[Ricerca Avanzata]
Domenica, 22 Luglio 2018 - Ore 7:11 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Diario Olimpico Londra 2012 – Luigi Lamonica
L’ONORE DELLA SEMIFINALE OLIMPICA
Pechino, Olimpiadi 2008. Michela Ciamillo, Luigi Lamonica, Giulio Ciamillo.

Lituania, 2011. La terna che ha arbitrato la Finale del Campionato Europeo fra Spagna e Francia. Da sinistra: Sreten Radovic, Luigi Lamonica, Ilija Belosevic.

Londra. Luigi Lamonica e, sullo sfondo, la O2 Arena.

La mattinata con Giulio Ciamillo e la designazione per la Semifinale Spagna-Russia, insieme all’amico Ilija Belosevic.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Venerdì, 10 Agosto 2012 - Ore 03:30

Puntata 16 di giovedì 9 agosto 2012.
 
Good Morning!
 
Londra ed il suo tempo...
Oggi splendida giornata di sole, ma non illudetevi: qui l'aria è frizzante e quando scrivo "splendida giornata di sole", vuol dire che devi inforcare gli occhiali da sole, ma pericolo di scottature neanche a parlarne.

Dopo la partita di ieri e la notte quasi da Circolo Polare Artico - ossia brevissima in questa stagione - mi sono preso un giorno di totale riposo. Sveglia da “bamboccione” alle 9 e colazione con molta calma.
 
Nella sala colazione incontro il mitico fotografo Giulio Ciamillo, che mi chiede il mio programma per la mattinata perchè aveva bisogno che lo accompagnassi al Parco Olimpico, al centro assistenza della Nikon, avendo lui un’urgenza da risolvere e un inglese non dei più fluenti. Gli rispondo che lo accompagno volentieri, perchè avevo intenzione di andare al Mega Store nel Parco per acquistare dei souvenirs. Così, terminata la colazione, ci incontriamo giù nella hall dell'hotel ed andiamo al Parco Olimpico.

Ormai tra di noi c'è quasi un rapporto fraterno. Giulio è davvero un gran lavoratore, ma soprattutto una brava persona e la cosa che più piace di lui è che vuole un gran bene a tutti gli arbitri, non importa di quale nazionalità essi siano. Qui a Londra lavora, insieme al suo collaboratore Matteo, dalle nove del mattino all’una di notte eppure, a chi glielo ha chiesto, è stato sempre pronto a scaricare le magiche schede con le sue foto che ti lasciano a bocca aperta. E questo senza mai dire "non ho tempo" o "non te lo posso fare". Io lo considero uno di famiglia e, quando è capitato - come ad Istanbul dove si era dimenticato a casa un teleobiettivo da svariate decine di migliaia di euro, sono stato più che contento di poterlo aiutare. Per tutti gli arbitri internazionali, Giulio Ciamillo si chiama “il fotografo Italiano” e questo mi rende orgoglioso.
 
Grazie Giulio, passare con te la mattinata, parlare del tuo lavoro e di tua figlia Michela, che a Pechino scattò la magica foto che è diventata la copertina di DECIDERE, mi ha rilassato.

Camminare per il Parco Olimpico questa mattina è stata una sensazione particolare. Si sentivano, in sottofondo, i boati provenire dallo Stadio Olimpico per le gare mattutine e si vedevano migliaia di persone che si recavano dall'ingresso di Stratford verso le varie aree di gara. Molti erano atleti, che scattavano foto ricordo con lo sfondo dello Stadio o della Piscina Olimpica. Oggi è giovedì e alla chiusura dei Giochi mancano solo 4 giorni: questa emozionante avventura sta per finire e non ce ne siamo neanche accorti, troppo presi dalle partite e dagli impegni. Il tempo è volato.
 
Sembra ieri essere arrivati, con le solite paure di queste occasioni: ci sarà qualcuno all'aeroporto che mi aspetta, arriveranno i bagagli, avrò messo in valigia le cose giuste, ho dimenticato qualcosa di importante e altro ancora. E invece è già tempo di scoprire che una Olimpiade è il perfetto risultato di una organizzazione che ha lavorato 4 anni abbondanti per testare il tutto, che migliaia di persone lavorano costantemente, in silenzio, affinché tutti si sentano a proprio agio come a casa propria e, quando arrivi in albergo e ti sei sistemato, ripensando alle tue paure ed ai tuoi dubbi, ti rendi conto di quanto sia stato stupido.

Partecipare a una Olimpiade è anche imparare a superare piccole problemi quotidiani come la lingua diversa, il cibo diverso, orari diversi, sviluppare uno spirito di adattamento che ti possa far accettare il fatto di avere un imprevisto e rompere quella routine che hai nella tua vita di tutti i giorni.
 
Una Olimpiade è vedere sempre le strade piene di persone che sorridono e che si salutano tutti, senza distinzione di lingua, di colore, di razza e religione. È vedere una persona in difficoltà perchè non sa dove andare ed avere voglia di aiutarlo, chiedendogli se ha bisogno di qualcosa, perchè quando tu hai avuto bisogno di una indicazione, qualcuno ha perso del tempo per spiegarti che quel treno su cui  stavi per salire ti avrebbe portato dalla parte opposta di quella voluta.

Questo è quello che mi mancherà tra 4 giorni: lo spirito di fratellanza che accomuna tutti qui a Londra, che abbiano un pass olimpico, una divisa da volontario, un tatuaggio sulla guancia con la bandiera della propria nazione o qualsiasi altro segno di riconoscimento che sia una maglietta, una bandierina, un cappellino da semplice tifoso. Mi mancherà questo spirito Olimpico, che spero abbia "ispirato una nuova generazione", quella della moltitudine di bambini che ho visto recarsi a vedere gli eventi Olimpici, inculcandole i principi che trovano nello sport un veicolo di trasmissione formidabile.

Dopo il pranzo sono tornato in hotel. Oggi erano previste le Semifinali Femminili e non volevo perdermi lo spettacolo. E tale è stato!

Spettacolo di pubblico, con la O2 Arena quasi completa e solo alcuni posti nella tribuna riservata alla Famiglia Olimpica rimasti vuoti. Spettacolo di gioco, con due belle partite (USA-Australia e Francia-Russia), con vittorie non facili per USA e Francia.

Nell’intervallo fra le due gare, sono arrivate le designazioni per le Semifinali Maschili.
Venerdì 10 agosto, alle 18 ora italiana, arbitro la prima Semifinale fra Spagna e Russia, insieme al mio “amico” Belosevic e al brasiliano Benito. Ilija è ormai il mio compagno in queste occasioni, sembra quasi che non ci riescano a separare. Con lui ho condiviso partite ed emozioni importanti: Stoccolma 2003, Atene 2007, Pechino 2008, Kaunas 2011. Quando siamo in terna, sono sempre momenti da posto speciale nel libro dei ricordi e sono certo che anche la Semifinale Olimpica lo sarà.
 
Penso a questa Semifinale, ripenso alla Semifinale USA-Argentina a Pechino 2008 e capisco di essere proprio fortunato. Perché l’impegno, la costanza, l’applicazione, la bravura non sono sufficienti. Occorre anche un pizzico di fortuna. E io mi sento un super fortunato ad aver avuto l’opportunità - unica per un arbitro della Repubblica Italiana - di essere stato chiamato a 2 Olimpiadi consecutive, arrivando entrambe le volte ad arbitrare la Semifinale.
 
Vi lascio con il sorriso e il saluto che, tutti i giorni, ci regalano i volontari quando ci incrociano: “Have a nice day”.
 
 
DIARIO OLIMPICO LONDRA 2012 > Archivio
LE PUNTATE PRECEDENTI
 
Puntata 01 di giovedì 26 luglio 2012
UN SORRISO… ED E’ SUBITO OLIMPIADE!
 
Puntata 02 di giovedì 26 luglio 2012.
VESTIARIO, MEETING E TONY PARKER: SI INIZIA A FARE SUL SERIO.
 
Puntata 03 di venerdì 27 luglio 2012.
UNO DEI 30, IN RAPPRESENTANZA DI 1.000.
 
Puntata 04 di sabato 28 luglio 2012.
TUTTI EROI PER UN GIORNO
 
Puntata 05 di domenica 29 luglio 2012.
LA PRIMA EMOZIONE, DEDICATA A BRUNO DURANTI.
 
Puntata 06 di lunedì 30 luglio 2012.
LONDON CALLING
 
Puntata 07 di martedì 31 luglio 2012.
PARTITE DI BASKET E PARTITE PER LA VITA…
 
Puntata 08 di mercoledì 1 agosto 2012.
LA SVEGLIA PROGRESSIVA E LA PARTITA MATTUTINA…
 
Puntata 09 di giovedì 2 agosto 2012.
51 ANNI FA, IRIDE E SEBASTIANO… OGGI, LA PICCOLA GAIA…
 
Puntata 10 di venerdì 3 agosto 2012.
MISTER LAMONICA, I SUPPOSE…
 
Puntata 11 di sabato 4 agosto 2012.
ARBITRARE I PIU’ FORTI DEL MONDO? STANCA…
 
Puntata 12 di domenica 5 agosto 2012.
GRAZIE A TUTTI I LETTORI DEL DIARIO
 
Puntata 13 di lunedì 6 agosto 2012.
LEVATACCIA, ALTRA TRIPLA A FIL DI SIRENA E FISH&CHIPS…
 
Puntata 14 di martedì 7 agosto 2012.
I GEMELLI BELLOTTI E IL MITICO ARABDJAN…
 
Puntata 15 di mercoledì 8 agosto 2012.
E KOBE BRYANT MI FA: ‘STASERA HAI VISTO IL VERO BLACK MAMBA’.
 
 
LUIGI LAMONICA - DECIDERE
La pagina facebook ufficiale.
Le foto delle Olimpiadi di Londra 2012.
 
 
ROSETO.com > Archivio
I DIARI DI LUIGI LAMONICA
 
CAMPIONATO MONDIALE 2010
Luigi Lamonica arbitra la Finale del Campionato Mondiale fra Turchia e USA.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Mondiale.]
 
EUROLEGA 2011
Luigi Lamonica arbitra la Finale di Eurolega fra Maccabi Tel Aviv e Panathinaikos Atene.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
CAMPIONATO EUROPEO 2011
Luigi Lamonica arbitra la Finale del Campionato Europeo fra Francia e Spagna.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Europeo.]
 
EUROLEGA 2012
Luigi Lamonica arbitra la Finale di Eurolega fra CSKA Mosca e Olympiacos Pireo.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
Luigi Lamonica
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Cosa ne pensi della partnership fra Roseto Sharks e Stella Azzurra Roma?
Ottimo accordo.
Buona cosa, ma ho dei dubbi.
Non mi convince.


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2018 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft