[Ricerca Avanzata]
Lunedμ, 23 Luglio 2018 - Ore 2:06 Fondatore e Direttore: Luca Maggitti.
Mailing List

Iscriviti alla mailing list di Roseto.com!

Il tuo nome

La tua email

Iscrivimi
Rimuovimi



Informativa sulla
privacy e dettagli
del servizio

Fischi Europei – Luigi Lamonica
SERBIA-FRANCIA: CHE PARTITA!
Serbia-Francia. Nenad Krstic.
[FIBA Europe]


Serbia-Francia. Nemanja Nedovic vola in contropiede a schiacciare.
[FIBA Europe]


Serbia-Francia. Nemanja Nedovic schiaccia.
[FIBA Europe]


Luigi Lamonica, arbitro abruzzese agli Europei in Slovenia, ci racconta la sua esperienza.

Roseto degli Abruzzi (TE)
Lunedμ, 16 Settembre 2013 - Ore 02:45

Puntata 15 di domenica 15 settembre 2013.
 
Per prima cosa, oggi sono d'obbligo gli auguri a Chema Buceta per il suo compleanno e a Chris Dodds, arbitro scozzese che stasera ha ricevuto la bella notizia di essere diventato papà!

È domenica e ormai non mi rendo più conto del tempo e dei giorni che sono passati e che iniziano ad essere davvero tanti, da quando siamo arrivati in Slovenia. Sono ormai 16 e la routine confonde le idee.
 
Siamo arrivati quasi alla fine della seconda fase, domani ci sono le ultime partite e si conosceranno anche gli accoppiamenti per i quarti di finale. Siamo in dirittura di arrivo ed il traguardo è lì, a 7 giorni di distanza.

Ma domani sera un gran premio della montagna ci aspetta. Il nostro collega francese Bissang direbbe “Hors Catégorie”, come l'Alpe d’Huez al Tour de France. Un altro doloroso taglio per 8 di noi e, chiunque siano, sarà difficile rimanere insensibili o poter festeggiare di non essere tra quelli che martedì mattina andranno via.

Domani sarà l'argomento più importante, ne sono sicuro, al meeting mattutino. Perché, volenti o nolenti, tutti gli arbitri impegnati domani nelle ultime tre partite di questa fase, penseranno che un errore possa compromettere il loro percorso e condizionare il lavoro.

Per dirla alla Chema: “L’elefante si sta per muovere dall'angolo!”.

Per come vivo io la situazione, credo che ognuno di noi debba guardarsi dentro ed anche vedere cosa è stato fatto in questi 16 giorni di cammino tutti insieme. Se si è dato il massimo possibile, se i nostri errori sono stati fatti con la buona fede di colui che si è impegnato per evitarli, allora tutte le decisioni che verranno prese – e che ovviamente riguardano anche me – anche se con tristezza, da parte mia saranno accettate con il massimo rispetto per coloro che hanno fatto delle scelte e che si troveranno a fare un lavoro che, come dice l’adagio, è “sporco”, ma qualcuno lo deve pur fare.
 
Sarà difficile, come lo è stato a Vilnius 2 anni fa. Forse qualcuno la prenderà male, qualcuno piangerà, ma purtroppo queste sono le regole. Lo sapevamo dall'inizio, e se pensiamo che noi commettiamo tanti errori sul campo durante una partita, e vorremmo che gli altri li comprendano e li giustifichino, allora dobbiamo avere la stessa fiducia in quelli che, probabilmente adesso, in questo momento, stanno decidendo gli otto nomi.

Dobbiamo dare a loro  la stessa possibilità di sbagliare, e a noi di accettare l'errore, come i giocatori e gli allenatori fanno la stragrande maggioranza delle volte con i nostri errori.

Sono venuto in Slovenia pieno di dubbi e paure per le mie ginocchia, avevo paura di non farcela, con un ritmo così sostenuto di partite (dal 4 settembre, 8 partite). Ho lavorato tanto e duro e, grazie ad Alejandro ed alla sua pazienza e professionalità, adesso mi sento molto meglio e sicuro dei miei mezzi. Ma se il mio nome sarà tra gli otto, accetterò la decisione, saluterò tutti, salirò in camera ed inizierò a sistemare le valigie, sicuramente non contento di tornare a casa, ma conscio che forse, oggi, questo è il massimo che sono riuscito a dare, senza rimpianti, senza se e senza ma.

Nelle lezioni ai miniarbitri, quest’anno mi è capitato più volte di ripetere che gli arbitri sono come i soldati: gestiscono delle regole fatte da altri e, anche se sono sbagliate, le fanno applicare. È quindi giusto che vengano applicate anche a noi. Questo mi ha insegnato l'arbitraggio nella vita di tutti i giorni.

La partita di oggi tra Serbia e Francia è stata una di quelle partite che ricorderò per molto tempo.

Una intensità pazzesca a livello fisico, atletico, tecnico. Nessun giocatore si è tirato indietro, ma soprattutto nessuno ha ecceduto nei comportamenti e nei contatti. È stato un vero piacere essere in campo con Vicente Bulto a Rustu Nuran e divertirsi per uno spettacolo che credo sia piaciuto anche a tutti gli spettatori presenti.
 
E come mi ha scritto “il Gemello Peter” in un bel messaggio, il nostro sport – come lo chiama giustamente lui – è soprattutto felicità e divertimento, a dispetto della partita arbitrata o del livello del campionato.

Hai proprio ragione Peter, e come ti ho risposto ti ringrazio del tuo messaggio.
C'è sempre qualcosa da imparare ed io porterò con me le tue parole: felicità, divertimento, e – aggiungo – rispetto.
 
A domani.
 
SERBIA-FRANCIA
Gli highlights di FIBA Europe TV.

 
ARCHIVIO > Le puntate precedenti.
 
Puntata 01 di sabato 31 agosto 2013. SLOVENIA, ECCOMI!
 
Puntata 02 di domenica 1 settembre 2013. VAQUERA, NUNN, BUCETA: CHE TRIS D’ASSI!
 
Puntata 03 di lunedì 2 settembre 2013. LUBIANA, ARRIVO.
 
Puntata 04 di martedì 3 settembre 2013. PRONTI A FISCHIARE
 
Puntata 05 di mercoledì 4 settembre 2013. CON TONY, A SELEZIONARE I PALLONI...
 
Puntata 06 di giovedì 5 settembre 2013. UNA GARA DOPO L’ALTRA... E CI VUOLE IL SARTO!
 
Puntata 07 di venerdì 6 settembre 2013. SEMPRE PIU’ CURATI: E’ ARRIVATO IL TERAPISTA.
 
Puntata 08 di domenica 8 settembre 2013. A LUBIANA, OSPITI DEL SINDACO TIFOSO!
 
Puntata 09 di lunedì 9 settembre 2013. BUON COMPLEANNO, VITTORIO.
 
Puntata 10 di martedì 10 settembre 2013. ALTRO CHE GANGNAM STYLE... CHEMA BUCETA STYLE!
 
Puntata 11 di mercoledì 11 settembre 2013. POCA GENTE ALL’ARENA, TANTI AMICI IN GIRO.
 
Puntata 12 di giovedì 12 settembre 2013. SLOVENIA, IL PAESE CON ‘LOVE’ DENTRO.
 
Puntata 13 di venerdì 13 settembre 2013. ARRIVEDERCI, PICCOLO GRANDE CHEMA!
 
Puntata 14 di sabato 14 settembre 2013. L’ITALIA CON POCHI CENTIMETRI MA TANTO CUORE E IL CROATO COL COGNOME ITALIANO
 
ROSETO.com > Archivio
I DIARI DI LUIGI LAMONICA
 
CAMPIONATO MONDIALE 2010
TURCHIA, Istanbul.
Luigi Lamonica arbitra la Finale del Campionato Mondiale fra USA e Turchia.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Mondiale.]
 
EUROLEGA 2011
SPAGNA, Barcellona.
Luigi Lamonica arbitra la Finale di Eurolega fra Panathinaikos Atene e Maccabi Tel Aviv.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
CAMPIONATO EUROPEO 2011
LITUANIA, Kaunas.
Luigi Lamonica arbitra la Finale del Campionato Europeo fra Spagna e Francia.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Europeo.]
 
EUROLEGA 2012
TURCHIA, Istanbul.
Luigi Lamonica arbitra la Finale di Eurolega fra Olympiacos Pireo e CSKA Mosca.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
OLIMPIADI 2012
REGNO UNITO, Londra.
Luigi Lamonica arbitra la Semifinale delle Olimpiadi fra Spagna e Russia.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario Olimpico.]
 
EUROLEGA 2013
REGNO UNITO, Londra.
Luigi Lamonica arbitra la Semifinale di Eurolega fra Real Madrid e Barcellona.
[Ultima puntata, con i link a tutte le puntate del Diario di Eurolega.]
 
LUIGI LAMONICA - DECIDERE
La pagina facebook ufficiale.
L’album fotografico dell’Europeo 2013.
 
Luigi Lamonica
Stampa    Segnala la news

Condividi su:



Il sondaggio!
Cosa ne pensi della partnership fra Roseto Sharks e Stella Azzurra Roma?
Ottimo accordo.
Buona cosa, ma ho dei dubbi.
Non mi convince.


Guarda i risultati


NOTA BENE
I nostri sondaggi non hanno alcun valore statistico, in quanto rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione elaborato scientificamente.

Focus on Roseto.com
Roseto.com - Il basket e la cultura dei campanili senza frontiere. - Registrazione al Tribunale di Teramo N. 540 Reg. Stampa del 19.08.2005.
Direttore responsabile: Luca Maggitti   Editore: Luca Maggitti   Partita IVA 01006370678
© 2004-2018 Roseto.com | Privacy | Disclaimer Powered by PlaySoft