[Ricerca Avanzata]
Domenica, 20 Gennaio 2019 - Ore 5:46 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

ROSETO: AMADIO HA VENDUTO A NINO TULLI. VETO SU MARTINELLI?
Al timone del sodalizio biancoblù un imprenditore cerealicolo di 43 anni al suo esordio nel mondo del basket.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 27 Luglio 2003 - Ore 19:30

Il Roseto Basket ha un nuovo proprietario, il suo nome è Nino Tulli, imprenditore classe 1960. Questo è il succo, quello che tutti aspettavano da molti, troppi giorni. A dare l’annuncio, con una veloce telefonata nel suo stile, è Enzo Amadio, ormai ex “Presidente Moltiplicato”, che si dichiara soddisfatto dall’operazione. Un’operazione articolata, che analizziamo nei suoi molteplici aspetti.

LA CESSIONE E IL COSTO
Enzo Amadio ha ceduto il Roseto Basket a Nino Tulli per un prezzo di circa 800.000 (ottocentomila) Euro . Secondo Amadio è la cifra che egli stesso aveva speso, nel Maggio 2002, per rilevare la società da Michele Martinelli. Non sono stati resi noti i termini di pagamento né quelli della ratifica notarile dell’accordo, che comunque dovrebbe esserci nei prossimi giorni.

LE PARTITE APERTE, LO STAFF, LA SQUADRA, IL VIVAIO
Enzo Amadio ha dichiarato che ci sono partite aperte, sia debitorie sia creditorie, e che sono state valutate ed accettate dal compratore, che con la società ha acquisito i contratti del Dirigente Massimo Cosmelli, del Coach Luca Dalmonte, dell’Assistente Andrea Merletti e degli atleti Juan Manuel Moltedo, Antonello Ruggiero, Giuliano Maresca . Per quanto riguarda il settore giovanile, Enzo Amadio ha chiesto precise garanzie circa la sopravvivenza del vivaio, dichiarandosi altrimenti disponibile a conservare in prima persona il settore stesso.

LE DICHIARAZIONI DI AMADIO
“Sono contento di aver ceduto la società a un imprenditore rosetano, che vuole dare continuità alla pallacanestro a Roseto. Il Sindaco ha avuto un ruolo determinante nella cessione, svolgendo, come quando sono arrivato io, un funzione costruttiva e di garante”.

LA CORDATA ALCINI E IL PUNTO DI VISTA DI DOMENICO ALCINI
Accettando l’offerta di Nino Tulli, Enzo Amadio ha di fatto escluso il ritorno di Michele Martinelli, coinvolto da Domenico Alcini nel caso in cui la sua cordata avesse rilevato il controllo del Roseto Basket. Domenico Alcini, interpellato telefonicamente, si è detto amareggiato, dichiarando: “Amadio ha rifiutato la mia offerta affermando che il Sindaco di Roseto e Ercole Cordivari, imprenditore che sarebbe coinvolto nella cordata Tulli, non avrebbero gradito la presenza di Martinelli. Io, coerentemente con le mie scelte, a questo punto mi sono tirato indietro”.

IL PUNTO DI VISTA DEL SINDACO DI ROSETO DEGLI ABRUZZI
Franco Di Bonaventura, Sindaco di Roseto, contattato telefonicamente, ha smentito il suo veto su Martinelli, dichiarando: “Sono contento per tre motivi: il titolo resta a Roseto, la squadra è regolarmente iscritta al campionato e il nuovo proprietario rappresenta un progetto che punta a coinvolgere imprenditori rosetani”.

TULLI POSSIBILE PUNTA DI UN ICEBERG DI IMPRENDITORI NOTI
Anche se Nino Tulli non ha voluto fare nomi nel suo primo intervento, pare che godrebbe del supporto di imprenditori noti sul territorio. Si parla di Ercole Cordivari, titolare dell’omonima azienda operante nel settore idrotermosanitario e sponsor per tre stagioni del Roseto Basket di proprietà di Michele Martinelli, di Alessandro Quartiglia, titolare dell’omonima azienda operante nel settore agroalimentare e proprietario del Giulianova Calcio, squadra militante in serie C1 e del Molino Alimonti, azienda abruzzese.

CHI E’ E COSA DICE NINO TULLI, NUOVO PATRON DEL ROSETO BASKET
Nino Tulli è nato a Notaresco, in provincia di Teramo, nel 1960. Separato, padre di tre figlie (una di 16 anni e due gemelle di 13), è titolare della Cereal Abruzzo S.r.l., azienda leader nella produzione e commercializzazione di grano duro di qualità.
Queste le sue prime dichiarazioni, raggiunto telefonicamente, a mezz’ora dall’avvenuto accordo: “Il mio primo obiettivo era di mantenere la squadra a Roseto e sostenerla con forze rosetane, senza apporti esterni, dando continuità. Lavorerò affinché tutta Roseto sia sensibile e stia vicino alla squadra e per mantenere a buon livello quello che è un patrimonio cittadino e un orgoglio per tutti i rosetani, che se lo meritano. Il progetto è aperto a tutte le forze locali che vogliono dare continuità al basket rosetano. Datemi qualche giorno per prendere visione complessiva della società. Appena tutto sarà pronto vi faremo sapere e faremo le presentazioni del caso. Riguardo l’assetto del sodalizio, si va avanti con lo staff scelto da Amadio, che è una splendida persona che non avevo avuto modo di conoscere prima>.
Luca Maggitti
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
SHARKS 2018-2019. Qual è l'obiettivo del Roseto?
Salvezza
Playoff
Vittoria Campionato


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2019 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft