[Ricerca Avanzata]
Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore 7:00 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing
list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Via Seneca [Il privè di ROSETO.com]
LUCHINO, CUORE DI MAMMA E PAPÀ...
Papà Dino, Mamma Liliana, Luca.
[Cusano Photo]


Papà Dino, Mamma Liliana e Luca, con Federica Pinciotti che legge la lettera.
[Cusano Photo]


Mamma Liliana e Luca, con Federica Pinciotti che legge la lettera.
[Cusano Photo]


La lettera che Mamma Liliana e Papà Dino mi hanno scritto e che è stata letta la sera del mio 50° compleanno. Grazie.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Venerdì, 18 Ottobre 2019 - Ore 11:15

Carissimo Luca,

ti scrivo poche righe in occasione di questa bellissima ricorrenza, che festeggiamo stasera qui con grande gioia.

È passato qualche anno ormai, da quando la tua presenza ha reso me e papà i genitori più fortunati del mondo; sì, il tempo è passato e nella mente scorrono tanti ricordi, uno più bello dell’altro, che mi riempiono il cuore di grande emozione.

Torno indietro nel tempo e il mio pancione con te dentro ti stava già troppo stretto: volevi affacciarti al mondo e nel 1969 si nasceva oramai in ospedale; io però ero terrorizzata dal fatto che in una nursery poteva esserci, come a volte è successo, uno scambio di culla. Così, con un atto di coraggio ho voluto farti venire al mondo tra le mura domestiche.

Tutto è andato bene e allora è nato Luca. Veramente avevo scelto Andrea come nome da darti ma lo zio Franco ha proposto questo nome bellissimo e a quei tempi abbastanza raro. Tant’è vero che nonno Alessandro aveva capito “Lupo” e le mie zie invece credevano che fossi una femminuccia dato che terminava per  “a”.

Deciso il nome, la tua vivacità iniziava ad emergere; infatti la notte non dormivi mai e la nonna Sterina, poiché io lavoravo, si faceva aiutare da Carmela per qualche faccenda domestica che con te in braccio sempre in movimento, le riusciva a volte difficile, data la tua verve fin dai primi tempi. E il nonno Giovanni, che adoravi e che da lassù ti guarda con grande affetto e ammirazione, era sempre con te e assisteva con pazienza ai tuoi primi passi. E tu sei stato sempre con lui nei suoi ultimi, riservandogli  nel tuo cuore un posto enorme.

Poi crescevi e alla scuola materna (che una volta la chiamavano asilo) un giorno non ti trovavano più. Una vera e propria evasione. Eri scappato dalla finestra e le povere maestre Adele e Silvana, in panico, ti ritrovarono dopo un’ora a casa. Sì eri tornato per vedere che cosa facevamo io e la Nonna.

Altre immagini mi passano davanti e vedo che sei alle elementari, con il bravissimo maestro Donato Norante. Ai colloqui con i genitori, che si tenevano in un’unica stanza, con tutti presenti (allora la privacy era poco praticata), mi dicevano che parlavi tanto ed io quotidianamente ti raccomandavo di non essere troppo loquace e di non dare fastidio; e tu mi rispondevi sorridendo: “Mamma io ci provo, ma non ci riesco”.

In quinta elementare, al ritiro della pagella, l’anziana maestra Arru mi disse che avevi già una mente da adulto.

Alle scuole medie i professori continuavano a dirmi che eri un frizzantino, ma di quelli assetati di sapere e di conoscere.

Col tempo però la tua effervescenza è diventata tanta serietà nella vita professionale, nella società e nella famiglia.

Ovviamente parlo anche a nome di Papà: in questi anni a noi genitori hai regalato tantissime soddisfazioni e ringraziamo il Signore di averci donato un figlio speciale come te.

Io e Papà siamo così orgogliosi di te che non so se riusciamo ad esprimerlo.

La tua sensibilità ci ha sempre disarmato e quando hai parlato di noi in privato o davanti a tante persone, come alle nostre Nozze d’Oro, non hai commosso solo noi, ma tutti i presenti ed è stato bellissimo perché il tuo amore nei nostri confronti è a 360 gradi e ce lo dimostri ogni giorno.

Sei un grande uomo e l’umiltà che ti contraddistingue ti ha reso ciò che oggi sei.

Si dice che la civetta afferma sempre che i propri figli sono sempre i migliori e i più belli, ma noi ci siamo abituati ad ascoltare queste parole da tutti coloro che hanno avuto l’occasione di conoscerti bene, a volte meglio di noi, come professionista, come amico ma soprattutto come uomo; un uomo super: nostro figlio.

Concludo solo dicendoti grazie ancora per come ci ami e per averci resi così felici.

Ora devo terminare qui altrimenti ci mettiamo a piangere e non la smettiamo più. Piuttosto festeggiamo.

Mamma Liliana e Papà Dino

   
ROSETO.com
Via Seneca [Il privè di ROSETO.com]
TUTTI GLI ARTICOLI

http://www.roseto.com/news.php?id_categoria=83&tipo=rosetano

Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Amministrative Roseto 2021. Qual è la tua intenzione di voto?
Destra
Centro-Destra
Centro
Centro-Sinistra
Sinistra
Liste Civiche
Movimenti


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2020 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft