[Ricerca Avanzata]
Mercoledì, 25 Maggio 2022 - Ore 23:47 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Luigi Lamonica
LA FINAL FOUR DELLA STELLA PER ‘MISTER DECIDERE’
2005. Campionato Europeo. Luigi Lamonica con Dirk Nowitzki.
[Ciamillo & Castoria]


2010. Campionato Mondiale. Luigi Lamonica con Deron Williams e Kevin Durant.
[Ciamillo & Castoria]


2018. Eurolega. Luigi Lamonica con Luka Doncic.
[Ciamillo & Castoria]


10^ designazione a una Final Four di Eurolega per Luigi Lamonica e nostra intervista all’arbitro abruzzese.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Lunedì, 09 Maggio 2022 - Ore 19:00

Luigi Lamonica è stato convocato alla Final Four di Eurolega a Belgrado, in Serbia, dal 19 al 21 Maggio 2022.

Si tratta della 10^ convocazione per il direttore di gara – abruzzese nato a Pescara e vissuto anche a Roseto degli Abruzzi – che attualmente vive a Capo d’Orlando, in Sicilia.

Nella sua strepitosa carriera, “Mister Decidere” ha finora diretto 6 finali di Eurolega. In ordine cronologico: 2007 ad Atene (Panathinaikos Atene-CSKA Mosca); 2011 a Barcellona (Panathinaikos Atene-Maccabi Tel Aviv); 2012 a Istanbul (Olympiacos Pireo-CSKA Mosca); 2016 a Berlino (CSKA Mosca-Fenerbahce Istanbul); 2018 a Belgrado (Real Madrid- Fenerbahce Istanbul); 2019 a Vitoria-Gasteiz (CSKA Mosca-Anadolu Efes Istanbul).

Il suo eccezionale palmares, citando soltanto gli allori più importanti, oltre alle 6 Finali di Eurolega conta una Finale del Campionato Mondiale (2010), 5 Finali dei Campionati Europei (2003, 2005, 2011, 2013, 2015), 23 Finali Scudetto e 9 Finali di Coppa Italia, oltre a altre finali di coppe e tornei internazionali.

Per festeggiare la “designazione della Stella”, abbiamo intervistato “Mister Decidere”.

Luigi, con questa fanno 10. È la tua designazione della “Stella”. A chi la dedichi?
«In primis a tutti i miei colleghi con i quali ho condiviso le partite di Eurolega e di Eurocup quest’anno. Alcuni di loro sono stati determinanti, arbitrando meglio di me e spingendomi a dare di più. Altri mi hanno aiutato a comprendere il ruolo di arbitro “anziano” nella terna. Poi i “referees coach” che con i loro consigli mi hanno sempre tenuto sulle corde e spronato a dare sempre il meglio. Tutti questi avrò il modo di ringraziarli presto, di persona. Chi invece non potrò ringraziare di persona sono i miei genitori. A loro è andato il mio primo pensiero e al fatto che avrebbero gioito più di me per una tale designazione».

Riesci ancora ad emozionarti? Intendo: quando te lo hanno comunicato? Cosa hai provato e pensato?
«Assolutamente. Se non mi emozionassi per una designazione simile mi inizierai a preoccupare! Ho provato grande gioia e soddisfazione: vengono designati solo 8 arbitri e so che per Richard Stokes, il nostro direttore arbitrale, non è facile fare la scelta, visto che ci sono sempre più ottimi arbitri nella lista. Ho quindi pensato che valeva veramente la pena aver sudato tanto in questi mesi, per provare ancora una volta una gioia simile che mi rende veramente contento».

Che stagione di Eurolega è stata, finora? Tecnicamente parlando?
«È stata una bellissima stagione, considerando che era partita ancora con le limitazioni dovute al Covid-19, e che man mano che andava avanti i giocatori hanno offerto una spettacolo di altissimo livello, fino a giungere ai playoff dove ci sono state partite davvero entusiasmanti».

Quali sono state le cose che più ti sono pesate la scorsa stagione, arbitrando senza pubblico a causa del Covid-19?
«Sembrerà strano, ma per noi arbitri il silenzio delle arene vuote era... assordante! Non ci siamo abituati subito al fatto che il pubblico, il calore, il tifo, attutivano i rumori e quel sentire tutto ci metteva nelle condizioni di prendere decisioni che in una partita normale non avremmo mai preso. Il ritorno del pubblico ha fatto tornare tutto alla normalità».

Quali invece i ricordi più belli di questa stagione, che è un po’ quella della rinascita, guardando al pubblico?
«Sicuramente i playoff. Gara 4 a Monaco di Baviera e gara 5 al Pireo, oltre che essere state 2 partite difficilissime da arbitrare, sono state 2 partite entusiasmanti per la partecipazione del pubblico».

Luigi, è la decima designazione. È anche l’ultima?
«Doveva essere l’ultima nel 2016, quella dei 51 anni. Ho continuato a lavorare, studiare e prepararmi per la successiva e altre ne sono arrivate, confermando che questa filosofia paga. E molto. Il 22 maggio inizierà un’altra stagione: spero sia ricca di soddisfazioni come le precedenti».

ROSETO.com > Archivio
LUIGI LAMONICA
Tutti gli articoli
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=59&tipo=basket
 
LUIGI LAMONICA – DECIDERE
La pagina facebook ufficiale.
https://www.facebook.com/LuigiLamonicaDecidere

Luca Maggitti
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
PALLACANESTRO ROSETO. Vota l'MVP della stagione regolare.
Aleksa Nikolic
Valerio Amoroso
Andrea Pastore
Alberto Serafini
Edoardo Di Emidio
Alfonso Zampogna


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2022 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft