[Ricerca Avanzata]
Mercoledì, 8 Febbraio 2023 - Ore 11:04 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Consigli – non richiesti, dunque gratuiti – all’Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi / 001-010.
QUALCHE IDEA PER I NOSTRI GOVERNANTI CITTADINI
Foto di gruppo per Sindaco, Giunta e consiglieri di maggioranza. In primo piano, da sinistra a destra: Francesco Luciani, assessore; Lorena Mastrilli, assessora; Francesco Marcone, vice sindaco; Mario Nugnes, sindaco; Giulio Sottanelli, padre politico della coalizione; Zaira Sottanelli, assessora; Gianni Mazzocchetti, assessore. In secondo piano, da sinistra a destra: Dario Chiarobelli, consigliere; Simona Di Felice, consigliera; Toriella Iezzi, consigliera; Valentina Vannucci, consigliera; Christian Gabriele Aceto, consigliere; Enio Pavone, consigliere; Vincenzo Addazii, consigliere; Paolo De Nigris, consigliere; Annalisa D’Elpidio, consigliera; Gabriella Recchiuti, prossima presidentessa del Consiglio Comunale.
[Luca Maggitti]


Governanti cittadini, se vi piacciono usatele pure. È un civico contributo alla mia amata Roseto degli Abruzzi.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 31 Ottobre 2021 - Ore 17:30

Lo scorso 7 settembre 2021, autonominandomi Sindaco di Otesor (in via Seneca 5 prendo decisioni sempre all’unanimità, consultandomi con me stesso), diedi 4 consigli – non richiesti, dunque gratuiti – al futuro Sindaco di Roseto degli Abruzzi.

Oggi che il Sindaco è noto (Mario Nugnes), mi permetto di reiterare questi consigli e di darne ulteriori, continuando una “tradizione” che porto avanti fin dal 2012.
Dal 2002 al 2011 in Comune invece c’ero, da Capo di Gabinetto del Sindaco, e i consigli li davo all’allora Primo Cittadino, ma quello era lavoro.
Oggi invece è il piacere di dare una mano alla mia città, come ho fatto anche con le amministrazioni precedenti e come faccio da circa 25 anni, da animatore culturale operante nel Lido delle Rose.
Avendo io servito da Capo di Gabinetto nell’Amministrazione Di Bonaventura 1 (2002-2006) nella quale il Sindaco tenne per sé le deleghe a Turismo e Cultura, che aiutavo perciò a sbrigare, le mie competenze sono quasi tutte verso la gestione istituzionale e direzionale, lo sport, il turismo e la cultura.

Eccovi dunque i miei consigli, governanti di Roseto. Li numero, così da potermeli elencare e tenere a mente. E magari più facilmente ricordare all’Amministrazione Nugnes, che taggherò in questi articoli (hai visto mai che possano risultare utili), unitamente al padre ispiratore della coalizione, Giulio Sottanelli, e alla Presidentessa del Consiglio Comunale, Gabriella Recchiuti.
A eventuale cosa fatta, non mancherò di evidenziarlo, in calce al consiglio stesso.

Consigli – non richiesti, dunque gratuiti – all’Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi.
001 – 010


001.TROFEO LIDO DELLE ROSE.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessora allo Sport Mastrilli.
Entro il 31 dicembre 2021 va onorato il più antico torneo estivo di basket d’Europa – e forse del mondo – con la disputa della 76^ edizione. Come ogni anno, io ricomincio a tambureggiare affinché la scadenza non passi inosservata, uccidendo il suo Albo d’Oro e quindi il “Torneissimo”, come lo ribattezzò Aldo Giordani.
Dovrebbero essere al lavoro la Pallacanestro Roseto e gli organizzatori di Roseto Eventi, per svolgere il torneo in data unica come lo scorso anno.
Chiedo all’Amministrazione Nugnes di interessarsi, affinché il torneo sia svolto e – messo in sicurezza l’albo d’oro con la disputa dell’edizione 2021 – di adoperarsi affinché dal 2022 si ricominci a disputare un torneo degno della tradizione. E cioè estivo e con almeno 4 squadre.
Il desiderio? Tornare a disputarlo nella ristrutturata Arena 4 Palme, nel giro di qualche anno.

002.PRIMO SECOLO DELLA PALLACANESTRO ROSETANA.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessora allo Sport Mastrilli, Assessore alla Cultura Luciani.
Nel 2021 la nostra città festeggia i primi 100 anni di basket, visto che nel Lido delle Rose si tira a canestro fin dal 1921, quando ancora il luogo si chiamava Rosburgo ed era frazione di Montepagano.
Finora – con mio sommo stupore, unito ad amarezza – nessuno ha fatto nulla per celebrare una data tanto importante, salvo il mio sito Roseto.com (sto realizzando video e articoli in tal senso).
Spiace davvero che una città che ha nella pallacanestro il primo e unico vero collante socio-culturale non abbia finora trovato il tempo. Pazienza.
Io, continuando nel solco “cummànne e fa da tò” (comanda e fattelo da solo), ho prodotto il libro il libro “Cent’anni di Rosetitudine”, scritto dal poeta, attore e regista rosetano Vincenzo Di Bonaventura. Il libro contiene capitoli che il grande Vincenzo rappresenterà sotto forma di monologo teatrale, nei luoghi in cui otterremo asilo.
In questo caso, chiedo all’Amministrazione Nugnes di realizzare almeno una importante iniziativa istituzionale, rispetto alle iniziative che penso io, nel mio piccolo. E da solo mi pago.
Perché il primo Secolo di pallacanestro cittadina è di tutti. E dovrebbe essere un orgoglio, partecipato, dell’intera città.

003.INTITOLAZIONE DELLA PISCINA COMUNALE A GIUSEPPE CELOMMI.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessora allo Sport Mastrilli.
Il precedente Consiglio Comunale uscente si è espresso, a seguito di raccolta firme. Dunque, è pratica avviata, ma sarà conclusa solo alla scopertura della targa.
All’Amministrazione Nugnes chiedo perciò di perfezionare in tempi brevi e nel migliore dei modi l’intitolazione, affinché la memoria di Peppe sia onorata e il suo esempio di amore verso Roseto conosciuto e rispettato e – se possibile – imitato.
Lo abbiamo fatto in deroga – ero Capo di Gabinetto del Sindaco – nel 2003, con il palasport intitolato a Remo Maggetti.
Si può certamente fare con Peppe.

004.INTITOLAZIONE DI UN ANGOLO DI PIAZZA DELLA LIBERTÀ A PIO RAPAGNÀ.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessore alla Cultura Luciani.
Come ho già scritto su Roseto.com il 18 luglio 2018, dopo la morte del caro Pio Rapagnà, sarebbe bello se il Comune di Roseto degli Abruzzi creasse uno “Speakers’ Corner”, come quello celeberrimo di Hyde Park a Londra, intitolato alla sua memoria e al suo impegno all’interno della Piazza della Libertà, nel posto in cui il compianto lottatore per il bene di tutti teneva i suoi comizi, amplificato con il megafono sulla sua Renault 4 prima e Opel Corsa poi.
Anche in questo caso, chiedo all’Amministrazione Nugnes di impegnarsi per questa intitolazione, affinché le lotte di una vita di Pio, così come il bene fatto da Peppe (uomini politicamente all’opposto, ma entrambi amanti della loro Roseto), siano conosciuti, onorati, rispettati e possibilmente imitati.

005.APERTURA DEI CONSIGLI COMUNALI CON UNA “AZIONE CULTURALE”.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessore alla Cultura Luciani.
Non so se altri consigli comunali in giro per l’Italia lo abbiano già fatto, ma da qualche mese penso a questa cosa, dunque ve la dico senza controllare su Google se è una iniziativa assolutamente originale. Non importa: basta farla (almeno per me).
Chiedo all’Amministrazione Nugnes (alla quale riconosco il merito di aver pensato al PalaMaggetti per la prima riunione dell’assise civica, stimolando la partecipazione affinché in tanti sentano il programma di governo) di aprire ogni singolo Consiglio Comunale con una “Azione Culturale”. E cioè un momento in cui l’Assise Civica e il cittadini possano quasi “raccogliersi laicamente” prestando attenzione. Questo consentirebbe al Comune di Roseto degli Abruzzi di “fare cultura” in modo tangibile, offrendo la diretta televisiva ai vari operatori culturali. Nel contempo, spingerebbe tutti i rappresentanti politici a seguire e a stare attenti a parlare bene, non scadere in risse da taverna durante i consigli, rispettare i cittadini sempre e con il massimo dell’impegno. Qualche esempio? Leggere dei passi di un’antologia che parla di Roseto degli Abruzzi nella cultura italiana ed europea, curata alcuni anni fa dal compianto Luigi Braccili e Mario Giunco. Oppure presentare un’eccellenza culturale o artistica o poetica o sportiva, facendo intervistare o parlare la diretta interessata o il diretto interessato. O, ancora, far esibire per un breve, significativo e propedeutico monologo attrici e attori, oppure far esibire per 10 minuti musicisti o cantanti. Infine, ma soltanto perché non voglio dilungarmi troppo, far illustrare un quadro a un pittore che abbia collegamenti con Roseto (partendo da Celommi). Insomma: usare la prima mezz’ora o la prima ora – quella che di solito passa fra la prima e la seconda convocazione, per entrare progressivamente in un clima operoso ed educato, guidati da cultura, arte, musica e sport.
Ce la fate a iniziare già mercoledì prossimo, con la vostra prima assise civica?

006.T.I.R.: TAVOLO INTEGRATO ROSETO.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Presidentessa del Consiglio Comunale Recchiuti.
La nostra città ha bisogno di un rinnovato senso di comunità e – soprattutto – essendo la città strategicamente più importante d’Abruzzo per quanto riguarda il turismo (leggetevi le statistiche Istat dell’Abruzzo e per singole provincie), di una filiera attiva che parta dal Lido delle Rose e arrivi a Bruxelles, passando per Roma.
Nella mia testa, T.I.R. è un tavolo logisticamente ubicato nella casa dei rosetani – e cioè nella Sala del Consiglio Comunale – in cui una volta al mese riunirsi per dibattere delle questioni cittadine, dando la parola a tutti gli aventi causa.
Non una replica (sarebbe perfettamente inutile) del Consiglio Comunale, bensì un organo consultivo ampio, capace di analizzare problemi e suggerire proposte.
Composto da chi? Sindaco, Presidente del Consiglio Comunale, Assessori, rappresentanti di associazioni culturali, di volontariato e sportive, dirigenti scolastici, parroci e politici rosetani di ogni livello (consiglieri provinciali, consiglieri regionali, deputati e senatori, europarlamentari e ogni politico che possa aiutare Roseto degli Abruzzi con il suo operato).
Gestito da chi? 3 persone serie, capaci, di grande pazienza e di buona volontà fra quelle sopra citate dovrebbero essere nominate dall’organo stesso al loro interno e quindi chiamate a comporre una sorta di “ristretto”, che avrebbe la responsabilità di scrivere verbali, ordinare argomenti, comunicare con la cittadinanza attraverso i social media e gli organi di informazione. Insomma: riunioni precise, problemi all’ordine del giorno e suggerimenti tutti recepiti e tesaurizzati.
Per fare cosa? Promuovere una interlocuzione fra tutte le componenti vive della città, discutendo e risolvendo nel corso della riunione mensile una serie di piccole cose  e – soprattutto – lavorando di concerto con i politici per aiutare Roseto degli Abruzzi a crescere in modo equilibrato e consapevole, puntando molto sulla cultura e sullo sport come strumenti di inclusione sociale, in ambito strategico.
In un mondo in cui si fa tutto da casa e tutto è dentro il telefono, trovarsi, conoscersi, tornare a parlarsi, far crescere le soglie della reciproca sopportazione (che è poi il sale della democrazia), sono convinto che potrebbe essere utile a tutti.
Quanto costerebbe? Le spese di energia elettrica della Sala Consiliare, perché a mio avviso il tutto dovrebbe essere a costo zero per i cittadini.
È possibile farlo? Io credo di sì, a patto che i vari coinvolti – che paghiamo a vario titolo con le nostre tasse (e neanche poco) – accettino di dedicare un giorno al mese (e 3 persone un po’ di più) alla loro Comunità. Una sorta di piccoli epigoni di Stakanov.
Certo, non sono pagati i tanti che fanno volontariato culturale, sociale e sportivo, ma per loro l’interesse è rappresentato dal potersi confrontare mensilmente con chi ha il potere di far accadere le cose e magari risolvere annose questioni.

007.FESTIVAL CINEMATOGRAFICO ROSETO OPERA PRIMA.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessore alla Cultura Luciani.
Dopo il 2020 saltato per il Covid-19 e il 2021 celebrato con 3 recital teatrali, Roseto Opera Prima può e deve tornare a essere una rassegna con una giuria e un premio, continuando un Albo d’Oro che ha visto qui da noi esordire registi che hanno vinto premi Oscar, David di Donatello, etc..
Nel giorno del compleanno del compianto Bud Spencer (31 ottobre 1929), che a Roseto ricevette uno dei suoi pochi premi alla carriera e che fu amico e ammiratore del fondatore del festival, Tonino Valerii, vi invito a pensare ogni utile iniziativa per valorizzare l’enorme bagaglio di accadimenti importanti avvenuti nei 25 anni precedenti, oltre a pensare al futuro. A Bud Spencer, dopo il premio che ricevette a Roseto (ne scriverò in articolo a parte, pubblicando delle foto), hanno dedicato una statua a Budapest e addirittura una museo a Berlino. La piccola Roseto deve finalmente tesaurizzare l’attenzione che ha dato in vita all’attore nato Carlo Pedersoli.
Anche un bel libro, per celebrare i 25 anni di Roseto Opera Prima, non ci starebbe male. C’è gente che apre musei e scrive libri sul nulla... noi che qualcosa – e più di qualcosa – abbiamo, potremmo farlo in scioltezza.

008.PREMIO LETTERARIO CITTÀ DELLE ROSE.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessore alla Cultura Luciani.
Vale quanto detto per il festival cinematografico: bisogna ripassarsi l’Albo d’Oro, valorizzare quanto già accaduto e proporre per il futuro iniziative tese a un allargamento alla città di questo evento, troppo spesso circoscritto a un manipolo di “addetti ai lavori”. E non va bene, perché la cultura o è inclusiva oppure è onanismo per pochi, che non giova ala comunità.

009.MOSTRA DEI VINI DI MONTEPAGANO.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Assessore al Turismo Mastrilli.
È seconda solo al Vinitaly di Verona per longevità. Ogni idea – buona e tendente a farne non una “sagra” bensì un evento multidisciplinare, che parta dal vino e interessi quante più forme d’arte e cultura possibile – secondo me è la benvenuta.

010.ROSETANI BUONI PER IL MONDO.
Riferimento: Sindaco Nugnes, Presidentessa del Consiglio Comunale Recchiuti.
Uso “Rosetani buoni per il mondo” per parlare dei molti rosetani che si fanno onore in Italia e nel mondo in varie discipline. Potete leggere gli articoli su Roseto.com, ma vi dico che tante persone nello sport, nella cultura, nello spettacolo, da Roseto hanno poi avuto spazi oltre Roseto. Un nome per tutti? Ovviamente, Gianluca Ginoble (ce ne sono però tanti altri, anche se non al livello di notorietà mondiale del buon Gianluca).
Secondo me bisognerebbe perciò riceverli periodicamente in Comune, consegnando loro un piccolo ma significativo omaggio. Un’azione che si inquadra nelle “Azioni Culturali” di cui al precedente punto 005. E cioè nulla vieta che l’azione culturale prima di un Consiglio Comunale sia dedicata a un “Rosetano buono per il mondo”, in coerenza con quanto detto al precedente punto.

Buon lavoro all’Amministrazione Nugnes.

Luca Maggitti
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Amministrazione Comunale Nugnes. Giudica il primo anno di lavoro.
Ottimo
Buono
Sufficiente
Mediocre
Scarso


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2023 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft