[Ricerca Avanzata]
Martedì, 18 Giugno 2024 - Ore 2:21 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.

Serie B Nazionale – Pallacanestro Roseto – Playoff – Semifinali
FABRIANO-ROSETO: LE PAGELLE DEL PROFESSOR LORENZO SETTEPANELLA.
La Pallacanestro Roseto, promossa a pieni voti alla Finale.
[Mimmo Cusano]


I voti ai rosetani, vincenti in gara 4 e qualificati per la finale.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 26 Maggio 2024 - Ore 23:45

FABRIANO 80
ROSETO 87

Parziali: 25-23; 11-24 (36-47); 24-18 (60-65); 20-22 (80-87).
La partita su ROSETO.com.
http://www.roseto.com/scheda_news.php?id=21628


GIORDANO DURANTE 8
Stanic gli scappa via un po' troppo nei frangenti in cui è lui a dovergli correre dietro, ma a differenza di quanto accaduto nelle gare precedenti, esercita un impatto offensivo eccellente fin dalla prima frazione, colpendo in penetrazione così come dalla distanza, con due siluri micidiali scaraventati nel canestro marchigiano nel finale, e con il grande merito di provocare l'uscita per falli di Gnecchi. Davvero eccellente (21 punti con 8/13 dal campo, 4 rimbalzi, 3 perse, 2 recuperi, 1 assist e 3 falli subiti in quasi 34').

VINCENZO GUAIANA 7
Svariati minuti in meno, rispetto alle prime tre gare della serie, alle costole di Stanic, che inevitabilmente incrementa, e di di tanto, il proprio rendimento offensivo (25 punti con 9/14 per il playmaker argentino di Fabriano), ma reca in dote la solita poliedricità, strappando rimbalzi vitali e colpendo poco ma in momenti chiave (11 punti con 5/10 dal campo, 5 rimbalzi, 1 persa, 1 recupero e 4 falli subiti in 25' che sono perfino sembrati pochi per la sua importanza nello scacchiere di Gramenzi).

ALESSIO DONADONI 6,5
3 falli in 9 minuti giocati a cavallo dei primi due quarti ne disinnescano gran parte del potenziale, ma trova comunque il modo di rendersi assai utile difendendo con ferocia, specie nel finale, e segnando il canestro del colpo di grazia al 39' (2 punti con 1/4 dal campo, 1 rimbalzo e 4 falli in 17').

MARCO SANTIANGELI 7,5
Una gara interpretata con grande freddezza, maturità, precisione. Al di là di qualche pallone buttato al vento, segna canestri di notevole peso specifico, difficoltà ed eleganza contro un avversario che, dal punto di vista emotivo, per lui non è un avversario qualsiasi (19 punti con 6/13 dal campo, cui aggiunge 6 rimbalzi, 4 perse bilanciate da 3 assist e 5 falli subiti in 28').

OUSMANE MAIGA 7,5
Sgancia un elegantissimo candelotto pesante dall'angolo, al primo pallone toccato, un altro ancora più pesante dall'angolo opposto allo scadere del secondo quarto, e altri due, veri e propri macigni, nel terzo, senza minimamente scomporsi e con la freddezza del veterano. Fornisce, inoltre, energia difensiva sia sui lunghi che sui piccoli, mostrando sorprendente furbizia in rapporto all'età (12 punti con 4/6 nel tiro pesante, 2 rimbalzi, 1 recupero, 2 falli subiti in poco più di 20'). Già eroe di Ruvo, ora anche di Cerreto. Da applausi.

DIMITRI KLYUCHNYK 7
Fattore offensivo di grande efficacia che garantisce pericolosità ravvicinata e che genera nella difesa avversaria l'apprensione che toglie pressione agli esterni. Se Roseto segna da fuori con il 58% (18/31), il merito è anche suo (10 punti con 4/5 dal campo, 2 rimbalzi, 2 perse, 2 assist e 3 falli subiti in appena 19').

VANGELIS MANTZARIS 8
Dopo lo 0/11 complessivo dal campo accumulato in Gara 2 e Gara 3, torna la miglior versione possibile di se stesso, segnando canestri importanti e, soprattutto, dominando cerebralmente una gara che non gli sfugge dalle mani nemmeno per un attimo. Dominante (12 punti con 4/9 dal campo, 4 rimbalzi, 2 perse, 1 recupero e ben 12 assist in 35').

GEORGES TAMANI 6
Non incide in attacco, ma costituisce indubbio e determinante fattore difensivo  tanto lontano quanto vicino a canestro grazie ad una straordinaria rapidità negli spazi brevi.  E i due stopponi ravvicinati rifilati a Giombini costituiscono un messaggio di intimidazione per un avversario che fa sempre molta fatica ad avvicinarsi al pitturato che cerca di proteggere (0/2 dal campo e dalla lunetta, 3 rimbalzi, 2 perse, 4 falli e le due suddette stoppate in 21').

COACH FRANCO GRAMENZI 9
Fa tesoro degli errori emersi in Gara 3, correggendoli tutti a tempo di record, mandando in campo una squadra rigenerata nel fisico e nello spirito e sfoderando una prova maiuscola da ogni punto di vista. La sua difesa, che sia la uomo o l'elegante 1-3-1 rispolverata per l'occasione, stritola un avversario dall'elevato potenziale offensivo, provocandone 20 palle perse ed una grande difficoltà di manovra, mentre una circolazione di palla da manuale genera, nella maggior parte delle occasioni, il miglior tiro possibile e manda ben 6 uomini in doppia cifra e con il 50% abbondante dal campo. Conduce meritatamente Roseto in finale, e con il fattore campo a favore, con un anno di anticipo rispetto ai programmi estivi, a conferma di un lavoro straordinario e a dispetto di un roster sì solido, ma dal tasso di talento medio tutto sommato non di primissima fascia. Chapeau.

Lorenzo Settepanella
Stampa    Segnala la news

Condividi su:




Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2024 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft