[Ricerca Avanzata]
Mercoledμ, 16 Giugno 2021 - Ore 10:51 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Serie B – Playoff Roseto – Playout Teramo.
ROSETO APRE BENE LA SERIE, TERAMO PERDE IN TRASFERTA.
Aleksa Nikolic, del Roseto.
[Cusano Photo]


Il punto di coach Gabri Di Bonaventura sulle abruzzesi di Serie B. Playoff e Playout. Gara 1.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Lunedμ, 17 Maggio 2021 - Ore 12:15

Prima giornata della fase playoff (Roseto) e playout (Teramo) nella terza categoria nazionale, proviamo a dare uno sguardo rapido a quanto accaduto alle due franchigie cestistiche abruzzesi in questa domenica di metà maggio.

ROSETO
Buona la prima per il Roseto di coach Trullo che, dopo un primo tempo tutt’altro che brillante (27-32), regola di forza (67-53) il Cassino di coach Vettese e mette in cambusa il primo punto di una serie che, al meglio delle cinque partite, vede, almeno sulla carta, decisamente favorita la compagine adriatica, che tra l’altro ha finalmente recuperato la guardia Pastore (8p + 3r, 4 di valutazione in 17m)…
Probabilmente, la svolta del match si è avuta verso la fine del terzo periodo, quando gli ospiti, in vantaggio di sette lunghezze (41-48 al 28’) fallivano con la guardia Grilli (7) dal pitturato la conclusione del potenziale +9, subendo in un amen un terrificante parziale (11-1) che consentiva ai locali di entrare nel tempino decisivo con un possesso pieno di vantaggio (52-49) ma soprattutto con l’inerzia del match completamente girata a loro favore…
Nella frazione finale, la difesa molto fisica e reattiva dei biancoblu mandava definitivamente fuori giri l’attacco ospite, che doveva accontentarsi delle briciole (soltanto quattro punti realizzati!) e rassegnarsi a lasciare all’ambiziosa franchigia del Presidente Ciafardoni il primo, importantissimo punto della serie…
Hombre del partido, neanche a dirlo, il veterano Valerio Amoroso (22p con 6/7 da 2, 3/5 da 3, 1/1 in lunetta, 4r, 24 di valutazione in 26m), a cui hanno offerto solida sponda il socio di reparto Nikolic (9p + 6r e 2 assist, 12 di valutazione in 31m), l’ala Lucarelli (7p + 9r e 2 assist, 10 di valutazione in 32m) e l’incisivo under Sebastianelli (9p con 3/4 da dietro l’arco, 9 di valutazione in 17m), mentre fra gli ospiti, che in pratica ruotano a sette e prediligono giocoforza il ritmo molto controllato, doppia cifra per l’ala pescarese, classe 83, Lestini (12), per l’inossidabile pivot serbo, classe 79, Visnjic (10) e per il regista, classe 92, Teghini (10).
In gara 2, in programma martedì 18 alle ore 20:30, capitan Ruggiero (5) e soci cercheranno il secondo punto della serie per provare a chiudere in settimana la pratica in trasferta, conservando energie molto preziose in vista di una serie successiva decisamente più impegnativa, visto che all’orizzonte si prospetta l’incrocio con l’attrezzata Rieti di coach Righetti, attualmente impegnata con lo Jesi di coach Ghizzinardi, con la formazione marchigiana agevolmente battuta in gara 1 (69-55).
 
TERAMO
Come da pronostico, la matricola Tasp Teramo di coach Salvemini torna a mani vuote dalla trasferta marchigiana, costretta a lasciare il primo punto della serie playout al determinato Civitanova, con la compagine di coach Foglietti che, come organico, non avrebbe nulla da invidiare a Jesi piuttosto che al Senigallia (quest’ultimo ora anche privo dell’esterno Peroni) che beatamente si ritrovano (attenzione, meritatamente!) a disputare i playoff…
Dopo un primo quarto (18-9) decisamente favorevole ai padroni di casa, che schieravano la guardia Felicioni (11) al posto dell’atletico lungo Vallasciani frenato da un problemino al ginocchio, gli ospiti, dopo essere scivolati anche sul -13, ritrovavano verve offensiva e chiudevano il primo tempo sotto di sei lunghezze (36-30)…
Nella terza frazione, i locali, che continuavano a “battezzare” dalla lunga distanza Francesco Faragalli (3) e Di Bonaventura (11) riscuotendo innegabili dividendi, attraversavano un evidente passaggio a vuoto offensivo, consentendo a Rossi (15) e soci di entrare nel quarto periodo in perfetta parità (45-45)…
La svolta della gara a 02:32 dal termine, quando, sul 60-58, Di Bonaventura, dopo aver subito fallo da Casagrande (14), falliva sanguinosamente tre tiri liberi, consentendo prima a Felicioni dalla lunetta e poi a Francesco Amoroso (Mvp, 18), con una tripla centrale, di dare la spallata decisiva al match (65-58 a 01:51 dalla sirena)…
Finiva 69-61, con i marchigiani a festeggiare meritatamente il primo punto della serie, nonostante le prestazioni incolori di Lusvarghi (3), Fabi (2) e dell’ottimo under Rocchi (0), e i teramani a leccarsi le ferite per un’occasione perduta di sorprendere, nel finale, i più quotati avversari, dimostratisi molto più pronti a gestire le fasi emotive della gara e ad interpretare al meglio, grazie al loro profondo vissuto cestistico, i momenti chiave del match…
Talento ed esperienza sembrano favorire sensibilmente i marchigiani in questa prima serie, soprattutto se Teramo non riuscirà a sfruttare meglio i mismatch provocati dai continui cambi effettuati dagli avversari, in particolare sulle uscite dai blocchi di Rossi e Serroni, ritrovandosi molte volte con la palla in mano troppo lontano da canestro per poi forzare tiri (7/32 da 3) o passaggi negli ultimi secondi dell’azione; altro aspetto importante, credo sia quello di lavorare forte di anticipo in post basso, dove Amoroso, Casagrande, Milani (10) e lo stesso Andreani (11) gradiscono ricevere per poi attaccare in avvicinamento come lama nel burro, realizzando da sotto o subendo falli che significano frequenti e comodi viaggi in lunetta (19/24 mentre Teramo ha rimediato un significativo 6/14) e compensando così, ad esempio, la cattiva percentuale registrata di squadra nel tiro da dietro l’arco (4/22) nel primo episodio di questa sfida.
Vediamo se Teramo, che ha mostrato un buon Cucco all’esordio (5), spedendo in tribuna l’ala forte Esposito, riuscirà (martedì 18 alle 20:30) a correggere gli errori tecnici commessi in gara 1 e se mostrerà la personalità necessaria per restare in gara fino alle battute finali, tentando il blitz all’ultima curva contro un avversario ora ancora più pericoloso, visto che recupererà probabilmente Vallasciani, rinunciando presumibilmente a Felicioni o Fabi, e che soprattutto giocherà con maggiore serenità, dopo aver incassato il primo punto di questa serie.

Ho finito, ci becchiamo prestissimo, buon vento alle spalle.


ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI

http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

Gabri Di Bonaventura
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Amministrative Roseto 2021. Qual θ la tua intenzione di voto?
Destra
Centro-Destra
Centro
Centro-Sinistra
Sinistra
Liste Civiche
Movimenti


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2021 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft