[Ricerca Avanzata]
Giovedì, 30 Maggio 2024 - Ore 8:42 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Serie B Nazionale Girone B – Pallacanestro Roseto – Chieti Basket
ROSETO REGOLA TARANTO, CHIETI INCIAMPA CONTRO BISCEGLIE.
Franco Gramenzi, coach del Roseto. Sullo sfondo, il team manager, Antonello Ruggiero.
[Cusano Photo/Mimmo Cusano]


Il punto di Gabri Di Bonaventura sulle abruzzesi impegnate in Serie B Nazionale. La rubrica del coach esperto della cadetteria. 9^ giornata di ritorno.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Martedì, 27 Febbraio 2024 - Ore 09:00

Nona di ritorno in B nazionale per le due franchigie cestistiche abruzzesi presenti nel girone B, proviamo ad analizzare rapidamente quanto accaduto alla capolista Liofilchem Roseto del Presidente Ciafardoni e alla Lux Chieti del Presidente Marchesani.

ROSETO-TARANTO
Nel più classico dei testa-coda di giornata, il Roseto (40) di coach Gramenzi agguanta agevolmente la ventesima affermazione stagionale, piegando senza infierire (84-74) il generoso ma debole Taranto (8) di coach Cottignoli, che per approdare ai playout, visto l’evidente depotenziamento del roster, avrebbe bisogno di infilare una striscia di vittorie che, almeno al momento, definire molto improbabile è riduttivo…
Sempre alla “disperata” ricerca (entro il 28 febbraio) di un 4 di livello, che però il mercato non sembra offrire, il D.S. Verrigni ha intanto potenziato la compagine allestita dal Consorzio Le Quote con il centro senegalese, classe 2001 ed ex Chieti, Thioune, che, curiosamente, proprio al PalaMaggetti ha disputato l’ultima gara con la canotta del Taranto (2p in soli 10m, evitando giustamente di farsi male), per poi, da martedì 27 febbraio, iniziare ad allenarsi a tempo pieno con la Liofilchem…
Sulla gara, che ha richiamato nell’impianto rosetano un elevato numero di appassionati locali, tutti desiderosi di incoraggiare l’indimenticato play triestino della promozione in B2, ottenuta nel 95-96, Federico Franceschin (1971), da alcuni mesi alle prese con un nemico maledetto chiamato SLA, va detto che dopo un primo tempo controllato in scioltezza (41-31), i locali, al rientro sul parquet dopo la pausa lunga, griffavano il parziale di 26-17 che, in pratica, rendeva l’ultimo quarto un garbage time anticipato, vinto onorevolmente (17-26) dalla compagine pugliese, abile a portare quattro elementi in doppia cifra (l’intraprendente play, ex Cesena e nuovo arrivato, Chiapparini 19, l’ottimo esterno, classe 2002, Reggiani 20, la dinamica ala forte Kovachev 11 e il produttivo lungo Ambrosin 16)…
Nelle fila del Roseto, palma di Mvp al concentrato pivot ucraino Klyuchnyk (20p con 9/11 complessivo, 2/2 a gioco fermo, 4r, saldo negativo di 3 fra perse e recuperate, 2 assist, 20 di valutazione in soli 15m), ottimamente supportato dall’ispirato Durante (13p + 3r e 4 assist, 2 perse, 17 di valutazione in 30m), dal fighter brianzolo Donadoni (10p + 4r e 3 assist, 10 di valutazione in 25m), dal bomber marchigiano Santiangeli (12p + 4r e 4 assist, 2 perse, 10 di valutazione in 28m) e dal combattivo Tamani (10p + 12 carambole, 4 perse, 15 di valutazione in 24m).
Motivati responsabilmente da tutto l’ambiente al fine di  provare a conservare l’ambita vetta, condivisa con l’agguerrito Ruvo di Puglia di coach Campanella, nel prossimo turno (domenica 3 marzo ore 18), il rientrante jolly Guaiana (5p + 3r, 2 di valutazione in 14m) e soci affronteranno in trasferta l’insidiosa ed organizzata Andrea Costa Imola (28) di coach Di Paolantonio, quest’ultimo apprezzatissimo head coach in A2 proprio a Roseto nelle stagioni 2016/2017 e 2017/2018.

CHIETI-BISCEGLIE
Dopo il brillante blitz (61-72) effettuato domenica scorsa nella tana del Padova (20), il Chieti (27) di coach Aniello (sempre posizionato al settimo posto e ancora privo per infortunio dell’esterno Berra) scivola nuovamente sul legno amico, rimediando una sconfitta amarissima (64-66) al cospetto del sofferente Bisceglie (16) di coach Origlio, con i pugliesi, nonostante il meritato blitz, ancora posizionati al penultimo posto della graduatoria…
Dopo un primo quarto favorevole agli ospiti (17-21), la musica non sembrava minimamente cambiare e quando l’argentino Suppi (10), ex di turno, piazzava la tripla del +10 (22-32 al 15’) per la compagine biancorossa i fantasmi della quarta sconfitta casalinga stagionale, seppur timidamente, iniziavano ad aleggiare all’interno del PalaLeombroni, perché è risaputo che quando ti sei scottato con l’acqua bollente (citofonare Vicenza, Lumezzane e Imola, sponda Andrea Costa) hai paura anche dell’acqua tiepida…
Coach Aniello, così, spronava immediatamente i suoi ad alzare il livello d’intensità difensiva e la risposta di Ciribeni (7p con 3/10 complessivo, 1/1 in lunetta, 3r, 5 assist, 4 di valutazione in 33m) e soci non tardava ad arrivare, visto che da quel momento in poi la truppa nerazzurra smarriva completamente la via del canestro, consentendo ai locali di confezionare un bel parziale di 9-0 che mandava le due squadre a bere una bevanda energetica negli spogliatoi sul punteggio di 31-32…
Con le difese che continuavano a prevalere inesorabilmente sulle manovre offensive avversarie, il terzo quarto s’incanalava sul binario dell’equilibrio (42-42 al 25’) e solo nelle battute finali gli ospiti riuscivano a portarsi sul +4 (46-50) grazie ad un sottomano, avventuroso ma efficace, realizzato sulla penultima sirena dall’esterno, ex Giulianova, Chiti (ai miei occhi Mvp, 14p + 8r e 4 assist, 19 di valutazione in 39m)…
Nel tempino decisivo, l’unica tripla della gara centrata dal capitano Maggio (6p con 2/12 dal parquet, 5r, 3 assist e un insolito -1 di valutazione in 25m) consentiva ai teatini di agguantare la parità a 70” dalla fine (60-60), ma sul ribaltamento di fronte, una penetrazione dell’ala forte, ex Cassino, Cepic (13p + 7r e 5 assist, 19 di valutazione in 27m) faceva saltare gli equilibri difensivi dei locali, consentendo al navigato centro argentino Dip (12) di ricevere nel cuore dell’area e siglare l’importantissimo +2 (60-62), con ancora 45” da giocare…
Consumato il time-out, la guardia Ciribeni, a 30” dal termine, dopo una penetrazione cercava di servire Paesano (14p + 10r, 20 di valutazione in 35m) sul gomito della lunetta proprio nel momento in cui il solido lungo classe 93 iniziava un taglio nel pitturato…
Confezionata la madre di tutte le palle perse (a fine partita troveremo un saldo negativo di squadra equivalente a 7 fra perse e recuperate, Bisceglie solo a 3), l’ex Ruvo di Puglia Fontana (7) subiva fallo e dalla linea della carità riportava sul +4 i pugliesi (60-64) con ancora una dozzina di secondi da giocare…
Nella sagra dei prevedibili falli tattici finale, Bisceglie aveva il merito di non perdere la testa, tenendo saldamente le mani sul volante e passando alla cassa per ritirare la parte buona del referto, regalando il secondo sorriso della sua sofferta gestione al tecnico siciliano Origlio, subentrato al coach toscano Fabbri…
Nel prossimo turno (sempre domenica 3 marzo ore 18), l’estone mancino Lips (19p con 6/15 complessivo, 7/10 ai liberi, 10 carambole, 10 falli subiti, 2 assist, 28 di valutazione in 36m) e gli altri in canotta Lux - in una sfida molto complicata e dal sapore particolare soprattutto per l’apprezzato ex coach Aniello – incroceranno i guantoni in trasferta con l’ambiziosa Fabriano (30) di coach Niccolai, con quest’ultimo che, a metà gennaio scorso, ha avvicendato Federico Grandi, tecnico emiliano che venne esonerato dopo la sconfitta casalinga (62-69) rimediata dai cartai con l’attrezzato San Vendemiano (36) di coach Carrea, terza forza del torneo.

Per il momento è tutto, ci becchiamo la settimana prossima, buon vento alle spalle.

ROSETO.com
Gabri Di Bonaventura
TUTTI GLI ARTICOLI
http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=31&tipo=basket

ROSETO.com
Stampa    Segnala la news

Condividi su:




Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2024 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft