[Ricerca Avanzata]
Mercoledì, 28 Febbraio 2024 - Ore 3:04 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Miti del Basket
BUON 80° COMPLEANNO A VALERIO BIANCHINI: IL VATE DEL BASKET!
Giampiero Porzio e Valerio Bianchini, a Roseto degli Abruzzi, nel 2016.
[Luca Maggitti Di Tecco]


Lo Schema 4, disegnato nel 2013 da Giampiero Porzio a Valerio Bianchini su un foglietto delle posate di Spizzico, quale omaggio al genio del Vate del Basket.
[Luca Maggitti Di Tecco]


Un raffinato pensiero di Giampiero Porzio, dedicato al primo coach italiano a vincere lo Scudetto in 3 città diverse – Cantù, Roma e Pesaro – e che, prima con Martinelli e poi con Amadio, ha lavorato anche a Roseto.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Sabato, 22 Luglio 2023 - Ore 12:30

Valerio Bianchini compie 80 anni.

È stato il primo a vincere tre scudetti e due Coppe dei Campioni in città diverse.

L’unico – insieme a Muhammad Alì e ai Beatles – a riempire il PalaEur.

Valerio è il più immaginifico dei Coach europei. È il Vate!

Apparve al basket italiano degli anni ’70 - grigio come l’Italia Giolittiana - con la forza rivoluzionaria e dirompente dei futuristi di Balla a Boccioni.

La sua visione del Gioco era intrisa di riferimenti filosofici e storici, riempiva i vuoti di una cultura sportiva ferma alla pur gloriosa  Gazzetta dello Sport.

Nel suo schema “quattro” – impresso indelebilmente nella mia corteccia cerebrale – c’erano Ulisse e Machiavelli, Aristotele e Max Weber.

Dice: ma era solo  uno schema a due passaggi nato a Brugherio per liberare la potenza di Franz Arrigoni!
Bravo, ma è lì che viene fuori il Genio! Nel trovare nella Cultura le chiavi per interpretare le dinamiche del Gioco o, più in generale, della vita professionale.

Solo a Roseto, tutto questo faticò a funzionare!

La Fossa dei Leoni accolse la Stella Azzurra di Napoleoni-Bastianoni-Gatti-Quercia-Andreussi  come alla sagra del lampredotto accoglierebbero una delegazione di vegani.

Un misto di sfottò e ringhio minaccioso, presa per il culo e carica alla sciabola.

Bruno chiamava la Fossa con il suo “Come fanno i lupi di Roma?” e la Fossa rispondeva “Beeee!!!” Il legno dei gradoni tremava sotto mille piedi che battevano all’unisono.

A pochi secondi dalla fine – noi un punto sotto – Napoleoni palleggiava al limite della linea laterale. La leggenda diche che Costantino De Simone, sporgendosi dalla transenna, gli toccò la palla, permettendo a Sandro di rubarla e segnare in contropiede il canestro della vittoria.

Il Vate sorrise, colpito dal gesto futurista della Famiglia De Simone, più simile alla Beffa di Buccari del Vate – quell’altro, d’Annunzio! – che a uno schema dei Celtics.

Se è vero – com’è vero – che tutto comincia a Roseto, mi piace pensare che da quell’azione piratesca cominciò il viaggio vincente di Valerio.

Buon compleanno, Vate e, come dicono in Sardegna, “A chent’annos!”.

Giampiero Porzio
Stampa    Segnala la news

Condividi su:




Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2024 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft