[Ricerca Avanzata]
Mercoledμ, 14 Aprile 2021 - Ore 10:08 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie B, Girone C2 – Giulianova, Roseto, Teramo.
ROSETO CALA IL POKER E MANTIENE LA VETTA SOLITARIA, GIULIANOVA KO, TERAMO RIMANEGGIATO AL TERZO STOP CONSECUTIVO.
Jacopo Lucarelli contro Riccardo Casagrande in Roseto-Civitanova Marche.
[Cusano Photo]


Il punto di coach Gabri Di Bonaventura sulle abruzzesi di Serie B. 2^ giornata di ritorno.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Martedμ, 02 Febbraio 2021 - Ore 21:15

Seconda di ritorno nella terza categoria nazionale (Serie B, gironcino C2), proviamo a riassumere rapidamente quanto accaduto alle tre franchigie cestistiche abruzzesi in questa ultima domenica di gennaio.

GIULIANOVA
Dopo due vittorie casalinghe consecutive, il Giulianova (8) di coach Zanchi torna a mani vuote dal match disputato alla Bombonera, piegato (74-65) dal sempre più convincente Montegranaro (8) di coach Ciarpella, con la giovane compagine gialloblu arrivata alla quarta vittoria in fila, dopo un inizio di torneo avaro di soddisfazioni…
Dopo un primo tempo (28-37) che sembrava avvicinare la formazione ospite al quinto referto rosa stagionale, al ritorno in campo dopo la pausa lunga i padroni di casa (il veterano Bonfiglio 17, l’esterno classe 2000 Cipriani 17, il solito play Gallizzi, sempre classe 2000, 12) innestavano il turbo, confezionando un parziale mica da ridere (22-10) che consentiva ai marchigiani di entrare nel tempino decisivo con un possesso pieno di vantaggio (50-47) e soprattutto con l’inerzia del match sensibilmente dalla propria parte…
Il break (11-4) griffato all’inizio del quarto periodo lanciava perentoriamente i veregrensi sul + 10 (61-51 a 05:06 dal termine); i giuliesi tentavano orgogliosamente di risalire la china ma il -5 raggiunto a 04:19 dalla sirena conclusiva (61-56) veniva vanificato dalla tripla (64-56) della chirurgica guardia Minoli (Mvp, 12p con 3/3 da 2, 2/2 da 3, 3r, 2 assist, un rotondo 20 di valutazione in 31m) che in pratica spianava definitivamente la strada verso il poker di vittorie tanto agognato dalla truppa agli ordini del giovane e preparato tecnico Ciarpella…
Nelle fila dei giallorossi, quattro gli atleti in doppia cifra: l’ottima ala, classe 96, Cacace (16p con 3/6 da 2, 2/3 da 3, 4/4 ai liberi, 4r, 3 assist, 4 falli subìti, 16 di valutazione in 37m), il chirurgico jolly Di Carmine (14p con 5/5 complessivo, 3/4 in lunetta, 9r, 3 assist, 4 falli subìti, 26 di valutazione in 36m), l’atletico centro, classe 98, Thiam (12p con 5/7 da 2, 2/3 a gioco fermo, 8r, 18 di valutazione in 29m) e la guardia, classe 2000, Tognacci (10p con 3/7 dal campo, 2/2 ai liberi, 1 di valutazione in 22m).
Sempre collocata in quarta posizione, però in coabitazione con Jesi e Montegranaro, la franchigia del Presidente Iozzo, nel prossimo turno, affronterà fra le mura amiche (domenica 7 febbraio ore 18) il Teramo (6) di coach Salvemini, con il team biancorosso decisamente penalizzato da infortuni (il play Francesco Faragalli e ora anche l’ala forte Esposito) e dal mancato rimpiazzo del lungo Gatti, fuoriuscito dalla società del Presidente Nardi un mese fa, dopo aver giocato di fatto soltanto le prime tre gare del torneo; anche Giulianova lamenta qualche defezione (in primis quella del bravo lungo Spera, a seguire quelle dei meno impiegati Cantarini ed Epifani) ma sulla carta Panzini (5) e soci, che tra l’altro alla Bombonera hanno schierato per la prima volta il nuovo acquisto perimetrale, classe 2000, Lurini (0p in 5m), sembrerebbero sensibilmente favoriti per il ritorno alla vittoria, obiettivo ovviamente fortemente anelato da entrambe le formazioni in questo ennesimo, appassionante derby stagionale.

ROSETO
Suda le sette proverbiali camicie ma alla fine la capolista solitaria Roseto (14), guidata da coach Trullo, porta a casa la preziosa posta in palio, piegando di misura (77-75) la scorbutica resistenza del Civitanova (6) di coach Mazzalupi, oggi mestamente fanalino di coda del gironcino insieme alla matricola Tasp Teramo…
Dopo un primo tempo meritatamente condotto dai marchigiani (17-20 al 10’, 33-40 all’intervallo), i padroni di casa si scuotevano e, nonostante l’infortunio che toglieva dal match immediatamente l’incisiva ala forte Serafini (0p in 3m), costruivano nel terzo periodo un ottimo parziale (26-17) che valeva il +2 (59-57) all’alba del quarto decisivo…
Una conclusione nel pitturato dell’esterno Lucarelli (13p con 5/13 complessivo, 2/2 in lunetta, 6r, 2 assist, 11 di valutazione in 35m) portava gli uomini del Presidente Ciafardoni sul + 7 (70-63 a 03:33 dal termine) ma gli ospiti, che tra l’altro non schieravano, per indisponibilità fisica, l’ala piccola Milani, non mollavano la presa e tornavano sul – 2 con palla in mano (70-68) ad un paio di giri di lancette dalla sirena…
Roseto però sfruttava perfettamente il time out chiamato tempestivamente dalla panchina, recuperando l’arancia e trovando, sul capovolgimento di fronte, il + 4 (72-68 a 01:39 dalla fine) grazie ai polpastrelli educatissimi dell’inossidabile Ruggiero (18p con 4/6 da 2, 2/3 da 3, 4/4 a gioco fermo, 5r, 3 assist, 21 di valutazione in 32m)…
Civitanova (l’ex Casagrande 18, l’ex Lusvarghi 12, l’esterno romano, classe 2000, Rocchi 12, il play 2001 Cognigni 11) nel finale tentava coraggiosamente il tutto per tutto ma i locali non perdevano il controllo e alla fine passavano alla cassa, infilando il poker di vittorie consecutive e conservando l’ambita testa della graduatoria…
Hombre del partido, alla faccia di qualche problemino fisico, il crack Valerio Amoroso (21p con 5/6 da 2, 1/2 da 3, 8/10 a gioco fermo, 4r, 7 falli subìti, 3 assist, saldo attivo di 2 fra perse e recuperate, 30 di valutazione in 24m), ottimamente spalleggiato, oltre che dai già citati Ruggiero e Lucarelli, dal socio di reparto, classe 99, Nikolic (17p con 7/17 da 2, 3/4 in lunetta, 6 carambole, 8 di valutazione in 30m).
Nel prossimo turno, il match che potrebbe decidere virtualmente, in caso di vittoria dei rosetani, il primo posto con cinque giornate di anticipo… mica male, vero?!?
Infatti, domenica prossima, 7 febbraio ore 18, al PalaGuerrieri di Fabriano, si giocherà la madre di tutte le partite, con i cartai guidati da coach Pansa (12) che inseguono Pastore (5p con 2/6 dal campo, 5r, 5 di valutazione in 29m) e soci e che tenteranno l’aggancio, magari vincendo con sei lunghezze di scarto per ribaltare il 72-67 patito al PalaMaggetti nella terza di andata…
Credo sia un po' il primo crocevia, certamente non decisivo ma sicuramente importante, della stagione rosetana, perché, a mio modesto avviso, ci sono buone, anzi buonissime possibilità che i marchigiani chiudano il resto della stagione regolare senza sconfitte, quindi, uscire eventualmente battuti ma conservando lo scontro diretto a favore consentirebbe agli adriatici di conservare ottime chances di leadership finale.
   
TERAMO
Ancora pesantemente depotenziato nell’asse vitale play-pivot, vista la perdurante indisponibilità fisica del regista Francesco Faragalli e il mancato rimpiazzo del veterano lungo Gatti, il Teramo (6) di coach Salvemini vende nuovamente molto cara la pelle ma incassa la terza sconfitta in fila, cedendo (66-71) negli ultimi due minuti alla corazzata Fabriano (12) di coach Pansa, con la compagine marchigiana che si insedia beatamente al secondo posto solitario in graduatoria…
Dopo un primo tempo sorprendentemente favorevole ai colori biancorossi (43-29), con Tiberti (14p con 6/13 complessivo, 2/2 in lunetta, 9r, 15 di valutazione in 26m) e gli altri in canotta Tasp favoriti sensibilmente da un approccio davvero problematico dei quotati avversari al match, al ritorno in campo dopo la pausa lunga la musica cambiava, con i locali che comunque tenevano botta ed entravano nella frazione finale con un vantaggio di otto lunghezze (53-45)…
Nell’ultimo quarto, con i padroni di casa ulteriormente penalizzati dalla defezione per una brutta scavigliata del volitivo Esposito (5p + 13r e 3 assist, 14 di valutazione in 25m) e dalle uscite per raggiunto limite di falli del capitano Serroni (6p con 1/3 da 3, 3/3 ai liberi, 3 perse, -1 di valutazione in 17m) e del tenace Guilavogui (4p + 5r, 1 di valutazione in 23m), quest’ultimo attualmente unico cambio di ruolo per i due lunghi Esposito e Tiberti, il lucido Fabriano (Scanzi 9, Papa 9, Garri 8, Marulli 5) allungava tatticamente la difesa, recuperando un paio di preziosi palloni e rovesciando progressivamente le sorti dell’incontro (56-49 al 33’, 65-59 al 36’, 66-64 al 37’, 66-68 al 38’) grazie soprattutto alle triple del leader silenzioso, classe 97 ed ex Roseto e Chieti, Radonjic (Mvp, 23p con 4/7 da 2, 4/7 da 3, 3/4 a gioco fermo, 8r, 2 assist, 26 di valutazione in 32m)…
Per la cronaca, sul 66-69, a 01:25 dalla sirena, Di Bonaventura (14p con 3/10 dal parquet, 7/9 in lunetta, 7r, 10 falli subìti, 4 assist, saldo negativo di 2 fra perse e recuperate, 21 di valutazione in 36m) si ritrovava fra le mani la palla della parità ma la sua tripla si spegneva sul ferro, consentendo al navigato play Merletto (9), sul capovolgimento di fronte, di chiudere definitivamente la pratica, arrivando al ferro (66-71)… game, set & match!
Nel prossimo turno, come già anticipato, Rossi (16p con 4/16 complessivo, 6/9 ai liberi, 2r, 5 falli subìti, 3 assist, 8 di valutazione in 35m) e soci, attualmente ultimi in graduatoria al pari del Civitanova di coach Mazzalupi, sfideranno in trasferta il Giulianova (8) di coach Zanchi in un derby che – rebus sic stantibus – si prevede molto in salita per gli uomini di coach Salvemini, con i teramani, tra l’altro, penalizzati anche dallo scivolone casalingo (73-75) dell’Ancona (10) di coach Rajola con il giovane Jesi (8) di coach Ghizzinardi, che ha permesso a Magrini e soci di non restare invischiati nelle zone più insidiose della graduatoria…
A tal proposito, senza nulla togliere alla frizzante formazione jesina, è opportuno ricordare che la franchigia dorica, guidata dal tecnico pescarese ex Amatori, gioca attualmente con soli cinque senior (!) e deve fare a meno anche dell’under più incisivo (l’ala Rossi); quando le cose si sistemeranno, vedrete che l’Ancona tornerà ad essere un osso molto duro per tutte le contendenti che mirano al salto di categoria.
 
Ho finito, ci becchiamo la settimana prossima, buon vento alle spalle.

ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

Gabri Di Bonaventura
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Amministrative Roseto 2021. Qual θ la tua intenzione di voto?
Destra
Centro-Destra
Centro
Centro-Sinistra
Sinistra
Liste Civiche
Movimenti


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2021 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft