[Ricerca Avanzata]
Venerdì, 20 Luglio 2018 - Ore 18:29 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Diario Olimpico Londra 2012 – Luigi Lamonica
L’ENTUSIASMO DI ANDREA SURIANI E UNA CARRIERA IN DUE OLIMPIADI
Luigi Lamonica con lo slogan delle Olimpiadi di Londra 2012: “inspire a generation”.

Luigi Lamonica e Andrea Suriani.

Luigi Lamonica e il cibo di strada.

Quasi tempo di ripartire e anticipo di ‘saudade’. Meno male che c’è Andrea…

Roseto degli Abruzzi (TE)
Domenica, 12 Agosto 2012 - Ore 04:45

Puntata 18 di sabato 11 agosto 2012.
 
Good morning!

Siamo arrivati alla fine. Dopo la giornata di oggi, solo un altro giorno e poi l’esperienza olimpica sarà terminata.
Questa mattina, a colazione, tutti pensavano a come impacchettare i bagagli, ai chili di soprappeso, a che ora l’organizzazione metterà a disposizione i mezzi per ricondurci in aeroporto. Insoma, i nostri pensieri si stavano spostando dal lavoro al viaggio di ritorno, al volo, a casa.

Siamo stanchi, le partite, le emozioni, le giornate trascorse a vedere le bellezze di Londra iniziano a farsi sentie. Fino a quando la tensione della partita ti mette in circolo l’adrenalina, la stanchezza è latente, nascosta, ma quando lo stimolo delle partite non c’è più ecco che ti sembra di avere un macigno sulle spalle che ti schiaccia e ti fa realizzare che 20 giorni sono tanti e lunghi da trascorrere.

Non vorrei ripetermi, copiando dal blog di Pechino, ma sono sicuro che dopo due giorni a casa, passati a riprendere la routine giornaliera, sentiremo la mancanza di quest'aria “pesante” che abbiamo respirato nel Parco Olimpico o qui nell’Arena dell’ExCel London. E’ una sensazione strana, l’ho già provata dopo Pechino, è simile alla “saudade” brasiliana. Ti manca e non sai il perché, non puoi cambiare le cose e coinvolge tutti.

Anche nei rapporti umani, si instaura qualcosa di diverso. Tra noi 30 arbitri rimarrà sempre il ricordo di questa meravigliosa avventura. Io non ricordo con precisione tutti gli arbitri che erano al Mondiale di Istanbul 2 anni fa, mentre conosco per certo i miei colleghi che erano a Pechino 4 anni fa. Sono sicuro che è questa aria che abbiamo respirato tutti insieme, per lo stesso periodo di tempo, che ci permetterà di ricordare le facce, le abitudini, gli aneddoti degli altri 29 amici di questo viaggio.

Ieri notte è arrivato a Londra Andrea Suriani, uno che ci ha veramente creduto a questa mia seconda Olimpiade, tanto da avermela pronosticata ben 343 giorni prima. Quindi come facevo a non incontrarlo appena arrivato?
Così ci siamo dati appuntamento fuori dal Parco Olimpico: lui per ritirare i suoi tanto agognati biglietti, io per cercare gl ultimi souvenirs. Quando l’ho visto era contento come un bambino a cui hanno appena detto che lo porteranno a Disney World.
Ci siamo salutati e poi abbiamo deciso di andare in centro, perché lui aveva necessità di pranzare. Io invece avevo bisogno di “aria”, di respirare per l’ultima volta l’aria del centro di Londra, di vedere i suoi marciapiedi strapieni di turisti, di atleti, di londinesi, di tutte le razze, di tutti i colori, di tutte le nazionalità.

Ed è stata piacevole la mattinata trascorsa con Andrea, parlando di arbitraggio, viaggi, lavoro, sogni. Mentre andavamo in albergo, dove ci saremmo salutati, Andrea mi ha detto una cosa bellissima, che mi ha confermato ancora una volta di quanto io abbia finora avuto una vita fortunata. Sulla metro, mi ha detto: "Io so che non verrò mai designato per una Olimpiade, perché lo so, ma sono venuto a Londra a vederla la mia Olimpiade, che per me è un sogno”.

Andrea mi ha fatto ripensare alla designazione e a queste 2 Olimpiadi. A tutte le persone incontrate, a tutte le cose viste. Liang Li il volontario di Pechino, Vitalis, Steven Seibel, Fabio il terapista, Kobe Bryant, i gemelli Thomas e Peter Herbert Bellotti, la Muraglia Cinese, il “Nido di Uccello”, il Parco Olimpico, la O2 Arena, il London Eye, Trafalgar Square, Oxford Street. Ho pensato ai giorni, alle ore, ai minuti, ai secondi di queste esperienze olimpiche, dicendomi che sono state le migliori esperienze della mia vita, arbitrale e non.
Una volta arrivati in albergo, quando ad Andrea ho regalato una delle mie maglie della divisa ufficiale con la scritta London 2012, a vedere i suoi occhi luccicare mi sono sentito così orgoglioso di me stesso che non potete neanche immaginare.

Ci siamo lasciati con un accordo chiaro: se fosse arrivata un’altra designazione, io avrei perso la scommessa, lo avrei chiamato e stasera saremmo andai a festeggiare, altrimenti non avrei mandato nulla. Non ce l’ho fatta, gli ho mandato un sms per avvertirlo che domani la Finale la vedrò dalla tribuna. Ma io la mia Olimpiade l’ho vinta giorno per giorno, scrivendo questo diario e raccontanto le mie emozioni di arbitro, dentro e fuori il campo, perché tutti i miei lettori mi hanno fatto sentire tutte le mattine - ogni mattina - come la Vezzali la sera del 27 luglio 2012. Mi sono sentito il portabandiera di una moltitudine di persone interessate a ciò che scrivo e per questo non smetterò mai di ringraziarvi.

Domenica 12 agosto giornata dedicata alle borse da preparare, alle ultime 2 partite, alla cerimonia di chiusura e, logicamente, all'ultima puntata del Diario di Londra 2012.
Per coloro che me lo hanno chiesto, alle 15 ora locale, USA-Spagna sarà diretta dalla terna composta da Maranho, Christodoulu e Aylen.

Un saluto ed un ringraziamento a tutti voi per la "spinta" che mi avete dato tutte le sere a scrivere queste righe, per potervi incontrare attraverso il Diario.

Dal profondo del cuore, vi arrivi il mio sorriso.

 
DIARIO OLIMPICO LONDRA 2012 > Archivio
LE PUNTATE PRECEDENTI
 
Puntata 01 di giovedì 26 luglio 2012
UN SORRISO… ED E’ SUBITO OLIMPIADE!
 
Puntata 02 di giovedì 26 luglio 2012.
VESTIARIO, MEETING E TONY PARKER: SI INIZIA A FARE SUL SERIO.
 
Puntata 03 di venerdì 27 luglio 2012.
UNO DEI 30, IN RAPPRESENTANZA DI 1.000.
 
Puntata 04 di sabato 28 luglio 2012.
TUTTI EROI PER UN GIORNO
 
Puntata 05 di domenica 29 luglio 2012.
LA PRIMA EMOZIONE, DEDICATA A BRUNO DURANTI.
 
Puntata 06 di lunedì 30 luglio 2012.
LONDON CALLING
 
Puntata 07 di martedì 31 luglio 2012.
PARTITE DI BASKET E PARTITE PER LA VITA…
 
Puntata 08 di mercoledì 1 agosto 2012.
LA SVEGLIA PROGRESSIVA E LA PARTITA MATTUTINA…
 
Puntata 09 di giovedì 2 agosto 2012.
51 ANNI FA, IRIDE E SEBASTIANO… OGGI, LA PICCOLA GAIA…
 
Puntata 10 di venerdì 3 agosto 2012.
MISTER LAMONICA, I SUPPOSE…
 
Puntata 11 di sabato 4 agosto 2012.
ARBITRARE I PIU’ FORTI DEL MONDO? STANCA…
 
Puntata 12 di domenica 5 agosto 2012.
GRAZIE A TUTTI I LETTORI DEL DIARIO
 
Puntata 13 di lunedì 6 agosto 2012.
LEVATACCIA, ALTRA TRIPLA A FIL DI SIRENA E FISH&CHIPS…
 
Puntata 14 di martedì 7 agosto 2012.
I GEMELLI BELLOTTI E IL MITICO ARABDJAN…
 
Puntata 15 di mercoledì 8 agosto 2012.
E KOBE BRYANT MI FA: ‘STASERA HAI VISTO IL VERO BLACK MAMBA’.
 
Puntata 16 di giovedì 9 agosto 2012.
L’ONORE DELLA SEMIFINALE OLIMPICA
 
Puntata 17 di venerdì 10 agosto 2012.
IL POTERE DELL’AMICIZIA
 
 
LUIGI LAMONICA - DECIDERE
La pagina facebook ufficiale.
Le foto delle Olimpiadi di Londra 2012.
 
 
ROSETO.com > Archivio
I DIARI DI LUIGI LAMONICA
 
CAMPIONATO MONDIALE 2010
Luigi Lamonica arbitra la Finale del Campionato Mondiale fra Turchia e USA.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Mondiale.]
 
EUROLEGA 2011
Luigi Lamonica arbitra la Finale di Eurolega fra Maccabi Tel Aviv e Panathinaikos Atene.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
CAMPIONATO EUROPEO 2011
Luigi Lamonica arbitra la Finale del Campionato Europeo fra Francia e Spagna.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Europeo.]
 
EUROLEGA 2012
Luigi Lamonica arbitra la Finale di Eurolega fra CSKA Mosca e Olympiacos Pireo.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
Luigi Lamonica
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Cosa ne pensi della partnership fra Roseto Sharks e Stella Azzurra Roma?
Ottimo accordo.
Buona cosa, ma ho dei dubbi.
Non mi convince.


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2018 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft