[Ricerca Avanzata]
Giovedì, 30 Maggio 2024 - Ore 5:56 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Bellezze Abruzzesi
GIULIA MONTECCHIA: SE IL CONTADINO CERCA MOGLIE, L’AMAZZONE CERCA IL CAVALIERE!
Giulia Montecchia, oggi.

2006. Giulia Montecchia e suo fratello Andrea in groppa a Camillo, a margine di una gara di endurance.

2006. Dario Montecchia, in qualità di assistente, e Rina Zaraca, amazzone, al cancello veterinario di una gara di endurance nella quale Rina interpretava la grigia Patata, figlia di Ustica.

La figlia d’arte di Rina Zaraca e Dario Montecchia – oltre che sorella di Andrea – è l’incantevole protagonista del reality in onda sul Nove. Pretendenti... sappiate almeno battere la sella!

Roseto degli Abruzzi (TE)
Mercoledì, 25 Ottobre 2023 - Ore 20:15

Nel suo spettacolo “Uomo”, l’ineffabile Antonio Albanese, indossando i provvisori ma irresistibili panni di Alex Drastico, nel magnificare le sue “roccosiffrediane” misure di piacere trasmesse al figlioletto chiosava: “il DNA non è un’opinione!”.

Ci ho pensato oggi, dopo aver visto il video – che vi propongo in calce, caricato lo scorso aprile – di presentazione dell’incantevole Giulia Montecchia, che sarà l’unica donna fra i protagonisti del reality “Il contadino cerca moglie”, anche andrà in onda sul Nove dal prossimo lunedì 30 ottobre 2023.

“Il DNA non è un’opinione!”. Confermato da Giulia, figlia dei bellissimi Rina Zaraca e Dario Montecchia, che ho conosciuto un quarto di secolo fa sui percorsi delle gare di endurance in cui noi del Team Otello, del compianto Maestro Claudio Di Marco, avevamo già qualche stagione nei garretti e quella coppia così “glamour & fashion” si avvicinava curiosa.

Dario acconciatore per signora, Rina amante della campagna e promotrice di quella che oggi è l’avviatissima azienda agricola di famiglia (miele, olio, allevamento cavalli e altro ancora), quei due mi sembravano davvero due modelli (“Il DNA non è un’opinione!”, ricordate?) prestati alle gare.

Invece, col tempo, hanno imparato a cavalcare e hanno pure vinto! Di più: si sono messi a insegnare ottenendo successi con il loro Maneggio Team Horse.

La scorsa estate (due mesi fa) ho conosciuto al Porticciolo Turistico di Roseto Andrea Montecchia, fratello maggiore di Giulia (l’unica della famiglia che non ho il piacere di conoscere di persona), presentatomi dall’ex arbitro di basket di Serie A Guido Federico Di Francesco.

Mi sono ritrovato di fronte un marcantonio alto credo oltre 190 cm, over 30, e la cosa mi ha commosso. Perché Dario e Rina li ho visti per la prima volta credo senza figli e poi – in una gara nel vastese del 2006 – grazie a Roberto Clementoni archiviai qualche scatto di quei due ragazzini (Giulia e Andrea), presentatimi fugacemente come i figli di Rina e Dario.

Scatti che stasera ho ritrovato e che li ritraggono mentre giochicchiavano su un cavallo grigio chiamato Camillo. Nelle altre foto, invece, Dario e Rina disputano una gara di endurance con Patata, cavalla figlia di uno stallone arabo e della mia adorata Ustica, che ebbi fino a quando non la cedetti all’amico chef Franco Di Clemente.

Insomma: dopo i successi nell’attività con maneggio e azienda agricola e nelle competizioni equestri, ecco che adesso la “famiglia degli strafighi” (beati “a” loro) Montecchia/Zaraca salta in televisione con la splendida Giulia, la cui grazia è sufficiente per adeguare il titolo dela trasmissione.

“Il contadino cerca moglie”, ma questa stagione pure “L’amazzone cerca il cavaliere”!

Dopo essermi ripreso dalla sorpresa derivante dal fatto che una così incantevole ragazza non abbia ancora trovato un ragazzo giusto per lei, faccio un appello a chi pensa di avere le carte in regola per conquistare Giulia: belli, non siate “’ndundìti!”, perché Giulia è nevrile come “un purosangue che non ha mai perso una corsa” (citazione del mai troppo compianto cantante e poeta Piero Ciampi e della sua struggente “Ma che buffa che sei”).

E mi raccomando, come da consiglio di mamma Rina (della quale ho scritto, quando ha vinto come amazzone nell’endurance... e riporto un articolo del 2009 su IL TEMPO Abruzzo, in calce): la base principale, se volete provare a conquistare il cuore di Giulia, è che siate cavalieri: dunque in grado almeno di battere la sella al trotto!

VIDEO
Il contadino cerca moglie
CONOSCIAMO GIULIA
https://www.youtube.com/watch?v=jl-Sc6c-jco


IL TEMPO Abruzzo
11 settembre 2009

ROSETO L’Abruzzo è sempre stata terra di riferimento per amazzoni e cavalieri di endurance. Dai precursori come Alfonso Giovannangelo ai campioni nazionali come Amalia Meschinelli fino alle nuove leve come Simona e Carlo Di Battista, solo per citarne alcuni. Nell’ultimo mese, nel campionato regionale abruzzese, si è messa in bella mostra l’amazzone teramana Rina Zaraca in sella a Shakira del Vomano, cavalla di razza purosangue arabo di proprietà di Emilio D’Ambrosio. Il binomio ha vinto il ‘Trofeo delle Rose’, disputatosi sulla distanza di 84 chilometri lo scorso agosto a Roseto degli Abruzzi, conquistando poi il secondo posto – sempre nella categoria over 80 chilometri – nella ‘Maratona a cavallo della Valle del lupo’ disputatasi lo scorso fine settimana a San Giovanni Teatino. Indubbiamente una bella soddisfazione per l'amazzone, coadiuvata nell'allenamento della cavalla dal marito Dario Montecchia.

Luca Maggitti

 

Luca Maggitti Di Tecco
Stampa    Segnala la news

Condividi su:




Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2024 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft