigor Matelica 16*
02 Unibasket Lanciano 14*
03 Basket Foligno 14*
04 Pisaurum Pesaro 14
05 Bramante Pesaro 12*
06 Vasto Basket 10*
07 Magic Basket Chieti 10*
08 Val di Ceppo 8
09 Robur Osimo 6*
10 Virtus Assisi 6*
11 Sambacanestro 6*
12 Falconara Basket 4*
13 Perugia Basket 0*
*una partita in meno
 
Prossimo turno (undicesima giornata)
Sabato 07/12 h. 18.00
Pisaurum Pesaro-Unibasket Lanciano
Vigor Matelica-Bramante Pesaro
Virtus Assisi-Vasto Basket (h. 21.15)
Sambacanestro-Falconara Basket (h. 18.45)
Domenica 08/12 h. 18.00
Basket Foligno-Val di Ceppo
Robur Osimo-Perugia Basket
Riposa: Magic Basket Chieti

ROSETO.com
Minors [Serie C, Serie D.]
TUTTI GLI ARTICOLI
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=41&tipo=basket

Davide Di Sante
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
SHARKS 2019-2020. Qual θ l'obiettivo del Roseto?
Salvezza
Playoff
Vittoria Campionato


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2019 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft