[Ricerca Avanzata]
Domenica, 5 Febbraio 2023 - Ore 2:24 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Giorno della Memoria 2023
VINCENZO DI BONAVENTURA INTERPRETA ‘IL VICARIO’ ALLA LIBRERIA LA CURA E IN DIRETTA STREAMING SU FACEBOOK


Vincenzo Di Bonaventura, ritratto da Mimmo Cusano in occasione dell’interpretazione del ‘Vicario” del 2022, in Via Seneca 5 a Roseto degli Abruzzi.

L’interno della libreria La Cura, di Roseto degli Abruzzi.

Venerdì 27 gennaio 2023, alle ore 19.30, libreria La Cura di Roseto degli Abruzzi e in diretta Facebook sulla pagina di Luca Maggitti.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 22 Gennaio 2023 - Ore 16:45

Venerdì 27 gennaio 2023 ricorrerà il Giorno della Memoria, in omaggio alla data del 27 gennaio 1945 quando fu liberato il campo di concentramento di Auschwitz, uno dei lager in cui la follia nazista attuava il disegno di sterminio dell’Olocausto o, per usare il termine ebraico, della Shoah.

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la ricorrenza il 1° novembre 2005, perciò in tutto il mondo questo momento di riflessione si celebra dal 27 gennaio 2006. Quest’anno, dunque, sarà il 18° anniversario della ricorrenza.

In Italia invece siamo al 23° anno, visto che il Parlamento Italiano legiferò in merito nel luglio del 2000, iniziando il 27 gennaio dell’anno successivo la celebrazione del Giorno della Memoria: una pubblica commemorazione delle vittime della Shoah, delle leggi razziali approvate dal regime fascista, dei cittadini – tutti i cittadini – uccisi, deportati e imprigionati e di tutti coloro i quali si opposero, rischiando la vita, alla “soluzione finale” progettata dai nazisti.

Per dare forza alla Giornata della Memoria 2023, l’attore e regista Vincenzo Di Bonaventura propone la sua riduzione della pièce teatrale “Il Vicario”, scritta nel 1963 dallo scrittore, drammaturgo e sceneggiatore tedesco Rolf Hochhuth (1931-2020), in cui viene denunciato l’atteggiamento acquiescente – ai limiti della complicità – di Papa Pio XII sia verso il Nazismo sia verso la Shoah.

L’opera fu rappresentata per la prima volta nel 1963 in Germania, a Berlino, prodotta da Erwin Piscator e nell’anno successivo a Londra, sollevando forte dibattito politico-culturale.

Pubblicata da Feltrinelli, in Italia l’opera venne allestita nel 1965 dal grande attore e regista Gian Maria Volonté e durò lo spazio dell’esordio, visto che il giorno successivo la Polizia chiuse il teatro per mancanza del certificato di agibilità e, nei giorni seguenti, il Prefetto di Roma vietò lo spettacolo, in quanto contrario alle norme contenute nel Concordato.

Dall’opera teatrale, nel 2002 sono stati tratti il soggetto e la sceneggiatura del film storico “Amen.”, vincitore del Premio César 2003 per la migliore sceneggiatura e del Premio Lumière 2003 per il miglior film. La regia del film è di Costa-Gavras, che in carriera ha vinto due volte il Premio Oscar: nel 1970 per il miglior film straniero con “Z – L’orgia del potere” e nel 1983 per la miglior sceneggiatura non originale (con Donal Stewart) del film “Missing – Scomparso”.

E poco dopo quella esperienza cinematografica, nel 2005, in Italia Vincenzo Di Bonaventura, con il gruppo teatrale indipendente “Aikot 27” di San Benedetto del Tronto, ripropose una versione teatrale adattata dell’opera, per soli tre attori: Fernando Micucci, Edoardo Ripani e lo stesso Vincenzo Di Bonaventura che curò anche la regia.

Lo scorso anno, in occasione del Giorno della Memoria 2022, Vincenzo Di Bonaventura portò una prima riduzione dell’opera, recitata in via Seneca 5, a casa del giornalista e scrittore Luca Maggitti, che la diffuse in diretta streaming su Facebook.

Quest’anno, grazie alla collaborazione di Fabio Di Marco, Vincenzo Di Bonaventura interpreterà la sua riduzione di circa 30 minuti alla libreria La Cura, venerdì 27 gennaio 2023, a partire dalle ore 19.30.

L’esibizione sarà diffusa in diretta streaming, sulla pagina Facebook del giornalista e scrittore Luca Maggitti Di Tecco.


VINCENZO DI BONAVENTURA
Vincenzo Di Bonaventura nasce a Roseto degli Abruzzi, nel 1950.
Si trasferisce a Venezia nel 1974, iniziando la sua formazione artistica.
Dal 1983 inizia a recitare con la compagnia Teatromodo di Venezia, il Teatro Universitario Ca’ Foscari, il Teatro Stabile del Veneto e il Teatro Nìovo di Venezia.
Tornato a San Benedetto del Tronto, nel 1993 fonda Teatrodue – all’interno del quale è autore e interprete di numerosi allestimenti sulla poesia e il teatro, in collaborazione con Patrizia Sciarroni – e il Teatrlaboratorium 27 Aikot, insieme all’Accademia d’Arte Comica e Drammatica per attore solista.
In mezzo secolo di teatro, ha portato in scena Euripide, Sofocle, Eschilo, Shakespeare, Dante, Cervantes, Goethe, Majakovskij, Pirandello, D’Annunzio, Pasolini, Dario Fo e tanti altri.


ROSETO.com
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Amministrazione Comunale Nugnes. Giudica il primo anno di lavoro.
Ottimo
Buono
Sufficiente
Mediocre
Scarso


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2023 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft